Basket Bologna Notizie

Caccia grossa alla capolista

Federico Santander, attaccante del Bologna (LaPresse)
Federico Santander, attaccante del Bologna (LaPresse)

Impegno proibitivo per il Bologna, pronto a ricevere tra le mura amiche la Juventus: calcio d’inizio domani alle ore 15, in una delle 3 sfide della domenica pomeriggio valida per il 25º turno di Serie A.

Davide contro Golia, alla luce di rose la cui differenza di valore supera i 700 milioni di euro: i rossoblù appaiono però rinvigoriti dalla cura Mihajlovic capace, in poche settimane. di ridare linfa ad un gruppo sconfitto per 4-0 dal Frosinone al Dall’Ara meno di un mese fa, oltre ad aver tracciato un solco ben preciso sulla nuova identità della squadra in campo.

Di contro una Juventus ferita dalla sconfitta di subita a Madrid nell’andata degli ottavi di Champions Legue: 2-0 in Spagna, passivo che avrebbe potuto assumere proporzioni maggiori senza l’ausilio del Var e di un Szczesny prodigioso. E mai, nella sua storia, la Juventus è riuscita a ribaltare uno 0-2 rimediato nella gara d’andata in 55 partecipazioni alle coppe europee.

È lecito, dunque, attendersi una compagine ferita nell’orgoglio, pronta a rifarsi in campionato dopo un ko che ha, di fatto, seriamente compromesso la campagna europea, il che rappresenterebbe un vero e proprio flop alla luce dell’acquisto estivo di CR7: bianconeri con i favori del pronostico, ma il Bologna dovrà replicare il tenore delle ultime prove offerte, in particolare a Milano e Roma.

I precedenti sono poco confortanti: nei 78 incroci in Serie A sotto le Due Torri sono 22 i successi per i padroni di casa, l’ultimo risalente al netto 3-0 del campionato 1998-99. Ben 25 i pareggi, il più recente dei quali risalente ad uno 0-0 del 2016 che mise fine ad una striscia record di vittorie per la Juventus, mentre lo 0-3 dello scorso anno rappresenta il 31° successo bianconero in Emilia.

Capitolo formazioni: possibile occhio di riguardo di Sinisa Mihajlovic nei confronti dei diffidati, alla luce della delicata trasferta di Udine in programma domenica prossima. Danilo, Pulgar e Mbaye sono a rischio per la trasferta friulana: difficile però pensare che il tecnico serbo possa privarsi dei primi due elementi, più facile credere ad una chance per Calabresi in luogo del terzino senegalese.
Negli ultimi giorni è rientrato in gruppo Gonzalez, pronto a contendere ad Helander una maglia nei 4 di difesa: in avanti si rivede Orsolini, a cui dovrebbe però essere preferito un Edera chiamato a migliorarsi in fase di finalizzazione.
Difficilmente sarà della contesa Palacio: l’argentino ha lavorato a parte per tutta la settimana. Anche in questo caso è necessaria prudenza in ottica Udinese. Out anche Mattiello, da valutare in vista della trasferta friulana, e Destro, con l’attaccante piceno che ne avrà per una ventina di giorni circa.

Turnover in casa Juventus dopo le fatiche di Coppa: Perin tra i pali pronto a far rifiatare Szczesny, cosi come Caceres (vinicissimo al Bologna a gennaio, salvo poi trasferirsi in Piemonte) potrebbe rilevare Chiellini in mezzo alla difesa, pronto a far coppia con Bonucci. Sulla fascia destra spazio a Cancelo, panchinato a Madrid in favore di un De Sciglio protagonista in negativo nella trasferta spagnola. È vera emergenza, invece, a centrocampo: Emre Can è out per squalifica, Khedira è stato operato per aritmia cardiaca. Così verrà riproposto il trio di Coppa, composto da Matuidi-Pjanic-Bentancur, mentre in avanti Bernardeschi dovrebbe prendere il posto di un opaco Dybala. Ecco le probabili formazioni.

BOLOGNA (4-3-3):Skorupski, Mbaye, Gonzalez, Danilo, Dijks, Poli, Pulgar, Soriano, Edera, Santander, Sansone. All. Mihajlovic.
JUVENTUS (4-3-3):Perin, Cancelo, Bonucci, Caceres, Alex Sandro, Matuidi, Pjanic, Bentancur, Bernardeschi, Mandzukic, Cristiano Ronaldo. All. Allegri.

Arbitro: Gianpaolo Calvarese di Teramo. Assistenti: Giorgio Schenone (Genova) e Fabrizio Posado (Bari). IV Uomo: Eugenio Abbattista (Molfetta). Var: Federico La Penna (Roma1). Avar: Albergo Tegoni (Milano).

About the author

Riccardo Rimondi

Nato a Bologna nel 1995, aspirante giornalista, in passato ha scritto per Calcio Estero News e tuttora collabora con Sport House: da Dicembre 2015 ha iniziato la propria esperienza con Tempi Supplementari Sport Bologna.
Tifosissimo (ovviamente) del Bologna in Italia, mentre per quel che concerne il calcio internazionale è un sostenitore del Tottenham in Inghilterra, dell'Athletic Bilbao in Spagna e del St.Pauli in Germania.