Dom. Set 15th, 2019

Un grande sogno da coltivare

3 min read

Roberto Soriano giocherà titolare contro il Brescia (Foto Il Messaggero)

Dall’incubo retrocessione al sogno decimo posto: questa la principale motivazione per un Bologna chiamato ad affrontare il Napoli nella 38ª e ultima giornata di campionato, con calcio d’inizio al Dall’Ara domani sera alle 20,30. Non si è resa infatti necessaria la contemporaneità con determinate sfide, non essendo le due squadre chiamate a raggiungere piazzamenti europei o di permanenza nella categoria.

Un posizionamento a sinistra garantirebbe qualche milione di euro in più proveniente dai diritti televisivi: inoltre un eventuale successo, condizione necessaria per poter poi sperare domenica sera nel 10° posto, permetterebbe di eguagliare le sette vittorie casalinghe consecutive firmate da Guidolin nella stagione 2002-03.
Avversario di turno un Napoli senza più nulla da chiedere al proprio campionato e alla propria stagione da diverse settimane a questa parte, ma pur sempre la seconda forza del campionato reduce da quattro vittorie consecutive, tra cui l’ultimo successo che ha complicato – e non di poco – la corsa Champions dell’Inter.

Sono 59 i precedenti tra le due compagini al Dall’Ara: il bilancio sorride al Bologna con 30 vittorie, 13 i pareggi e 16 sconfitte. Protagonista dell’ultimo successo Mattia Destro, autore della doppietta che permise ai rossoblù di superare 3-2 un Napoli salito sotto le Due Torri, nel dicembre 2015, fresco di primato in classifica. Di contro, da sottolineare il tremendo 7-1 rimediato nella stagione 2016-17: una serata da incubo che sembrava non terminare mai. L’ultimo pareggio risale al 2-2 del gennaio 2014, con la rete firmata da Rolando Bianchi negli ultimissimi minuti di gara.

Diverse defezioni per entrambi gli allenatori: oltre al lungodegente Mattiello potrebbero non essere della gara nemmeno Poli e Sansone, costretti al differenziato nella giornata di ieri alla ripresa degli allenamenti.In mediana potrebbe dunque ritrovare spazio Dzemaili, mentre in avanti si va verso la conferma di Destro centravanti, con Palacio e Orsolini ai suoi fianchi e Soriano nelle solite vesti di trequartista: non dovrebbero essere previste altre variazioni di formazione rispetto agli undici scesi in campo contro la Lazio nell’ultimo Monday Nightche ha regalato la salvezza matematica al Bologna.

Ancelotti dovrà invece sopperire alle assenze per squalifica di Koulibaly e Allan, diffidati ed ammoniti contro l’Inter: al posto del centrale senegalese il giovane Luperto è favorito su Maksimovic, mentre per far fronte all’assenza del brasiliano si va verso la coppia Zielinski-Ruiz in mezzo, supportata ai lati da Callejon e Younes, in vantaggio sull’ex Verdi.Coppia Insigne-Mertens in avanti, verso la panchina il capocannoniere stagionale dei partenopei Milik. Ultimi ballottaggi quelli riguardanti la porta e i terzini: Karnezis dovrebbe aver la meglio su Meret, Ghoulam e Malcuit rispettivamente su Mario Rui ed Hysaj. Ecco le probabili formazioni.

BOLOGNA (4-2-3-1):Skorupski; Mbaye, Danilo, Lyanco, Dijks; Dzemaili, Pulgar, Orsolini, Soriano, Palacio, Destro. All. Mihajlovic.
NAPOLI (4-4-2):Karnezis; Malcuit, Albiol, Luperto, Ghoulam; Callejon, Zielinski, Ruiz, Younes; Insigne, Mertens. All. Ancelotti.

Arbitro: Aleandro Di Paolo di Avezzano (Can B). Assistenti: Christian Rossi (Can B, La Spezia) e Luigi Rossi (Can B, Rovigo). IV Uomo: Fabio Piscopo (Can B, Imperia).Var: Gianluca Manganiello (Pinerolo).Avar: Mauro Galetto (Rovigo).