Bologna Calcio Notizie

Salvezza molto lontana… eppure a portata di mano

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna (Foto Bfc 1909)
Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna (Foto Bfc 1909)

L’incredibile 0-4 rimediato contro il Frosinone al Dall’Ara, sembrava aver allontanato irrimediabilmente il Bologna dalla Serie A. Nessuno avrebbe immaginato di ritrovarsi, dopo la partita con la Roma, a rimpiangere i 3 punti mancati.
Cosi come nessuno avrebbe potuto ipotizzare, alla vigilia del trittico Inter-Genoa-Roma, di raccogliere il bottino pieno al Meazza contro la terza forza del campionato. Una squadra sicuramente non al top ma pur sempre con una rosa che supera di almeno 500 milioni di euro il valore di quella del Bologna. E in generale si pensava alla gara con i liguri come l’occasione ideale per tornare alla vittoria dopo un digiuno lungo oltre 4 mesi, contesa invece terminata con un pareggio.
Tutto questo per sottolineare come, almeno al momento, qualsiasi tabella salvezza o cammino di marcia lasci il tempo che trova: 42 punti da assegnare nei prossimi 3 mesi sono un’enormità tale da non consentire ad alcuna squadra di sentirsi al riparo da eventuali pericoli o tagliata fuori dalla corsa per un piazzamento europeo, senza dimenticare come tutte le gare siano diverse, ognuna caratterizzata dalla propria storia. Solo la Juventus, con i 13 punti di vantaggio sul Napoli, ed un Chievo distante 12 punti dalla salvezza, sembrano avere il proprio destino – ovviamente in direzioni diametralmente opposte – già scritto.
Il Bologna deve pensare unicamente a se stesso, senza guardare al resto del carrozzone: Sinisa Mihajlovic sembra aver tracciato un solco ben preciso, caratterizzato da un calcio propositivo e coraggioso, per nulla timoroso o impaurito dall’avversario di turno.
Un percorso che ha riacceso la speranza dei tifosi del Bologna, da gestire però con equilibrio. Sarà fondamentale evitare di farsi travolgere dall’euforia in caso di vittoria o cadere nello sconforto dopo una sconfitta.
Ogni settimana di campionato, da qui a fine maggio, presenterà ai nastri di partenza turni più o meno favorevoli al Bologna: quello appena trascorso, al netto della bruciante e a dir poco immeritata sconfitta nella Capitale, vedeva per esempio impegnate tra le mura amiche Cagliari, Empoli e Udinese in sfide decisamente alla portata. Sorprendono i risultati maturati dalle 3 compagini precedentemente citate? Decisamente no.
Proprio per questo il Bologna e l’ambiente Bologna non dovranno commettere l’errore di correre “su qualcuno”, bensì dovranno correre e basta.E ogni distrazione potrebbe essere letale.

About the author

Riccardo Rimondi

Nato a Bologna nel 1995, aspirante giornalista, in passato ha scritto per Calcio Estero News e tuttora collabora con Sport House: da Dicembre 2015 ha iniziato la propria esperienza con Tempi Supplementari Sport Bologna.
Tifosissimo (ovviamente) del Bologna in Italia, mentre per quel che concerne il calcio internazionale è un sostenitore del Tottenham in Inghilterra, dell'Athletic Bilbao in Spagna e del St.Pauli in Germania.