Dom. Set 15th, 2019

Caccia grossa ai punti salvezza

3 min read

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna (Foto Bfc 1909)

Primo dei tre impegni in una settimana per il Bologna: avversario del 30º turno il Sassuolo, di scena domani alle 18 al Dall’Ara in uno dei due posticipi domenicali di giornata.
Con un obiettivo dichiarato: proseguire sulla strada intrapresa a Milano a inizio febbraio, quella di una squadra pimpante, propositiva e combattiva. I due successi consecutivi contro Cagliari e Torino hanno rinvigorito una classifica pericolante dopo la sconfitta di Udine: le sfide interne contro Sassuolo e Chievo rappresentano due occasioni da non farsi assolutamente sfuggire per provare a conquistare una salvezza che solo due mesi fa sembrava quasi impossibile. Due gare intervallate dalla complicata trasferta infrasettimanale di Bergamo, al cospetto di un’Atalanta in piena corsa per l’Europa League.

Dopo una prima parte di stagione vissuta stabilmente a cavallo della parte sinistra della classifica, con vista sull’Europa, il Sassuolo ha decisamente rallentato il proprio passo: 7 punti nelle prime 9 uscite nel girone di ritorno, la metà esatta di quanto raccolto nelle stesse giornate del girone d’andata, con 1 successo negli ultimi 3 mesi.
Non ingannino i numeri: la truppa di De Zerbi, sicuramente segnata dall’addio invernale di Boateng, farà visita al Dall’Ara per raccogliere i classici punti della tranquillità.

Pochi i precedenti tra le due compagini, nella massima serie, sotto le Due Torri: 1 successo a testa, quello dei padroni di casa nel febbraio 2018 grazie ad una punizione in extremis di Pulgar, mentre Floro Flores rovinò nell’agosto 2015, sempre nel finale di gara, la prima tra le mura amiche in Serie A degli allora uomini guidati da Delio Rossi. Completano il quadro i due pareggi (0-0 e 1-1) maturati rispettivamente nelle stagioni 2013/14 e 2016/17.

Diversi dubbi di formazione per entrambi i tecnici: partendo da Mihajlovic, il tecnico serbo dovrà far fronte all’assenza per squalifica di Lyanco, espulso nel concitato finale di Torino. Favorito Helander per prendere il posto del brasiliano, più defilate le posizioni di Calabresi, ancora alla ricerca dei primi minuti con Mihajlovic, e di un Gonzalez in uscita verso i Galaxy, nonostante la società lo abbia (almeno temporaneamente) bloccato proprio per la squalifica di Lyanco. Ma, va ricordato, che il mercato made in Usa chiude a fine maggio.L’altro grande dubbio è legato alla zona mediana del campo: nonostante il recentissimo rientro dagli impegni con il Cile, Erick Pulgar dovrebbe trovare una maglia da titolare, supportato da uno tra Poli e Dzemaili, con il centrocampista veneto avanti nel ballottaggio ma pronto alla staffetta in corso d’opera proprio con lo svizzero.
Attacco che segna non si tocca: Soriano agirà nelle vesti di trequartista affiancato dal grande ex Sansone sulla sinistra e Orsolini sulla destra, con Palacio nel ruolo di centravanti. Pronti a dar manforte Edera e Destro a gara in corso, per il rientro di Santander invece ancora da attendere qualche giorno.

Il tecnico bresciano è invece in apprensione per le condizioni di Magnanelli, Berardi e Duncan: l’attaccante calabrese potrebbe comunque farcela, pronto a schierarsi in avanti al fianco di Babacar e del giovane Boga, con Djuricic e l’ex Di Francesco in panchina.
Più difficile il recupero dei due centrocampisti: in tal caso spazio al 3-4-3, con Locatelli-Sensi coppia centrale a centrocampo, Lirola e Rogerio ai loro lati e l’inserimento del turco Demiral in difesa, a fianco di Ferrari e di un Peluso reinventato centrale di difesa. Con Duncan in campo i due esterni di centrocampo arretrerebbero al ruolo di terzini (con Peluso a farne le spese), Locatelli vertice basso del centrocampo e il ghanese a fianco di Sensi nel ruolo di mezzala. Ecco le probabili formazioni.

BOLOGNA(4-2-3-1):Skorupski; Mbaye, Danilo, Helander, Dijks; Poli, Pulgar; Orsolini, Soriano, Sansone, Palacio. All. Mihajlovic.
SASSUOLO (3-4-3):Consigli; Demiral, Ferrari, Peluso; Lirola, Locatelli, Sensi, Rogerio, Berardi, Babacar, Boga. All. De Zerbi.

Arbitro: Marco Guida di Torre Annunziata. Assistenti: Lorenzo Manganelli (Imperia) e Pasquale De Meo (Foggia). IV Uomo: Marco Serra (Can B, Torino). Var: Davide Massa (Imperia). Avar: Stefano Alassio (Imperia).