Dom. Set 15th, 2019

Pre BOLOGNA-SASSUOLO, Mihajlovic: «Peccato per la sosta: è necessario ripartire al meglio»

2 min read

Sinisa Mihajlovic in conferenza stampa (foto www.sportpress.it).

Bologna-Sassuolo è una gara fondamentale per la salvezza e le parole di Sinisa Mihajlovic quanto mai motivanti.

Si torna, dunque, di nuovo in campo dopo la sosta: «I ragazzi rimasti a Casteldebole si sono allenati bene, il grosso del lavoro è quello di riportare il gruppo allo stato d’animo presente prima della sosta, una sosta che non ci ha aiutato e da cui sarà importante tornare con la testa giusta per la gara contro il Sassuolo, squadra che gioca molto bene e che saprà metterci in difficoltà poiché dotata di giocatori molto forti. Per via degli impegni con le Nazionali ci sono mancati 8-9 elementi ma fa parte del gioco, l’aspetto più importante e da curare maggiormente è quello mentale. Certo, sicuramente sarebbe stato meglio sfidare il Sassuolo qualche settimana fa, ma bisogna giocare ogni gara e tutto dipende da noi. Domani è una gara fondamentale, dobbiamo vincere e sappiamo di poterlo fare, manterremo il nostro modo di giocare e la nostra mentalità, la stessa messa in campo contro squadre come Roma e Juventus, di certo non aspetteremo dietro il Sassuolo».

I tifosi e l’euforia dell’ambiente è sempre importante: «L’euforia non è mai negativa, dovremo prestare attenzione e restare equilibrati, esattamente come quando le cose andavano male. Mancano 10 gare, continuando ad allenarci, a giocare con questo spirito e con la consapevolezza di potercela fare abbiamo buone possibilità di mantenere la categoria, mentalmente abbiamo più fiducia ma non dobbiamo dimenticarci dove siamo stati e i momenti difficili vissuti dalla squadra quest’anno. Con l’aiuto dei tifosi, che ci sono stati vicini anche in momenti più difficili di questo, raggiungere la salvezza sarà più facile, ma solo alla fine faremo i conti e vedremo quanto siamo stati bravi».

C’è anche il rischio di possibili defezioni: «Valuteremo le condizioni di Pulgar e Gonzalez, i cui problemi non sono fisici ma dettati dal viaggio e dal fuso orario, valuterò entrambi e deciderò se impiegarli o meno, se mi assicurano di potercela fare potrebbero essere in campo domani. Helander? Lamenta un fastidio alla caviglia ma ha giocato con la Svezia, il problema non è peggiorato. Sarà tra i convocati, poi deciderò domani se utilizzarlo o meno».

Si torna anche sullo storico successo della Primavera al Viareggio: «Un grandissimo risultato per i ragazzi e per il club, sono entrati nella storia, se ne parlerà anche in futuro. Siamo tutti molto contenti, ma al momento non mi sento di chiamare nessuno di loro in prima squadra, devono restare concentrati e raggiungere l’obiettivo della promozione in Primavera1».