Bologna Calcio Notizie

Pre BOLOGNA-FROSINONE, Inzaghi: «Domani i tre punti sono d’obbligo»

Filippo Inzaghi, tecnico del Bologna.
Filippo Inzaghi, tecnico del Bologna.

Consueta conferenza stampa pre-gara per Filippo Inzaghi a Casteldebole: queste le parole del tecnico piacentino alla vigilia della sfida contro il Frosinone.

La vittoria contro il Frosinone è un obbligo se si vuol sperare ancora nella salvezza: «Domani giocheremo tra le mura amiche, abbiamo bisogno del calore e del supporto del nostro pubblico e noi abbiamo il dovere di fare una grande partita. Dovremo obbligatoriamente vincere e, cosa ancor più importante, dare seguito alle ultime prestazioni. Giocando così la vittoria arriverà per forza, da domani ci riprenderemo tanti applausi, ne sono sicuro. Il Frosinone è una squadra che ha dei valori ma dobbiamo assolutamente ottenere i 3 punti, sarebbero benzina importante per noi. Il mercato nasconde delle incognite, ma domani non ci sono scuse e quelli presenti in rosa devono vincere la gara».

La squadra ha pericolosi cali nella ripresa: «Nei primi 60 minuti di Ferrara la squadra ha giocato a ritmi davvero elevati, è normale in seguito avere un calo fisico. Il rimpianto è legato al non aver segnato di più nel primo tempo, anche se dopo aver subito il gol di Kurtic nella ripresa la squadra è uscita nuovamente fuori, con diverse occasioni in ripartenza. Certo, dobbiamo imparare a gestire meglio le forze nel primo terzo della gara, tuttavia preferisco partire a mille per cercare di chiudere subito le gare».

Sui singoli il tecnico piacentino dice: «Palacio domani sarà titolare, devo valutare in quale ruolo. Santander sta bene e anche Destro è in forma, davanti abbiamo tante scelte. Devo valutare se impiegare una o due punte domani. Sansone e Soriano? Tra i due il secondo è quello più avanti, ma entrambi hanno messo in mostra le loro grandissime qualità: sono ragazzi davvero seri che si sono integrati benissimo nel gruppo. Dzemaili è un vero capitano, domenica pur infortunato ha voluto seguire la squadra, quando rientrerà saprà darci una mano. De Maio? Professionista serio, se qualcuno vuole andare via è libero di farlo e lui ha deciso di andare a giocare ad Udine».

Una mancata vittoria contro il Frosinone porterebbe inevitabilmente un avvicendamento in panchina: «Ogni gara rappresenta un esame per me, so quello che pensano del sottoscritto Saputo e i dirigenti. Sono contento della scelta fatta, il mio auspicio è quello di dare gioie a tutti coloro che tengono al Bologna, sono una persona che ama le sfide e sono sicuro che questa la vincerò. La presentazione dello stadio è stata fantastica».

About the author

Riccardo Rimondi

Nato a Bologna nel 1995, aspirante giornalista, in passato ha scritto per Calcio Estero News e tuttora collabora con Sport House: da Dicembre 2015 ha iniziato la propria esperienza con Tempi Supplementari Sport Bologna.
Tifosissimo (ovviamente) del Bologna in Italia, mentre per quel che concerne il calcio internazionale è un sostenitore del Tottenham in Inghilterra, dell'Athletic Bilbao in Spagna e del St.Pauli in Germania.