Gio. Ago 22nd, 2019

Moto Gp, Dovizioso cade ad Assen, Iannone è quinto

3 min read

Andrea Iannone su Ducati, quinto nella pioggia di Assen (foto Ducati Team).

Le premesse, forse, erano migliori – vista la pole position di Andrea Dovizioso – ma la gara di Assen in Moto Gp è stata funestata dal maltempo. Fermata dopo 14 giri quando era in testa in pilota del Ducati Team, Dovizioso è poi caduto, dando il via libera, decisamente a sorpresa, a Jack Miller su Honda e al capoclassifica del Mondiale, Marc Marquez sulla Hrc ufficiale. Terzo Scott Redding sulla Ducati del Team Octo Pramac. Quinto posto finale per Andrea Iannone, caduto nel corso della prima parte di gara ma in grado di risalire in moto e classificarsi tra i primi. Come detto, sfortunato Dovizioso, in testa nella prima parte di gara e poi scivolato dopo la seconda partenza mentre era in seconda posizione. Ecco dalle pagine del Televideo Rai la classifica del MotoMondiale.

La pioggia battente ha condizionato il TT Dutch Gp, disputato oggi sul circuito di Assen, obbligando la Direzione Gara ad interrompere la gara dopo 14 giri mentre Andrea Dovizioso, partito dalla pole position, era al comando seguito dalla Ducati del Team Pramac condotta da Danilo Petrucci e da Valentino Rossi.

Al secondo via, con la griglia definita dalla classifica della prima frazione e disputata su 12 giri, Dovizioso è scattato bene ed è transitato al secondo posto al termine della prima tornata, ma è poi scivolato alla curva 12 e si è dovuto ritirare. Andrea Iannone, che partiva dalla sesta fila, è riuscito a risalire fino al quinto posto nel corso del quarto giro ed ha poi tagliato il traguardo nella stessa posizione.

In verità le premesse sembravano fantastiche, visto che il warm up del mattino, disputato con pista asciutta, aveva visto i piloti del Ducati Team dimostrare la loro competitività su questo tracciato, con Iannone primo davanti a Dovizioso. Ecco le dichiarazioni a fine gara dei due ducatisti.

Andrea Iannone era caduto nella prima parte di gara (foto Ducati Press).
Andrea Iannone era caduto nella prima parte di gara (foto Ducati Press).

Andrea Iannone. «In generale credo che sia stato un weekend positivo per noi perché sull’asciutto siamo sempre stati competitivi e avevamo buone possibilità per poter concludere bene il weekend nonostante la pioggia, che fino a ieri era un problema per me perché non avevo molta fiducia, e il fatto che sono dovuto partire dall’ultima posizione. In Moto Gp non è mai facile recuperare, però sono contento di entrambe le mie partenze: nella prima dopo il primo giro ero undicesimo e poco dopo già sesto, e quindi forse partendo qualche fila più avanti mi sarei potuto giocare il podio. Anche alla seconda partenza ero molto indietro, in diciassettesima posizione, ma sono riuscito a recuperare bene e a tagliare il traguardo in quinta posizione. Alla fine il risultato di oggi è stato abbastanza positivo per noi e siamo riusciti a portare a casa dei punti importanti.

Andrea Dovizioso è caduto ad Assen mentre era tra i primi (foto Ducati Press).
Andrea Dovizioso è caduto ad Assen mentre era tra i primi (foto Ducati Press).

Andrea Dovizioso. «Ovviamente sono molto deluso perché avevamo fatto un bel weekend e nella prima parte di gara ero primo in condizioni molto difficili, ma poi ha cominciato a scendere davvero troppa acqua ed è stata giusto fermare la gara. In realtà quello che è successo nella seconda partenza è che tutti abbiamo montato la gomma posteriore morbida, che aveva molto più grip ma ha  creato ancora più problemi all’anteriore, che è il motivo di tutte le cadute che ci sono state tra ieri e oggi. Io e Valentino sapevamo di essere i più veloci e ci siamo spronati per andare più forte possibile, ma alla fine abbiamo sbagliato tutti e due. Non ci sono molte scuse quando uno cade, perchè vuol dire che hai fatto un errore, ma quando ci sono così tante cadute in due giorni sull’acqua è importante capirne la ragione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *