Sab. Ago 15th, 2020

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Pre BOLOGNA-JUVENTUS, Donadoni: «Decisione e convinzione: bisogna giocarsela a viso aperto»

3 min read

(foto www.sportpress.it).

Queste le parole di Roberto Donadoni alla vigilia della sfida contro la Juventus, in programma domani alle 15 allo stadio Dall’Ara.

Banco di prova importante domani contro i sei volte campioni d’Italia: «Grande squadra e grandi giocatori. E’ bello misurarsi contro queste formazioni: serve tanta motivazione ma noi vogliamo mostrare il nostro valore. Sono compagini che difficilmente ti concedono qualcosa, anche noi dobbiamo limitarli il più possibile. La Juventus ha giocatori di grande tecnica, e di personalità. Hanno talmente tante qualità e capacità che possono far male in ogni zona del campo. Non voglio che ci limitiamo a non concedere giocate alla Juve. Vorrei che i ragazzi fossero decisi e convinti, che si giochi a viso aperto. Chi entrerà in campo deve avere questo concetto in testa. Tutti devono essere coscienti e consapevoli che domani è una partita in cui bisogna dare il massimo per dare difficoltà alla Juventus».

Capitolo infortunati, una volte che rischiava di essere importante: «A parte Palacio gli altri sono disponibili. Avenatti sta rientrando piano piano. Mbaye ha recuperato e Poli rientra dalla squalifica».

Occasione persa con il Milan, un rammarico ancora vivo: «C’è ancora rabbia, dobbiamo mettere nella partita di domani quello che ci è mancato contro i rossoneri».

In merito all’assenza di Poli contro il Milan: «I giocatori d’esperienza sono quelli che si mettono a servizio della squadra, non solo coloro che ti risolvono una partita. Sono quei calciatori che trascinano e danno un input importante ai compagni. Andrea Domenica scorsa contro il Milan sarebbe stato sicuramente utile alla causa».

Sulle prime della classe il tecnico bergamasco spiega: «La concorrenza è molto importante. Questa competitività può far trasparire che i bianconeri siano un po’ calati rispetto agli anni scorsi, ma sappiamo che è una grandissima squadra. Ci sono anche tanti altri undici che stanno crescendo e che possono mettere in difficoltà quelle che hanno dominato negli ultimi anni».

Palacio out contro la Juventus: «Domani diventa molto complicato che ci sia, non so quando tornerà, mi auguro che dalla prossima sia disponibile. Okwonkwo? è un giocatore che sta dimostrando di crescere con continuità, questo è importante. Prima o poi capiterà che giocherà dal primo minuto, sta a lui sfruttare al meglio l’eventuale maglia da titolare. E’ sempre differente quando di fronte ti trovi giocatori della primavera e giocatori di Serie A».

Capitolo Krejci: «Sta lavorando con serietà come sempre. Non vuol dire che se gioca un certo giocatore, quello che giocava prima è diventato scarso. Mi auguro possa tornare titolare, uno deve sempre capire che ci sono dei margini di crescita e di miglioramento».

Bologna è alla ricerca del colpo con una grande: «Penso che la crescita passi anche da partite come quella del Milan. E’ facile dall’esterno dire che serve un po’ più di grinta e aggressività, ma bisogna tenere conto che abbiamo a che fare con persone e con le loro sensibilità. Passando per partite così bisogna accrescere l’autostima».

Sulle critiche a Nagy: «Nagy è un ragazzo che si sta sforzando di completare questa sua crescita, con movimenti e situazioni che magari non sono normali per lui. Se non si inseriva facendo accorciare i difensori rossoneri verso la porta Verdi non avrebbe potuto liberarsi per calciare e fare gol».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *