Gio. Ott 17th, 2019

Presentata la seconda edizione di We Love Football in campo da mercoledì

3 min read

Per chi ama il calcio e per chi ha la passione per il calcio. E magari per trovare qualche futuro fuoriclasse. Oggi è stata presentata la seconda edizione di We Love Football, la manifestazione bolognese fortemente voluta da Marco De Marchi e dedicata agli Under 15. Come lo scorso anno, anche in questo 2017 le squadre arrivano da tutta Europa. Anzi, in questa edizione da tutto il mondo, visto che i brasiliani del Palmeiras si sono aggiunti all’elenco delle formazioni partecipanti. Così scenderanno in campo, divise in quattro gironi. Eccoli. Girone A: Bologna, Everton, Juventus e Zenit. Girone B: Milan, Atletico Madrid, Italia Under15 serie B, Werder Brema. Girone C: Inter, Paok Salonicco, Anderlecht, Sassuolo. Girone D: Roma, Atalanta, Lokomotiva Zagreb, Palmeiras. Finali e semifinali si giocheranno a Pasqua e Pasquetta allo stadio Dall’Ara, mentre si inizia a giocare mercoledì su tre campi: il nuovo sintetico di Monte San Pietro, al Negrini di Castenaso e al Biavati di Corticella.

Welovefootball1

Nel corso della conferenza stampa alcuni protagonisti hanno presentato l’evento. A iniziare da Marco De Marchi, ex giocatore e procuratore ma anche ideatore e Presidente dell’Associazione Amici di We Love Football: «Il nostro è un torneo che rappresenterà tante realtà differenti. Siamo molto soddisfatti della collaborazione con le istituzioni, quando abbiamo presentato il progetto è stato subito accolto con grande entusiasmo e questo ci riempe di orgoglio».

Già arbitro di finali Mondiali e di Champions League, Nicola Rizzoli lo scorso anno ha diretto la finalissima di We Love Football tra Atletico Madrid e Paok Salonicco. «Ho arbitrato tantissime finali nella mia carriera, ma la finale dello scorso anno di We Love Football la tengo ancora nel cuore. Ho girato tutto il mondo, ho conosciuto tante culture, e sono contento che We Love Football sia riuscito a riunire così tante squadra di Paesi differenti in una realtà medio-piccola come quella di Bologna. Come arbitro sono soddisfatto perchè questo torneo dà la possibilità ai giovani arbitri di cimentarsi in un contesto così importante e internazionale».

Ad una manifestazione bolognese non possono non essere presenti i giovani 2002 rossoblù. Daniele Corazza è il responsabile del settore giovanile Bologna FC 1909: «Per il Bfc è un’opportunità importante: abbiamo l’occasione di confrontarci con ragazzi di tutta Europa. L’anno scorso l’esperienza è stata positiva, siamo usciti nel girone eliminatorio per differenza reti. Quest’anno avremo un girone difficile e cercheremo di fare il massimo per andare avanti il più possibile. Il livello è competitivo perché da questa stagione la Federazione ha istituito un campionato di A e B e noi ci stiamo comportando bene, essendo quinti assoluti. E saremo in campo orgogliosamente anche con la formazione femminile».

Infine, dopo la parola delle istituzioni, ecco Stefania Tschantret, compagna di Marco De Marchi e Presidente Oblivion Production:

«Nel progetto We Love Football ho spinto tantissimo per introdurre già da quest’anno anche il torneo femminile, le donne nel calcio sono il futuro. Il mio obiettivo è quello di avere il prossimo anno 16 squadre femminili” e ne vedremo delle belle. Una forte emozione sarà per tutti noi vedere giocare insieme i nostri ragazzi di We Love Football con la Nazionale Italiana Calcio Amputati, a testimoniare che lo sport unisce ed è senza confini».

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *