Bologna Calcio Notizie

Un toro arrabbiato e pericoloso

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna (Foto Bfc 1909)
Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna (Foto Bfc 1909)

Ecco il 28º e ultimo turno per la Serie A prima della sosta per gli impegni delle Nazionali: Torino e Bologna saranno di scena, nell’anticipo del sabato sera, allo Stadio Olimpico Grande Torino, l’ex Comunale divenuto negli anni la sede esclusiva delle gare casalinghe del Toro.

I padroni di casa sono lanciatissimi: 17 punti nelle ultime 7 giornate di campionato, ruolino di marcia che ha issato i granata al sesto posto, in compagnia dell’Atalanta. Solo la Juventus, negli ultimi 2 mesi, ha raccolto più del Toro: alla luce del derby meneghino in programma domenica sera, gli uomini di Mazzarri proveranno a restare attaccati addirittura al treno Champions League.
Sulla propria strada troveranno però l’ex Sinisa Mihajlovic, esonerato a gennaio 2018 dal club granata, curiosamente proprio prima della sfida in programma contro l’allora squadra guidata da Donadoni. L’ultimo successo interno contro il Cagliari ha rilanciato i rossoblù nella corsa salvezza, la trasferta piemontese si annuncia complicata, ma il solco tracciato dal tecnico serbo consente al Bologna di potersi giocare le proprie carte senza alcun timore reverenziale, contro qualunque avversario.

Sono i 60 precedenti tra le due compagini, sotto la Mole, in Serie A: 31 successi per i padroni di casa, con il 3-0 dell’Epifania 2018 quale ultimo precedente. Ben 20 i pareggi, il più recente dei quali è anche quello più noto: maggio 2009, il rigore trasformato da Di Vaio nel finale di gara permise al Bologna di mantenersi in corsa per la salvezza, poi agguantata proprio ai danni dei granata anche grazie all’ausilio di Milito – allora al Genoa – e compagni. Sono 9 i successi in Piemonte, l’ultimo dei quali non propriamente gratificante: 2-1 nel febbraio 2014, annata dell’ultima retrocessione, con la doppietta di Cristaldo a ribaltare l’iniziale vantaggio granata firmato da Immobile.

Diversi dubbi di formazione per entrambi gli allenatori: partendo da Mazzarri, ballottaggio in mezzo al campo tra Ansaldi e Meitè, con l’ex Atletico Madrid e Zenit avvantaggiato per occupare il ruolo di mezzala, ruolo in cui è stato reinventato con successo dal tecnico toscano. Qualora dovesse, invece, spuntarla il centrocampista francese, l’esterno argentino si sposterebbe sulla sinistra, con Ola Aina traslato a destra e De Silvestri a farne le spese. Verso la panchina Lukic, ancora alle prese con un affaticamento al polpaccio destro.
Il terzetto difensivo non dovrebbe essere toccato, anche se Djidji prova ad insidiare Moretti, mentre in avanti si rinnova il testa a testa tra Iago Falque e Zaza per un posto al fianco dell’inamovibile Belotti: l’attaccante lucano, dopo essere partito dall’inizio contro il Frosinone, dovrebbe far posto al giocatore iberico.

Sinisa Mihajlovic dovrà invece ovviare all’assenza di Santander: Palacio spesso si dimostra più letale in trasferta e contro il Cagliari ha ben figurato da falso nueve, ragion per cui dovrebbe essere preferito a Destro, pronto comunque a subentrare a gara in corso.
Si va, dunque, verso la cavalleria leggera in avanti, con Sansone e Orsolini a supporto dell’argentino. Da valutare la posizione di Soriano, freschissimo ex di turno assieme a Dzemaili, Edera e Lyanco, questi ultimi due però in prestito dai granata: o trequartista o più interno, scelta dettata dal folto centrocampo granata.In mediana uno Dzemaili apparso tirato a lucido dovrebbe essere preferito a capitan Poli: nessun cambiamento in vista per la retroguardia e ovviamente tra i pali. Ecco le probabili formazioni.

TORINO (3-5-2):Sirigu; Izzo, Nkolou, Moretti; De Silvestri, Baselli, Rincon, Ansaldi, Ola Aina; Falque, Belotti. All. Mazzarri.
BOLOGNA (4-2-3-1):Skorupski; Mbaye, Danilo, Lyanco, Dijks; Dzemaili, Pulgar; Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio. All. Mihajlovic.

Arbitro: Maurizio Mariani di Aprilia. Assistenti: Giacomo Paganessi (Bergamo) e Lorenzo Gori (Arezzo). IV Uomo: Davide Ghersini (Can B, Genova). Var: Daniele Orsato (Schio). Avar: Luca Mondin (Treviso).

About the author

Riccardo Rimondi

Nato a Bologna nel 1995, aspirante giornalista, in passato ha scritto per Calcio Estero News e tuttora collabora con Sport House: da Dicembre 2015 ha iniziato la propria esperienza con Tempi Supplementari Sport Bologna.
Tifosissimo (ovviamente) del Bologna in Italia, mentre per quel che concerne il calcio internazionale è un sostenitore del Tottenham in Inghilterra, dell'Athletic Bilbao in Spagna e del St.Pauli in Germania.