Lun. Dic 9th, 2019

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Bologna: la difesa ora ha alzato il muro

2 min read

Erik Pulgar ha segnato su punizione (foto www.bolognafc.it).

I numeri dicono tanto del positivo trend del Bologna: nelle ultime 5 gare sono arrivati 10 punti, che fanno del Bologna la quinta compagine per punti conquistati, alla pari di Atalanta ed Empoli, dietro solo a big del calibro di Inter, Juventus, Roma e Napoli e davanti a realtà come Lazio, Milan e Fiorentina, meglio posizionate nella graduatoria generale.

Intanto la difesa ha eretto un muro davanti a Mirante: sono 3 le reti subite nelle ultime 5 sfide di campionato, quarta miglior difesa dietro alle sole Juventus, Empoli e Roma. Inoltre, in quattro di queste cinque gare, il Bologna ha chiuso senza reti al passivo. Tanto per rendere l’idea, nelle prime 16 gare solo in due occasioni gli uomini di Donadoni hanno concluso la partita senza reti al passivo.

Un dato che salta subito all’occhio: i meriti della difesa arrivano anche grazie allo schermo fatto dal regista difensivo di turno, prima Viviani e poi, dalla gara di Coppa Italia di Milano, Pulgar: nelle ultime 5 gare di campionato le conclusioni totali delle compagini avversarie sono calate del 58%, mentre quelle indirizzate verso la porta di Mirante sono calate del 43%.

Il Bologna non segna tanto, vero, ma i gol realizzati dagli uomini di Donadoni fruttano spesso punti in classifica: ogni gol ha portato in dote al Bologna 1,3 punti, il doppio di realtà come Juventus, Roma e Napoli, nonostante queste tre compagini abbiano tutte realizzato più del doppio delle reti dei rossoblù.

Una difesa sempre più granitica, un centrocampo in grado di dar manforte alla retroguardia e un attacco in grado di mettere a segno reti spesso decisive: le stesse caratteristiche che permisero al Bologna di Donadoni, nella scorsa stagione, di vivere da novembre a febbraio un periodo d’oro, che culminò con lo 0-0 interno contro la Juventus e la parte sinistra della classifica agguantata.

Alla vigilia della sfida con il Cagliari il Bologna si trova al 10º posto, a quota 26 punti: quattro mesi circa al termine del campionato, mantenendo questi numeri, i rossoblù hanno la possibilità di chiudere nella parte onorevole della graduatoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *