Dom. Set 15th, 2019

Le semifinali che non ti aspetti

3 min read

aja-ataSi è conclusa ieri la prima fase di We Love Football, il torneo internazionale riservato a giocatori nati dal 1 gennaio 2001. Ebbene, le quattro qualificate alle semifinali non sono certamente le formazioni che ci si aspettava di trovare, come ad esempio nel gruppo B, quello di Sasso Marconi, nel quale l’ha spuntata il Paok Salonicco contro avversari dai vivai noti in tutto il mondo, come Ajax, Atalanta e Juventus. Nell’ultimo, inutile – il Paok era già qualificato – gli ellenici sono stati sconfitti 1-2 dalla Juventus (doppietta di Ramadan e rete del momentaneo pareggio di Voutsas).

Nello spettacolare girone A, il Milan non ce l’ha fatta a favore di un’altra italiana, il Torino che aveva vinto lo scontro diretto alla prima giornata. In quest’ultimo turno il Milan ha battuto 3-2 l’interessante Anderlecht con una doppietta di Daniel Maldini, il figlio più giovane di Paolo Maldini, importante prospetto che gioca in attacco con la maglia con cui suo padre prima e suo nonno poi hanno alzato al cielo la Champions League. Ma non è bastato perché il Toro, con una doppietta di Masoello ha avuto ragione del Liverpool battuto 2-1 (autore di Callagher il gol degli inglesi).

Nel girone C chiude imbattuto il Bologna che, però, con tre pareggi e nessuna vittoria non riesce a superare l’Atletico Madrid che alla fine – dopo due pareggi – piazza il successo decisivo per 2-0 contro il Lokomotiv Zagabria (decisive le reti di Cedric e Victor). Per il Bologna un altro 0-0, questa volta contro l’Inter che, se fosse uscito vincitore dall’incontro, sarebbe passato alle semifinali del Dall’Ara.

Infine una delle maggiori sorprese arriva nel girone D: l’Italia Under 15 di serie B chiude con 7 punti e passa alle semifinali grazie al pareggio per 0-0 contro la Fiorentina. A nulla vale, poi, la vittoria dello Zenit sul Borussia Dortmund per 2-1 (reti di Rakcheev e Kvyazev da una parte e Comprobin dall’altra).

Oggi, giorno di Pasqua, le semifinali al Dall’Ara: alle 14,30 Torino-Atletico Madrid e alle 16 Paok Salonicco-BItalia U15.

Ecco le parole di Marco De Marchi al termine della giornata tratte direttamente dalla pagina Facebook de torneo:

«E’ stata una bella prima fase, avvincente, divertente, e ricca di emozioni. Sono contento, perchè personalmente era quello che mi aspettavo e quello che cercavo da questo torneo, in particolare lo spirito, quello che contraddistingue We Love Football. Sinceramente sono rimasto spiazzato perchè pensavo ci sarebbero state altre squadre in semifinale e dunque sono sicuro che sarà uno spettacolo tutto da vivere. Tutte le squadre hanno dato il tutto per tutto e alla fine passano meritatamente quattro ottime compagini: il Paok, una bella squadra con ottimi giocatori e anche qualche talento, il Torino, che dalla sua ha il cuore granata che non muore mai, l’Atletico, squadra tecnica e capace di vincere un girone sulla carta difficile e la B Italia che è la grande sorpresa per tutti fin qui».

I Paok Salonicco, qui contro la Juventus, è una delle realtà più interessanti di We Love Football.
Il Paok Salonicco, qui contro la Juventus, è una delle realtà più interessanti di We Love Football.

Poi prosegue: «Lunedì sarà la ciliegina sulla torta, prima però domani mi aspetto che anche Bologna come città risponda perchè può essere un segnale importante per tutti gli addetti ai lavori che hanno voluto fortemente portare questo evento nella nostra città. Finora Comuni e società ci hanno aiutato e ringrazio pubblicamente tutti, ci hanno appoggiato molto volentieri. So che domani è Pasqua, ma se non sapete cosa fare passate da Via Andrea Costa e aiutateci a vivere dei momenti felici e indimenticabili, aspettando la finalissima di lunedì».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *