Bologna Calcio Notizie

Le PAGELLE di UDINESE-BOLOGNA 2-1

Rodrigo Palacio.
Rodrigo Palacio.

Le PAGELLE di UGO BENTIVOGLI

SKORUPSKI 6,5. Di fatto si trova sotto di un gol senza aver mai toccato la palla, battuto dal rigore di De Paul. Il secondo tempo, invece, è di sofferenza e compie un piccolo miracolo su Pussetto ma non può nulla sul gol che decide la partita.

MBAYE 5,5. Un palo che poteva essere un gol con più cattiveria al momento del tiro: certe occasioni vanno sfruttate molto meglio se si vuole raggiungere la salvezza che ora sembra davvero lontanissima.

DANILO 6. Contro la sua ex squadra gioca una gara di grande sostanza che offre pochi spazi agli attaccanti avversari ma non basta.

LYANCO 5. Un bellissimo primo tempo, ma ha la gravissima colpa di non ostacolare minimamente Pussetto in occasione dello stacco di testa che costa la sconfitta al Bologna.

DIJKS 5,5. Raddoppi di marcatura, sovrapposizioni, corsa e fisico: un giocatore importante che, però, nel finale quando serve più precisione, si perde.

DZEMAILI 6. Partita di sostanza: non ha più le capacità di corsa di un tempo ma sa comunque organizzare la squadra e darle equilibrio, anche in un partita votata all’attacco come quella di Udine. Dal 31’ st Nagy 5,5. Entra per uno stremato Dzemaili ma la squadra perde un po’ di equilibrio.

POLI 5. Una follia assurda il rigore causato: fare giochini sulla riga di fondo invece di spazzare è costato carissimo al Bologna perché lo svantaggio è arrivato nel momento migliore del Bologna. Dal 21’ st Donsah 5. Entra per dare una spinta importante ma non riesce ad aiutare la squadra che, anzi, prende il gol che decide la partita.

ORSOLINI 6,5. La sua presenza in campo si sta confermando fondamentale: l’assist per il gol di Palacio è fantastico ma non basta per togliere il Bologna dai bassifondi della classifica.

SORIANO 5. Non riesce ancora ad incidere come potrebbe: nel secondo tempo ha la palla buona dal limite ma la svirgola calciando a lato. Dal 35’ st Sansone 5. Entra ma non si vede.

PALACIO 6,5. È una spina costante nel fianco dell’Udinese: oltre a segnare si va a prendere la palla a centrocampo e ha il grandissimo merito di pareggiare prima della conclusione della prima frazione.

SANTANDER 5. Tanta difesa del pallone per far salire la squadra, ma zero pericolosità in zona offensiva per un centravanti che dovrebbe riuscire a far più male alle difese avversarie.

ALLENATORE MIHAJLOVIC 6. L’atteggiamento in una partita decisiva per la salvezza è quello giusto e solo per questo il tecnico merita un voto positivo. Il cambio di mentalità è stato evidente: la squadra sa rendersi pericolosa ma non riesce mai a sfruttare la superiorità creata e ora la salvezza è davvero lontanissima.

ARBITRO MASSA 6. Ovvio che il rigore fa discutere: la trattenuta non è clamorosa ma c’è e fa sicuramente più rabbia il marchiano errore di Poli che avrebbe perso l’avversario se non lo avesse trattenuto.

UDINESE: Musso 6,5; De Maio 6, Nuytinck 6, Troost-Ekong 6; Ter Avest 5,5 (31’ st Sandro 6), Stryger Larsen 6,5, Mandragora 6, De Paul 6,5; Okaka 5,5 (45’ st Teodorczyk sv), Pussetto 7 (42’ st Lasagna sv). All. Nicola 6,5.