Ven. Dic 13th, 2019

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Atalanta-Bologna 2-0 Le pagelle di Tempi Supplementari

2 min read

di Ugo Bentivogli

Mirante 6,5. Incolpevole sui gol subiti, para il rigore che tiene a galla il Bologna, lasciando qualche speranza, poi vanificata dalle espulsioni, di recupero.

Mbaye 4,5. In attacco si propone anche bene ma ha gravi colpe in chiusura sulla rete del vantaggio bergamasco. Rimedia un’espulsione del tutto evitabile per una foga inutile in quel momento.

Gastaldello 5. Si fa saltare troppo facilmente da Diamanti in occasione del primo gol. L’ex bolognese lo porta davvero a spasso. Non è rigore quello che gli fischia ma, già ammonito, doveva evitare a 5’ l’intervento in scivolata su Gomez che gli costa il secondo giallo e la squalifica contro il Verona.

Maietta 5,5. Segna un gol, purtroppo vanificato dal fuorigioco – che c’è – di Brighi. Subisce il fallo, ma non è certo colpa sua, che vale il secondo gol dell’Atalanta.

Morleo 5,5. Non è Masina e si vede. Perde duelli aerei e non riesce a spingere come vorrebbe e, sicuramente, come vorrebbe Donadoni.

Brighi 5. Lotta per quel che gli consentono i suoi mezzi, anche con inserimenti in area, ma senza risultati apprezzabili.

Diawara 5. Sbaglia molti lanci ed è meno presente di altre volte sulle traiettorie di passaggio, peraltro neppure troppo imprevedibili, degli avversari.

Brienza 5. Prova a dar qualità al gioco bolognese ma ci riesce praticamente mai.

Rizzo 4,5. Evanescente e impalpabile: non lascia il segno sulla partita.

Floccari 5. Si nasconde e non si fa mai trovare nell’area bergamasca.

Giaccherini 5. Ci prova e lotta ma la brillantezza del periodo d’oro del Bologna era un’altra cosa. Non è il giocatore in più della prima fase donadoniana.

Dal 1’ st Mounier 5. Non brilla e non cambia la partita.

Da 19’ st Acquafresca 5. Non può far molto con la squadra così poco in forma.

Dal 26’ st Masina 5,5. Qualche pregevole cross ma sarebbe stato bello vederlo prima in campo.

All. Donadoni 5,5. Scelte in avvio, almeno sulla carta, inspiegabili: probabilmente ha voluto dare una scossa alla squadra un po’ addormentata delle ultime partite.

Atalanta (4-2-3-1): Sportiello 7; Masiello 7, Stendardo 6,5, Paletta 6,5, Dramè 6; De Roon 6,5, Cigarini 6,5; Kurtic 6 (dal 27’ st Migliaccio 6), Diamanti 7 (dal 9’ st Raimondi 6); Gomez 7 (44’ st D’Alessandro sv); Pinilla 6. All. Reja.

Arbitro: Giacomelli 4. Molti dubbi sulla conduzione di gara: ed è già un eufemismo. Il gol di Diamanti è chiaramente viziato dal fallo di Pinilla su Diamanti. Resta il dubbio per un intervento Masiello-Giaccherini nel primo tempo che poteva anche essere da rigore. Non c’è il rigore per l’Atalanta, poi parato da Mirante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *