Dom. Dic 15th, 2019

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Coppa Italia, quarto turno: Bologna-Hellas, una sfida che vale

2 min read

Di Francesco migliore in campo contro l'Atalanta (foto Twitter Bologna).

Il quarto turno di Coppa Italia vede il Bologna impegnato stasera alle 21 al Dall’Ara contro l’Hellas Verona, nella gara che deciderà la sfidante dell’Inter negli ottavi del torneo, in programma a gennaio 2017 (11 o 18 gennaio le due date previste). La formula è quella utilizzata sino ai quarti di finale: gara singola, in caso di parità al 90’, tempi supplementari, in caso di ulteriore parità si andrebbe ai calci di rigore. Il Bologna non supera il quarto turno dalla stagione 2012-2013: in quell’occasione bastò l’1-0 con il Brescia per andare poi ad espugnare il San Paolo di Napoli, salvo poi arrestare la propria corsa nei quarti di finale ai supplementari contro l’Inter a San Siro. Da allora il Bologna ha collezionato nella coppa nazionale solo magre figure.

Una sfida utile ai due allenatori per utilizzare e valutare quei giocatori che, per un motivo o per l’altro, hanno avuto meno spazio nel corso della stagione: Roberto Donadoni, nella conferenza stampa di ieri a Casteldebole, ha infatti annunciato che in porta dovrebbe giocare Gomis, all’esordio ufficiale in rossoblù, mentre in attacco occasione in arrivo per Di Francesco, al rientro dopo l’infortunio subito con la Nazionale Under 21 più di due settimane fa. A guidare la retroguardia rossoblù sarà Daniele Gastaldello, complice l’ammonizione che impedirà al capitano di essere della gara in quel di Udine lunedì sera: dovrebbero completare la difesa Oikonomou al centro e Mbaye o Krafth e Morleo ai lati. Tridente di centrocampo formato da Donsah, Pulgar – il primo poco utilizzato in quest’inizio di stagione, il secondo solo da subentrante – e Nagy, la cui assenza contro l’Atalanta si è fatta davvero sentire. In attacco, come detto in precedenza, Di Francesco comporrà il tridente assieme a Floccari – ma potrebbe essere schierato anche Destro – e al francese Mounier, una possibilità per il transalpino di mettersi in luce in vista del mercato di gennaio.

Fabio Pecchia, tecnico dei veronesi e uno dei tanti ex della gara, ha invece lasciato a casa pezzi da novanta come Pazzini e Pisano: l’allenatore dell’Hellas scende a Bologna con diverse seconde linee, schierando in porta l’ex Coppola, al centro della difesa il rumeno Boldor, in prestito in Veneto e l’esperto Maresca a centrocampo, pronto ad aiutare due talenti come Zaccagni e Valoti. In panchina un amatissimo ex come Franco Zuculini, rientrato in gruppo solo questa settimana.

BOLOGNA (4-3-3): Gomis: Mbaye, Gastaldello, Oikonomou, Morleo; Donsah, Pulgar, Nagy; Mounier, Floccari, Di Francesco.

HELLAS (4-3-3): Coppola; Bianchetti, Caracciolo, Boldor, Souprayen; Zaccagni, Maresca, Valoti; Gomez, Ganz, Fares.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *