Bologna Calcio Notizie

Un’ostica Doria sulla strada del Bologna

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna (Foto Bfc 1909)
Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna (Foto Bfc 1909)

Classico sabato pasquale per la Serie A, ad eccezione di Napoli-Atalanta, in campo lunedì sera allo Stadio San Paolo per via del recente impegno europeo dei partenopei: nel primo dei quattro impegni tra le mura amiche previsti sino al termine del torneo, il Bologna ospiterà la Sampdoria in una sfida valida per la 33ª giornata di campionato.

L’obiettivo non può che essere quello di arrivare allo scontro diretto contro l’Empoli, in programma fra sette giorni sempre al Dall’Ara, con identico o superiore vantaggio in classifica. Dunque occhi e orecchie dei presenti allo Stadio saranno dunque fisiologicamente sintonizzati anche alla sfida – in contemporanea – tra gli azzurri e la Spal, con i toscani alla disperata ricerca dei 3 punti e gli estensi di un risultato positivo che permetterebbe loro di ipotecare la salvezza.

Ma prima di tutto bisogna pensare alla Sampdoria, con la consapevolezza di essere padroni in tutto e per tutto del proprio destino. Vincendo il derby della Lanterna i blucerchiati si sono rilanciati nella corsa europea, portandosi a 5 punti da quel 6º posto che garantirebbe i play-off di EuropaLeague. Senza dimenticare quel 7º posto distante 4 punti, potenzialmente valido per l’accesso alle Coppe, qualora la vincente della Coppa Italia dovesse già essersi qualificata alla Champions League, cosa ancora possibile.

Il passato è certamente confortante e possibilmente da confermare: nei 46 precedenti nella massima serie i rossoblù si sono imposti per 21 volte. Nella scorsa stagione Verdi mise la pratica in discesa per gli allora uomini di Donadoni, capaci di chiudere la contesa sul 3-0. Sono 18 i pareggi tra le due compagini, con il 2-2 della stagione 2013-14 quale segno X più recente, mentre l’ultimo dei 7 successi doriani risale al 2003-04, con Cristiano Doni marcatore decisivo.

Capitolo formazioni: il grande ex Mihajlovic – 4 anni in blucerchiato da giocatore e 2 da allenatore – dovrà far fronte all’assenza per squalifica di Dijks e Santander. La soluzione più naturale per sostituire il terzino olandese sembra quella di Mbaye dirottato a sinistra, con Calabresi inserito a destra, ma attenzione all’ipotesi Krejci, essendo la Sampdoria squadra priva di esterni offensivi veri e propri, oltre che squadra dal gioco sviluppato prettamente in profondità. Mattiello è recuperato ma non sarà della gara, almeno dall’inizio, come annunciato dallo stesso Mihajlovic nella conferenza stampa pre-gara.
Il dualismo Dzemaili-Poli sembra aver preso una piega ben precisa: lo svizzero titolare tra le mura amiche, quando si tende a dover far la partita, mentre il centrocampista veneto gioca dall’inizio principalmente in trasferta, occasioni in cui bisogna serrare maggiormente i ranghi.Del resto si va verso la conferma dell’undici di Firenze: Destro recupera e si accomoderà in panchina, pronto eventualmente a dar manforte ad un reparto offensivo guidato dal solito Palacio, supportato ai lati da Sansone e Orsolini e sulla trequarti da un altro ex come Soriano che proprio tra le file della Samp ha vissuto una delle sue annate migliori.

Marco Giampaolo dovrà invece ovviare all’assenza per squalifica del più noto ex, Manolo Gabbiadini, seppur l’attaccante bergamasco non rappresenti una pedina titolare nell’undici del tecnico doriano. I pericoli principali arriveranno dall’attacco, con l’ex rossoblu per eccellenza Ramirez a supportare ed innescare un Quagliarella con gli anni sempre più prolifico ed un ritrovato Defrel.In difesa mancherà Tonelli, giocatore a lungo trattato dal Bologna nella scorsa sessione estiva: il centrale toscano è sempre meno utilizzato da Giampaolo a causa del vincolo legato alle presenze stagionali che, se raggiunte, costringerebbero la Sampdoria a riscattare obbligatoriamente il giocatore attualmente in prestito dal Napoli. Ecco le probabili formazioni.

BOLOGNA (4-2-3-1):Skorupski; Calabresi, Danilo, Lyanco, Mbaye; Dzemaili, Pulgar; Sansone, Soriano, Orsolini; Palacio. All. Mihajlovic.
SAMPDORIA (4-3-1-2):Audero; Sala, Colley, Andersen, Murru; Praet, Ekdal, Linetty; Ramirez; Defrel, Quagliarella. All. Giampaolo.

Arbitro: Maurizio Mariani di Aprilia. Assistenti: Alfonso Marrazzo (Frosinone) e Alberto Tegoni (Milano). IV Uomo: Eugenio Abbattista (Can B, Molfetta). Var: Massimiliano Irrati (Pistoia). Avar: Alessio Tolfo (Pordenone).