Mar. Set 17th, 2019

Le PAGELLE di BOLOGNA-EMPOLI 3-1

3 min read

Riccardo Orsolini ha segnato il gol del vantaggio contro il Parma (Foto pagina Facebook Official Orsolini).

Le PAGELLE di UGO BENTIVOGLI

SKORUPSKI 6. Ha sulla coscienza il gol che apre la partita – e soprattutto dà coraggio a un Empoli contratto – e a fine primo tempo sta per fare la frittata ma per fortuna rimedia anche se goffamente. Nel secondo tempo salva su Caputo che colpisce di testa da due passi a colpo sicuro.

MBAYE 6. Pensa naturalmente più a difendere che a offendere ma nel momento della massima pressione servirebbe anche il suo apporto: di testa a fine primo tempo sarebbe bastato un leggero tocco per un pari che avrebbe cambiato tutto.

DANILO 6,5. Alla fin fine Caputo, pericolo pubblico numero uno non è mai particolarmente efficace sotto porta e quindi il suo lo fa.

LYANCO 6,5. Vedasi Danilo: non soffre gli avanti empolesi, contribuisce a far partire il gioco come sa far lui. Non una giornata semplice ma neppure troppo complessa.

DIJKS 7. Spinge sulla fascia e mette palloni in mezzo anche se non ci sono torri da servire che possano far male alla difesa, un po’ rabberciata, dell’Empoli ma è determinante in spinta e copertura per tutta la partita.

PULGAR 6. La palla non gira così velocemente da mettere in crisi la retroguardia e il centrocampo dell’Empoli dopo il vantaggio toscano: contribuisce a chiudere gli avversari nella propria area a fine primo tempo ma non trova mai la stoccata vincente. Dal 34’ st Poli 6. Fa rifiatare un Pulgar che ha speso tanto nel primo tempo per tenere sotto pressione l’Empoli.

DZEMAILI 6. Non grande qualità nelle sue giocate: prova a scatenare il destro in un paio di circostanza ma viene sempre rimpallato dalla difesa empolese.

ORSOLINI 7. Pajac commette fallo su di lui l’arbitro Mariani lascia correre – e pure il Var, va detto – fatica nel primo tempo ma esplode nel secondo, come il suo sinistro che usa mirabilmente e alla fine insacca il gol che vale una fetta di salvezza.

SORIANO 6,5. In una giornata non proprio splendida sino a quel momento trova forse la rete più importante della stagione con un colpo di testa che porta il Bologna, meritatamente, in pareggio e cambia anche l’inerzia della gara. Dal 48’ st Krejci sv. Doveva entrare per Sansone ma i crampi fermano l’autore del gol del pari.

SANSONE 7. Un primo tempo con un solo tiro a giro che costringe però Dragowski alla grande parata: nel secondo tempo invece sale di livello e contribuisce in maniera determinante alla riscossa bolognese con il cross del pari e la rete della sicurezza dopo un mirabile contropiede.

PALACIO 6,5. Aveva segnato la sua prima rete al Dall’Ara ma è in fuorigioco di una testa: sarebbe stato forse il gol-salvezza anche perché l’Empoli sembrava oramai in ginocchio e senza energie per reagire. Dal 27’ st Santander 6. Entra bene in partita e serve subito una buona palla che consente a Dzemaili di andare al tiro dal limite.

ALLENATORE MIHAJLOVIC 7. Malgrado il gol subito nel primo tempo non fa cambi e dà fiducia ai suoi giocatori che lo ripagano con una ripresa tutta all’attacco come piace a lui.

ARBITRO VALERI 5,5. Restano tanti dubbi sul gol del vantaggio empolese, rivisto con un silent-check anche al Var ma la sensazione è che Pajac il fallo su Orsolini lo faccia davvero. Per il resto un’onesta gestione di falli e cartellini.

EMPOLIDragowski 6,5; Veseli 5,5, Nikolau 6, Rasmussen 6 (41’ st Mchedlidze sv); Bennacer 6, Traore 6, Krunic 5, Pajac 6,5 (37’ st Pasqual sv); Caputo 5,5, Farias 5 (22’ st Acquah 6). All. Andreazzoli 6.