Bologna Calcio Notizie

Assalto alla fortezza ducale

Filippo Inzaghi (Foto Carlino)
Filippo Inzaghi (Foto Carlino)

Incrocio sulla Via Emilia: Parma e Bologna, separate da 100 chilometri, si affronteranno al Tardini domani alle ore 18 nel 17º turno del massimo campionato, quello che precede il Natale.
Distanza in classifica notevole: i neopromossi ducali, con un gioco che lascia poco all’estetica ma davvero concreto, veleggiano a metà classifica a quota 21 punti, 9 in più di un Bologna reduce dal brodino caldo ottenuto contro il Milan, utile quantomeno ad accorciare su un’Udinese, la formazione che occupa l’ultimo posto utile per la salvezza.
Forte di questo margine, gli uomini di D’Aversa proveranno a consolidare o almeno a mantenere un certo distacco sulla zona calda. Di contro, i ragazzi di Filippo Inzaghi cercano quei 3 punti che mancano da quasi tre mesi, esattamente dal 30 settembre. Oltretutto il Bologne deve mettere fieno in cascina, complice un prossimo calendario che recita – prima della sosta – Lazio e Napoli, due avversarie in lotta rispettivamente per un posto in Champions League e per lo scudetto.
I precedenti non sono proprio confortanti. Escludendo la pleonastica vittoria nel famoso ed amaro spareggio della stagione 2004-05, i felsinei hanno ottenuto soltanto 2 successi nei 15 precedenti contro i gialloblù, l’ultimo dei quali risale proprio alla stagione regolare di quella nefasta retrocessione. Sono 7 i pareggi, con il segno X protagonista negli ultimi 2 incroci, mentre i padroni di casa possono fregiarsi di 8 successi. Decisivo Biabiany nell’ultima vittoria di misura che risale alla gara conclusiva della Serie A 2011-12.
Squadra tranquilla non si cambia, o quasi: per il tecnico italotedesco da registrare il probabile rientro di Gervinho anche forse non dal primo minuto. L’ivoriano è stato assente nelle ultime settimane per infortunio ma rientrato in gruppo con i compagni proprio in questi ultimi giorni.A centrocampo è in arrivo l’ennesima esclusione per Stulac, lanciato proprio da Filippo Inzaghi in a Venezia lo scorso anno.
Il Bologna, complice l’importanza della sfida, non dovrebbe apportare troppi cambiamenti: retroguardia confermata, a centrocampo Nagy ancora vertice basso, vista l’assenza di Pulgar. Uno tra Dzemaili e Orsolini, complice l’assenza di Poli per infortunio, a fianco di Svanberg, mentre sull’out di sinistra della mediana ballottaggio Mbaye-Dijks, con il senegalese che potrebbe però traslare a destra per far fronte al pericolo Gervinho – anche a gara in corso – con Mattiello spostato appunto a sinistra.In avanti si va verso la conferma della coppia Palacio-Santander, ma complici le condizioni fisiche non proprio ottimali dei due è ipotizzabile vedere cambi in corso d’opera legati al reparto offensivo. Ecco le probabili formazioni.
PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Bastoni, Gagliolo; Rigoni, Scozzarella, Barillà; Siligardi, Inglese, Biabiany. All. D’Aversa.
BOLOGNA (3-5-2): Skoruspki; Calabresi, Danilo, Helander; Mattiello, Orsolini, Nagy, Svanberg, Mbaye; Palacio, Santander. All. F. Inzaghi.

Arbitro: Rosario Abisso di Palermo. Assistenti: Giacomo Paganessi (Bergamo) e Domenico Rocca (Vibo Valentia). IV Uomo: Francesco Fourneau (Can B, Roma1). Var: Marco Piccinini (Can B, Forlì). Avar: Damiano Di Iorio (Vico).

About the author

Riccardo Rimondi

Nato a Bologna nel 1995, aspirante giornalista, in passato ha scritto per Calcio Estero News e tuttora collabora con Sport House: da Dicembre 2015 ha iniziato la propria esperienza con Tempi Supplementari Sport Bologna.
Tifosissimo (ovviamente) del Bologna in Italia, mentre per quel che concerne il calcio internazionale è un sostenitore del Tottenham in Inghilterra, dell'Athletic Bilbao in Spagna e del St.Pauli in Germania.