Gio. Ott 17th, 2019

Le PAGELLE di SAMPDORIA-BOLOGNA 4-1

3 min read

Federico Santander (Photo by Mario Carlini / Iguana Press/Getty Images)

Le PAGELLE di RICCARDO RIMONDI

SKORUPSKI 6. Inoperoso nell’arco della gara, non ha responsabilità in occasione delle quattro marcature ospiti.

CALABRESI 5. Caprari gli fa vedere i sorci verdi nell’ora di gara in cui il difensore romano resta in campo. Diffidato prima del fischio d’inizio, con l’ammonizione subita salterà la delicata sfida di Empoli. Dal 17′ st Orsolini 5,5. Più volte decisivo da subentrante, non può nulla in un secondo tempo via via sempre più spento.

DANILO 5. Ramirez ringrazia lo spazio per l’inserimento lasciato dal difensore brasiliano, protagonista con una cattiva lettura in fase d’uscita, e capitalizza con il gol del 3-1.

HELANDER 5. Si dimentica Praet in occasione del primo gol: coinvolto nella serata assolutamente negativa della retroguardia.

MATTIELLO 5.5. Primo tempo discreto, nella ripresa però le sue progressioni vengono neutralizzate con successo dalla retroguardia avversaria.

POLI 6. Ex di turno di lungo data, uno dei pochissimi a salvarsi nella brutta serata del Bologna, e non solo per il gol del momentaneo pareggio. Dal 38′ st Nagy sv. Entra a gara ormai finita.

PULGAR 4,5. Sanguinosa palla persa in occasione del secondo e definitivo vantaggio doriano, in un momento della gara in cui l’inerzia era a favore del Bologna.

SVANBERG 5,5. Serve in mezzo l’insidioso pallone che Poli insacca alle spalle di Audero e si fa notare con una conclusione di poco alta nella ripresa. Le sue qualità tecniche andrebbero probabilmente sfruttate avanzando la sua posizione e il suo raggio d’azione.

KREJCI 5. Gioca in una posizione a lui non consona, come dimostra la mancata chiusura su Quagliarella in occasione del 4-1: sul 3-1, ben servito da Poli, spreca una ghiotta occasione all’interno dell’area che poteva riaprire la contesa.

SANTANDER 6. Vince diversi duelli aerei nel primo tempo, chiamando inoltre Audero alla prima parata di rilievo della gara. Non molla mai sino alla fine, ma nell’economia della gara non può ovviamente bastare.

FALCINELLI 5. Inizio incoraggiante, con un discreto lavoro di schermatura sul play avversario Vieira: il problema è che cala vistosamente alla distanza. Dal 11′ st Palacio 5,5. Più vivo di Falcinelli, ma concretamente non crea pericoli.

ALLENATORE F. INZAGHI 5. Un Bologna più propositivo rispetto a diverse uscite, con diversi rischi presi e purtroppo fatali: più che mai stasera la coperta di squadra si è rivelata corta. Nella ripresa il passaggio al 4-3-3 non porta i frutti sperati: molto del futuro della panchina di Inzaghi e della stagione del Bologna passa dal Catellani.

ARBITRO ABISSO 6. Nessun episodio degno di nota e una gara di fatto chiusa alla fine del primo tempo facilitano la direzione del fischietto siciliano.

SAMPDORIA: Audero 6,5, Bereszynski 6, Tonelli 6,5, Andersen 6,5, Murru 6, Praet 6,5, Vieira 5,5 (17′ st Ekdal 6), Linetty 6,5 (38′ st Jankto sv), Ramirez 7, Quagliarella 7, Caprari 6.5 (20′ st Defrel 6). All. Giampaolo 6,5.