Dom. Set 15th, 2019

Il voto al mercato rossoblù

3 min read

Daniele Gastaldello ha lasciato il Bologna (foto www.bolognafc.it)

Il mercato del Bologna può essere giudicato e valutato partendo da due dati tra di loro correlati. Eccoli. Innanzitutto, la rosa a disposizione di Donadoni era una delle più giovani del torneo (ottava, con un’età media di 26 anni tondi). Durante lo scorso campionato gli uomini di Donadoni, negli ultimi 15 minuti di gara, hanno dilapidato un bottino di 12 punti. Da qui, dunque, la necessità di rinforzare il gruppo con elementi esperti per quel riguarda la Serie A.

Premessa fondamentale, prima di emettere un giudizio: il Bologna ha operato di “tasca propria” senza passare da alcuna cessione per finanziare il mercato in entrata. Una scelta unica, analizzando il mercato delle compagini che verosimilmente occuperanno la parte destra della classifica si può notare come almeno 6-7 di esse abbiano subordinato le entrate alle uscite.

Le offerte e gli interessamenti da parte di diversi club per i vari Masina, Donsah, Verdi e Di Francesco sono state tutte rispedite al mittente, sottolineando la forza della società in sede di trattativa.

IN ENTRATA

Il miglior acquisto estivo è sicuramente rappresentato da Andrea Poli (27 anni). Il centrocampista veneto ha all’attivo oltre 200 presenze in Serie A, inoltre è stato nel giro della Nazionale tra il 2012 e il 2014. Acquisirlo a parametro zero rappresenta la miglior operazione estiva di Bigon, i primi 180’ del torneo hanno dimostrato la sua importanza nel centrocampo rossoblù.

Buon innesto anche quello di Sebastian De Maio (30), per anni al Genoa uno dei difensori più affidabili del campionato: dopo l’annata difficile in quel di Firenze, il centrale è pronto a rilanciarsi a Bologna.  Nelle prime due gare, in coppia con Maietta e Helander, è stato l’artefice di una difesa con una sola rete al passivo.

Rodrigo Palacio (35) porta esperienza nel reparto offensivo: l’attaccante argentino, svincolatosi dopo l’esperienza quinquennale all’Inter, aveva diverse offerte per far ritorno in Argentina già quest’estate. El Trenza ha però deciso di mettersi in gioco sotto le Due Torri. Il profilo non ha certo bisogno di presentazioni.

Occhio all’operazione Cheick Keita (21): il terzino maliano, arrivato a Bologna come vice-Masina, rappresenta uno dei migliori elementi degli ultimi campionati cadetti.

Completano le principali operazioni in entrata gli innesti del centrale Giancarlo Gonzalez (29), finito però nelle retrovie dopo la disastrosa gara interna contro il Cittadella, e della coppia Albiceleste Cesar Falletti (25)-Felipe Avenatti (24): il primo, utilizzato con costanza nel precampionato, deve far fronte all’infortunio rimediato ad inizio agosto contro l’Hoffenheim, mentre Avenatti non ha messo piede in campo durante l’estate, complici i delicati problemi all’apparato respiratorio che ne hanno bloccato le visite mediche. Da segnalare poi il nuovo terzo portiere – ora secondo visto l’infortunio di Da Costa – Antonio Santurro (25). E anche Lorenzo Crisetig (24) può essere considerato un nuovo acquisto, una volta tornato dal prestito dal Crotone.

IN USCITA

Diverse operazioni anche in uscita: con la rivoluzione avvenuta in difesa hanno salutato Bologna Daniele Gastaldello (34), che proseguirà la propria carriera in quel di Brescia, Marios Oikonomou (25) e Alex Ferrari (23), accasatasi rispettivamente a Ferrara e a Verona, sponda Hellas. Il resto delle cessioni è legato a giocatori di rientro dai prestiti o non facenti più parte dei piani di Donadoni: tra i principali nomi, Anthony Mounier (29) ha firmato un triennale con il Panathinaikos, Luca Rizzo (25) ha seguito Oikonomou alla Spal, mentre Filippo Falco (25) riparte da Perugia dopo la stagione da protagonista con il Benevento.

IL VOTO AL MERCATO: 6+, il giudizio è tutto sommato positivo, la ciliegina sulla torta sarebbe stata l’acquisto di un regista di spessore da schierare nel 4-3-3: a nostro avviso la rosa costruita durante l’estate ha tutte le carte in regola per ottenere una salvezza senza patemi, provando a migliorare quanto fatto nello scorso campionato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *