Mar. Set 17th, 2019

Coppa Italia. Le PAGELLE di BOLOGNA-JUVENTUS 0-2

3 min read

Angelo Da Costa (foto www.bolognafc.it)

Le PAGELLE di UGO BENTIVOGLI

DA COSTA 5. È sempre un grande dispiacere dare un voto basso all’Angelo rossoblù: in questo caso, purtroppo, è inevitabile. Forse ha chiamato la palla a Calabresi, forse no: in ogni caso il primo gol è decisamente colpa sua, il difensore aveva il pallone addosso e non era pressato, non aveva proprio senso provare ad anticiparlo. Bastava lasciarla e non sarebbe successo nulla.

CALABRESI 5,5. Coinvolto, suo malgrado, nell’erroraccio che regala il primo gol alla Juventus. Un peccato, perché per il resto la sua partita non è disastrosa anche se spesso si trova sulla strada uno Spinazzola – magari vestisse di rossoblù entro fine mese – piuttosto ispirato.

DANILO 5,5. La difesa non soffre svarioni clamorosi e questo è certamente un merito, ma il piccolo trotto offensivo della Juventus dovrebbe dargli meno affanno di quel che si vede.

HELANDER 6. Una buona prova, tutto sommato. I piedi sono quel che sono e non gli si può pretendere di impostare di fino: ma dalle sue parti comunque si passa a fatica, sfortunato, però, in occasione del raddoppio.

MATTIELLO 5. Fatica enormemente per tutta la gara a servire i compagni del reparto arretrato, anche quando avrebbe lo spazio e il tempo per prendere la mira con più tranquillità. Dal 24’ st Orsolini 6. Comunque dà vivacità alla squadra anche se non fa niente di clamoroso: deve giocare sempre, però.

SVAMBERG 5. Giornata difficile: a centrocampo è stretto tra i colossi bianconeri che lo lasciano respirare molto poco. Dal 18’ st Donsah 5. Il suo ingresso non fa la differenza mentre ha le potenzialità per fare molto di più.

PULGAR 5. Il rinnovo è sicuramente positivo, la prestazione di Coppa un po’ meno: dov’è la precisione sulle palle inattive e sui passaggi che possono ribaltare il gioco? Per vincere sono indispensabili.

SORIANO 5,5. Qualcosa ha fatto vedere anche se ha chiuso la partita decisamente sulle ginocchia: non si può dire che abbia fatto un capolavoro di partita, ma qualcosa su cui lavorare sì.

DIJKS 5,5. Soffre tremendamente le incursioni di Douglas Costa e Bernardeschi quando arrivano dalla sua parte, però spinge bene e resta un giocatore che può far bene con i giusti compagni di reparto.

DESTRO 5. Evanescente: certo giochi una partita e lo fai contro Bonucci-Chiellini. Non il massimo della fortuna, ma qualcosa in più era lecito aspettarsi. Dal 32’ st Palacio 6. Poco tempo a disposizione ma la sua classe è indispensabile per questa squadra: trovi Inzaghi come e quanto impiegarlo.

SANSONE 6. Giocatore che deve diventare fondamentale per l’attacco (asfittico) del Bologna. Qualcosa ha fatto intravedere. Da domenica deve anche farla vedere.

ALLENATORE F. INZAGHI 5. Si ostina nel primo tempo con un 3-5-2 che non ha i giusti interpreti e che, comunque, è troppo difficile per il Bologna. Meglio nel secondo tempo.

ARBITRO LA PENNA 6. Forse c’era una punizione in area su un retropassaggio che, probabilmente era volontario, di Bonucci a Szczesny. Ma non ha influito più di tanto sul risultato. I gol sono validi e i gialli ci stanno tutti.

JUVENTUS: Szczesny 6; De Sciglio 5,5, Bonucci 6, Chiellini 6,5, Spinazzola 6,5 (35’ st Alex Sandro sv); Emre Can 6, Pjanic 6, Khedira 6; D. Costa 6 (32’ st Dybala sv), Kean 6,5 (17’ st Ronaldo 5,5), Bernardeschi 6,5. All Allegri 6.