Lun. Dic 9th, 2019

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Lo spettacolo del Dall’Ara

2 min read

La curva Bulgarelli allo stadio Dall'Ara (foto www.bolognafc.it)

Stadi di Serie A sempre più vuoti, mai cosi male negli ultimi 5 anni: è quanto emerge dallo studio degli spettatori delle 20 compagini di Serie A. Sono infatti 21.833 gli spettatori di media nel massimo campionato alla 18ª giornata, in calo (-1,7%) rispetto ai 22.221 registrati nella scorsa stagione alla medesima giornata.

In un trend generale negativo, però, ci sono realtà che possono sorridere, tra cui il Bologna: nelle 9 gare interne finora disputate i rossoblù hanno fatto registrare un totale di 174.268 spettatori, per una media di 19.363 a gara, superiore ai 18.899 (+2,5%) con cui si è chiusa la stagione 2015-2016. Un ottimo dato se si pensa che le big del campionato, grazie alle quali la media spettatori tende ad aumentare, devono ancora giocare al Dall’Ara nel girone di ritorno. Facile dunque intuire come, alla fine della stagione, il Bologna possa ambire a superare quota 20.000 presenze di media allo stadio.

Ben 4 volte in questa stagione, in occasione dei match contro Atalanta, Fiorentina, Palermo e Sassuolo, il Dall’Ara ha fatto registrare più di 20.000 presenze, mentre negli altri 5 match disputati contro Cagliari, Crotone, Empoli, Genoa e Sampdoria non si è comunque mai scesi sotto quota 17.000.

Tanto per rendere l’idea: nello scorso campionato, in otto occasioni, il Dall’Ara non ha raggiunto quote 17.000 spettatori.

Complessivamente il Bologna si piazza all’11º posto in Serie A per media spettatori, pronto a tallonare le vicinissime Lazio (19.456) e Torino (19.639), con la possibilità dunque di chiudere nella Top 10.

Dando un’occhiata alle altre realtà di Serie A, le cose sono andate malissimo a Roma (-17,8%) e Napoli (-22,3%). Male anche Fiorentina (-9,4%), Sampdoria (-7,3 %), Lazio (-7,5 %) e Inter (-4,3%). In crescita, oltre al Bologna, anche il Milan (+12,3%), la Juventus (+3,8%), il Torino (+1,3%) e un sbalorditivo Chievo (+23,5%). Stabili invece piazze quali Sassuolo, Bergamo e Udine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *