Dom. Set 15th, 2019

Le PAGELLE di BOLOGNA-JUVENTUS 0-1

3 min read

Andrea Poli, tra i migliori contro la Juventus.

Le PAGELLE di UGO BENTIVOGLI

SKORUPSKI 6,5. Un primo tempo del tutto inoperoso, anche se una conclusione di Bernardeschi gli mette i brividi, visto che sorvola di un soffio la traversa alla sua destra. Bravo nell’ordinaria amministrazione, non può nulla sulla conclusione di Dybala.

MBAYE 6. Ha spesso spazio per correre ma mette molta attenzione e si sgancia soltanto quando si sente sicurissimo, comunque la concentrazione non manca, e ne ha bisogno visto che spesso il suo avversario diretto si chiama Cristiano Ronaldo, per carità in versione molto appannata, ma pur sempre uno dei migliori giocatori del mondo. Si divora un gol clamoroso da due passi: forse non se lo aspettava e non è rapido e consente ad Alex Sandro di fare scudo col proprio corpo alla sua conclusione, salvando la Juventus.

DANILO 6,5. Determinazione e cattiveria agonistica ma sempre con grande attenzione: è uno dei primi ad aver fatto suoi i nuovi diktat di Sinisa Mihajlovic. E ora è un giocatore fondamentale per questa squadra.

HELANDER 5,5. Ingaggia un duello fisico con Mandzukic e non è che lo perda spesso: quando il capitano della Juventus arriva dalla sua parte fatica sempre. Purtroppo svirgola il rinvio che permette a Dybala di segnare il gol del vantaggio bianconero.

DIJKS 6,5. Un freccia sulla fascia sinistra: fisico e corsa, ma anche la buona tecnica della scuola olandese, o meglio dell’Ajax. In questo momento è un giocatore imprescindibile per la squadra rossoblù.

SORIANO 6. Riesce a sdoppiarsi perfettamente nella fase difensiva, come nella fase offensiva, però fatica a trovare la porta, anche se ha le occasioni per far male alla Juventus.

PULGAR 6,5. Gioca bene ma commette davvero un fallo ingenuo e del tutto inutile su Ronaldo – lontanissimo dalla porta e sulla fascia laterale – che gli costa l’esclusione nella partita fondamentale contro l’Udinese. Un vero peccato. Dal 40’ st Falcinelli sv. È un po’ la mossa della disperazione che rischia quasi di riuscire se non fosse per il salvataggio di Chiellini.

POLI  6,5. Dà grande consistenza al centrocampo, corre, lotta, si sbatte: anche lui è un giocatore chiave di questo nuovo Bologna: del resto la qualità di una squadra passa sì dal sacrificio di tutti, ma principalmente dal centrocampo. Dal 33’ st Donsah 6. Entra nel finale per far rifiatare un Poli che ha davvero dato tutto quel che aveva.

EDERA 6. Tante rincorse all’indietro per non farsi sorprendere dagli inserimenti di Alex Sandro ma anche una bellissima conclusione che esce di un soffio a lato. Un giocatore comunque importante per la squadra. Dal 7’ st Orsolini 6. Mihajlovic non vuole cali di tensione e vuole sempre tenere la Juventus sul chi vive sulle fasce: e Orsolini è l’uomo giusto per farlo. Nel finale graziato da Calvarese: l’intervento su Dybala è quasi da rosso e non rimedia neppure il giallo, ma era il caso di tenere i nervi saldi, pensando anche al futuro.

SANSONE 6,5. Fa quasi sempre la cosa giusta: è un giocatore determinante per il gioco di Mihajlovic che gli chiede quella qualità che per il tecnico è sempre fondamentale.

SANTANDER 6,5. Lotta e si sbatte come sempre su ogni pallone, sfiorando anche il gol con un bella conclusione dal limite: lo stadio Dall’Ara trattiene il fiato quando rimane a terra dopo essere ricaduto male da uno stacco di testa. Per fortuna è in grado di riprendere e tornare al suo posto.

ALLENATORE MIHAJLOVIC 7. Ormai il suo Bologna ha una fisionomia ben precisa che fa malissimo alla Juventus, come aveva fatto soffrire le pene dell’inferno alla Roma. Tanti giocatori nell’area avversaria nelle fasi d’attacco e tanto sacrificio per tutti nei ripiegamenti.

ARBITRO CALVARESE 6. A parte farsi trovare un paio di volte sulla strada dei rossoblù, quasi da difensore aggiunto della Juventus, non fa grandi danni. L’ammonizione a Pulgar è inevitabile.

JUVENTUS: Perin 6,5; De Sciglio 5, Bonucci 6, Rugani 5,5, Alex Sandro 6 (14’ st Dybala 6,5); Bernardeschi 6,5 (42’ st Chiellini sv), Betancur 6,5, Matuidi 6,5 (33’ st Pjanic 6); Cancelo 5,5, Mandzukic 5, C. Ronaldo 5. All. Allegri 6.