Gio. Set 24th, 2020

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Perché il Bologna è salvo matematicamente

2 min read

Il Bologna a Empoli ha ottenuto la salvezza matematica (foto BFC)

Il pareggio, peraltro meritatissimo, di Empoli ha sancito la matematica salvezza del Bologna. Perchè? Molto semplicemente perché intanto il Frosinone ha 31 punti e a 41 non può mai arrivare – anche vincendo con Sassuolo e Napoli, sue prossime avversarie, arriverebbe a 37 – e già questo, almeno per il Bologna, esclude una formazione dalla corsa-salvezza. Ecco tutta la casistica.

CASO 1. C’è la possibilità che il Bologna non faccia più punti mentre Carpi e Palermo vincano entrambe le partite. In questo caso le tre squadre si troveranno tutte a 41 punti. Appurato che due formazioni sarebbero salve a questo punto, la classifica avulsa premia Palermo (6 punti) e Bologna (5 punti) e condanna il Carpi (3 punti). Perché gli scontri diretti sono favorevoli al Palermo: 2-2 e 1-1 col Carpi nonchè 1-0 e 0-0 col Bologna, per un totale appunto di sei punti. Il Bologna, di contro avrebbe 2-1 e 0-0 col Carpi, per un totale di 5 punti e la salvezza in tasca.

CASO 2. Carpi e Frosinone vincono due partite, ma Udinese e Sampdoria – al momento rispettivamente a 38 e 40 punti – non arrivano a 41 punti. In questo caso quella delle due che non arriva a 41 retrocede.

CASO 3. Sarebbe il più incredibile ma non impossibile: il Bologna perde le due partite che restano e si ferma a 41 punti. La Samp pareggia una gara e perde l’altra e si ferma a 41 punti. L’Udinese batte l’Atalanta ma perde col Carpi e sale a 41 punti. Carpi e Palermo vincono entrambe le gare e salgono a 41 punti. Infine l’Atalanta perde con il Napoli e poi le ultime due contro Udinese e a Genoa. E dunque resta come ora a 41. Per il terzultimo posto, quello che costa la retrocessione, sarebbe una gara a due per Carpi e Udinese, con il primo che si salverebbe e la seconda retrocederebbe perché sarebbe la formazione con meno punti in questa classifica a sei squadre (12 punti contro i 13 del Carpi, 13 della Samp, 14 del Bologna, e 15 dell’Atalanta e 16 del Palermo). Ipotesi molto fantasiosa ma possibile.

CASO 4. Non riguarda il Bologna ma solo la retrocessione: l’Udinese rischia grosso se il Carpi vince la prossima partita casalinga contro la Lazio perché i friulani in quel caso devono almeno pareggiare alla prossima in casa dell’Atalanta e poi fare altrettanto col Carpi, scontro chiave all’ultima giornata. Fermo restando il fatto che Carpi e Palermo vincano le due partite e arrivino oltre quota 40. In verità l’Udinese potrebbe anche fermarsi a 38 in questo caso avrebbe perso col Carpi all’ultima di campionato e sarebbe comunque retrocessa anche se il Carpi avesse perso con la Lazio e il Palermo vinto solo con il Verona all’ultima di campionato. Perché se nell’ultimo turno l’Udinese perde in casa col Carpi non solo è raggiunta in classifica dalle rivali ma è in svantaggio in tutti gli scontri diretti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *