Bologna Calcio Notizie

Pre NAPOLI-BOLOGNA, Inzaghi: «Napoli avversario forte, ma andremo a fare la nostra gara»

Filippo Inzaghi, tecnico del Bologna (LaPresse)
Filippo Inzaghi, tecnico del Bologna (LaPresse)

Queste le parole di Filippo Inzaghi alla vigilia della trasferta di Napoli, valida per la 19ª giornata di Serie A e forse ultima gara del tecnico piacentino sulla panchina del Bologna.

La sfida è a dir poco proibitiva: «Il Napoli è chiaramente una squadra molto forte, ma nel calcio non si parte mai battuti: le ultime loro partite in casa contro Chievo e Spal sono state aperte. Dovremo cercare di fare la nostra gara e portare a casa punti, i ragazzi si sono allenati bene e spero possa rappresentare il match della svolta. Le assenze del Napoli? Hanno 25 giocatori uno più bravo dell’altro, forse solo Koulibaly è insostituibile. Noi però dobbiamo guardare in casa nostra, contro avversari del genere non sono ammessi errori, neanche su quelle palle inattive che invece ci hanno condannato con la Lazio. Fisicamente stiamo bene, vedrò se cambiare qualche elemento per stanchezza, ma avere tutta la rosa a disposizione è un bel vantaggio».
Le scelte di formazione sono piuttosto chiare: «Domani in campo con i migliori, Palacio per età e fisico non poteva giocare dall’inizio contro la Lazio, se domani starà bene sarà sicuramente della contesa. Faccio fatica a tenere fuori Santader nonostante, dopo la prova di Coppa Italia, abbia perso brillantezza. Falcinelli ha recuperato proprio oggi dalla febbre, mentre Krejci e Nagy sono usciti molto stanchi dalla sfida contro la Lazio. Per quanto riguarda Orsolini potrebbe giocare seconda punta, ma avendo a disposizione Falcinelli e Santander schiero loro: dalle punte cerco corsa e profondità, per questo sabato ho schierato Okwonkwo».
Contro la Lazio è arrivata una brutta sconfitta: «Credo la squadra abbia dato buone risposte nelle ultime 3 gare, purtroppo siamo mancati nell’ultima mezz’ora con la Lazio, con la forza dell’avversario che ci ha impedito di fare meglio, saremmo dovuti essere più cinici nelle ripartenze».
Nessun rimpianto per Inzaghi: «Di quanto fatto non cambierei nulla, ho sempre cercato e cercherò di dare tutto, non ho mai pensato di mollare: quando le cose non vanno non è colpa di un singolo, è sbagliato cercare un capro espiatorio. Mancano 20 gare alla fine del campionato, diverse squadre in pochi punti che hanno i nostri stessi problemi e non viaggiano fortissimo. La squadra ci crede, dà tutto quello che ha in campo. Sono convinto che ci riprenderemo presto, so le idee societarie e siamo in perfetta sintonia: a maggio il Bologna sarà salvo, ma per riuscirci sappiamo di dover giocare meglio e fare punti. Il presidente ha detto quali sono le intenzioni della società».

About the author

Riccardo Rimondi

Nato a Bologna nel 1995, aspirante giornalista, in passato ha scritto per Calcio Estero News e tuttora collabora con Sport House: da Dicembre 2015 ha iniziato la propria esperienza con Tempi Supplementari Sport Bologna.
Tifosissimo (ovviamente) del Bologna in Italia, mentre per quel che concerne il calcio internazionale è un sostenitore del Tottenham in Inghilterra, dell'Athletic Bilbao in Spagna e del St.Pauli in Germania.