Bologna Calcio Notizie

Pre BOLOGNA-CAGLIARI, Mihajlovic: «Domani vogliamo i tre punti»

Sinisa Mihajlovic in conferenza stampa (foto www.sportpress.it).
Sinisa Mihajlovic in conferenza stampa (foto www.sportpress.it).

Vigilia di Bologna-Cagliari: queste le parole di Sinisa Mihajlovic, intervenuto stamani in conferenza stampa a Casteldebole.

Cagliari prossimo avversario: «La squadra sta meglio fisicamente, soprattutto quelli che hanno giocato domenica scorsa. I ragazzi si sono allenati bene, dobbiamo migliorare dal punto di vista dell’aspetto mentale, stiamo lavorando proprio su questo. Non dobbiamo mollare mai: bisogna saper resistere agli urti delle sconfitte, nel calcio come nella vita, stiamo maturando da questo punto di vista. Il Cagliari è un’ottima squadra, viene da una vittoria contro l’Inter e ha giocatori molto forti, ma noi abbiamo preparato bene la gara, se giochiamo come sappiamo possiamo vincere, sarà importante mantenere la concentrazione per tutti i 90 minuti. Ad Udine abbiamo scelto un approccio più aggressivo per chiudere la gara nei primi 70 minuti, sapevamo di poter andare in difficoltà e purtroppo dopo abbiamo sofferto. I cambi dalla panchina sono fondamentali all’interno di una gara, quindi valuto anche quelli. Purtroppo ci sono solo tre cambi, avere due cambi obbligati ogni volta non è facile».

Errori individuali spesso fatali: «Abbiamo commesso alcuni sbagli in queste gare, errori che fanno tutti e che paghiamo a caro prezzo ogni volta, devo dire che siamo stati un po’sfortunati. Bisogna avere la capacità di soffrire rimanendo lucidi. Le partite si vincono e si perdono anche durante la settimana, non solo la domenica».

Sui singoli e sulla formazione: «Coppia Destro-Santander? Un’idea ma solo a gara in corso, Mattia è tornato in gruppo questa settimana ma ha solo 30 minuti nelle gambe, quasi certamente partirà dalla panchina. Poli? Sempre presente e applicato, il rigore che ci ha procurato ad Udine purtroppo ha complicato le cose, un pallone che poteva gestire meglio: deve imparare a vestirsi e ad essere più ordinato, la sua generosità lo porta ad occupare alle volte zone di campo che non gli competono, spendendo energie inutili. La sua generosità rappresenta un pregio e non un difetto, se usata nella maniera giusta. Lyanco? L’ho voluto perché lo conosco bene, pretendo da lui sia il leader della difesa. Lyanco è giovane ma ha grande personalità, voglio che comunichi molto con Danilo e prenda in mano la difesa».

About the author

Riccardo Rimondi

Nato a Bologna nel 1995, aspirante giornalista, in passato ha scritto per Calcio Estero News e tuttora collabora con Sport House: da Dicembre 2015 ha iniziato la propria esperienza con Tempi Supplementari Sport Bologna.
Tifosissimo (ovviamente) del Bologna in Italia, mentre per quel che concerne il calcio internazionale è un sostenitore del Tottenham in Inghilterra, dell'Athletic Bilbao in Spagna e del St.Pauli in Germania.