Bologna Calcio Notizie

Ecco come cambia il calcio!

Il Congresso Ifab numero 133.
Il Congresso Ifab numero 133.

La 133ª assemblea dell’IFAB, l’organismo che disciplina le regole del calcio, ha varato diverse norme che entreranno a regime da giugno, curiosamente a partire dagli Europei Under21, manifestazione che vedrà come noto la presenza di Bologna come una delle città ospitanti.
Queste nel dettaglio le principali decisioni prese nell’assemblea di Aberdeen.

FALLO DI MANO. Resta inalterato il principio della volontarietà. Tuttavia, anche in caso di involontarietà, verranno sanzionate le braccia in posizione innaturale. All’altezza delle spalle o sopra, se il braccio è più largo del corpo, a prescindere dalla distanza di chi tira. Prende sempre più piede la regola dell’orologio: un’ampia apertura della braccia comporterà maggiori rischi di sanzione.

CARTELLINI e PUNIZIONI. Per sfruttare l’effetto sorpresa e concretizzare il vantaggio, le squadre potranno battere le punizioni prima che l’arbitro abbia comminato la sanzione ad un determinato giocatore, con il direttore di gara che mostrerà il cartellino a fine azione.

AMMONIZIONI ed ESPULSIONI per i TECNICI. Doppio cartellino in arrivo anche per gli allenatori. L’ammonizione, come per un qualsiasi calciatore, rappresenterà un vero e proprio monito: il secondo giallo porterà all’espulsione come per i giocatori. Con l’espulsione si andrà sempre verso la squalifica dell’allenatore per il turno successivo o, nei casi gravi, per più turni.

RINVIO DAL FONDO. Al momento, per poter esser giocato, il pallone deve uscire dall’area. A partire da giugno il portiere (o qualsiasi battitore) potrà servire compagni posizionati all’interno dell’area di rigore ma, allo stesso tempo, anche gli avversari potranno colpire o intercettare il pallone.

La BARRIERA. I componenti della squadra incaricata di battere una punizione diretta dovranno posizionarsi ad almeno un metro dalla distanza della barriera, in qualsiasi posizione, senza più poter disturbare la retroguardia avversaria.

ARBITRO PROTAGONISTA INVOLONTARIO. Qualsiasi contatto del pallone con l’arbitro, qualora favorisse un gol o un assist, genererà una ripresa del gioco con una palla a due, mentre se ciò accadesse in area di rigore la palla finirebbe al portiere.

PALLA A DUE. L’arbitro consegnerà il pallone al giocatore chiamato a giocarlo, con l’avversario che dovrà tenersi alla distanza di 4 metri.

TOCCHI di MANO o BRACCIA sui GOL.Qualsiasi gol realizzato con un tocco di mano o di braccio verrà annullato. Lo stesso avverrà nel caso il tocco di mano/braccio arrivasse successivamente al tocco con un’altra parte del corpo.

CAMBI REPENTINI.Niente più passeggiate tattiche al momento della sostituzione. Le sostituzioni non richiederanno più l’arrivo del giocatore a centrocampo, la sua uscita del campo potrà avvenire nel punto a lui più vicino.

PORTIERI e RIGORI.Libertà di movimento per il portiere sulla linea di porta, a patto che mantenga sempre almeno un piede sulla linea. Il Var potrà intervenire per il rispetto della regola, qualora una parata dell’estremo difensore si verificasse con i piedi entrambi oltre la linea.

About the author

Riccardo Rimondi

Nato a Bologna nel 1995, aspirante giornalista, in passato ha scritto per Calcio Estero News e tuttora collabora con Sport House: da Dicembre 2015 ha iniziato la propria esperienza con Tempi Supplementari Sport Bologna.
Tifosissimo (ovviamente) del Bologna in Italia, mentre per quel che concerne il calcio internazionale è un sostenitore del Tottenham in Inghilterra, dell'Athletic Bilbao in Spagna e del St.Pauli in Germania.