Dom. Dic 15th, 2019

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

BOLOGNA-JUVENTUS 1-2, le pagelle

3 min read

Saphir Taider, ha segnato alla Juventus (foto www.bolognafc.it)

LE PAGELLE di UGO BENTIVOGLI

BOLOGNA

DA COSTA 7. Si arrende solo a Dybala e dopo aver parato tutto il parabile, prima sullo stesso Dybala poi su Higuain e prima ancora con un’uscita perfetta fuori area contro lo stesso Dybala. Insomma è un secondo portiere ma che dà grandi garanzie.

KRAFTH 6. Salva su Sturaro che non è certamente un fulmine di guerra a calciare: lo svedesino, però, è bravo a sventare l’occasione migliore a favore della Juventus nel primo tempo. Dal 30’ st Petkovic sv. Non si vede molto in un finale nel quale poteva avere i giusti spazi.

GASTALDELLO 6,5. Bene in difesa contro l’attacco della Juventus che probabilmente non ha il furore dei giorni migliori ma che comunque se ha spazio fa quel che vuole. Finisce con i crampi una gara comunque impegnativa.

TOROSIDIS 6,5. Ottimo al centro con chiusure che possono far pensare ad un futuro da difensore centrale per il greco ex Roma. Ovvio che la velocità non è più quella di un tempo ma il senso della posizione c’è.

MBAYE 6,5. Ha chiuso molto bene la stagione trovando spazio a sinistra, diventando un’ottima alternativa a Masina che potrebbe anche lasciare Bologna se l’offerta fosse quella buona. Sarebbe un peccato ma potrebbe accadere.

TAIDER 6,5. Segna il gol dell’anno in una partita certamente importante per i tifosi ma ben poco per la classifica: forse sarebbe servito più coraggio durante l’anno, visto che il tiro da fuori fa parte del suo repertorio.

VIVIANI 6. Quando i ritmi sono questi è un giocatore da nazionale: è quando si alzano soffre un po’ di più. A cinque milioni certamente è difficile che il Bologna possa riscattarlo.

PULGAR 6,5. Prova a dare solidità a centrocampo e, tutto sommato, gli riesce anche bene. Può piacere o non piacere ma è diventato un giocatore importante per questo Bologna. Dal 41’ st Nagy sv. Entra sulla parità ed esce sconfitto ma 8’ (4’ più 4’ di recupero) sono troppo pochi per valutarlo.

OKWONKWO 6. Gioca dal primo minuto con i grandi: certo fa una certa fatica anche se la velocità fa intendere un futuro interessante. Difficile però pensarlo al centro dell’attacco come nella Primavera.

DESTRO 6. Prova a segnare anche alla Juve, una delle poche squadre che gli mancano ancora

KREJCI 6. Prova a governare la fascia anche se non sempre riesce a fare la cosa giusta, però si vede che è attaccato a questi colori e si impegna sempre al massimo. Dal 23’ st Masina 6. La speranza è che non sia la sua ultima apparizione in maglia rossoblù. Un po’ perché è un ragazzo del vivaio, un po’ perché ha ancora grandi potenzialità: certo l’annata non è stata facile.

ALLENATORE DONADONI 6. Lascia Verdi in panchina e prova Okwonkwo dal primo minuto sulla fascia destra, ruolo che dovrebbe ricoprire il nigeriano tra i grandi. Sono comunque scelte che all’ultima di campionato, a salvezza da tempo aritmetica, si possono fare senza patemi.

ARBITRO MARIANI 5,5. Resta il dubbio sul gol del pareggio della Juventus: certo non è la decisione che cambia la stagione del Bologna e forse neppure la Var avrebbe potuto cambiarne la scelta. Magari Cuadrado poteva anche essere espulso per un secondo giallo. Il fallo su Viviani forse è involontario ma vale comunque il cartellino.

JUVENTUS: Audero 6; Lichtsteiner 5,5, Benatia 6, Barzagli 6, Asamoah 5; Khedira 6 (14’ st Mandzukic 6), Marchisio 5,5 (11’ st Pjanic 6,5); Cuadrado 5, Dybala 6 (34’ st Kean 6), Sturaro 5; Higuain 5. All. Allegri 6.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *