Ven. Nov 22nd, 2019

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Le PAGELLE di BOLOGNA-INTER 1-2

3 min read
Giocatore per giocatore le pagelle dei giocatori del Bfc dopo Bologna-Inter dell'11ª giornata di serie A

Roberto Soriano(Foto Il Messaggero)

Le PAGELLE di UGO BENTIVOGLI

SKORUPSKI 7. Era riuscito ad evitare anche il gol del pareggio che ha dato il là alla rimonta interista ma i suoi compagni non sono stati all’altezza. Tra i pali un drago, con i piedi qualche problemino lo crea al Bologna, soprattutto nel primo tempo cedendo la palla a Lautaro Martinez.

MBAYE 5. Non ha giocato una brutta partita, però ha sulla groppa la responsabilità di aver perso la palla che vale l’azione che porta alla vittoria dell’Inter.

DANILO 6. Gli avversari sono i peggiori possibili: Lautaro Martinez e Lukaku sanno sempre come muoversi e lo fanno nel miglior modo possibile mettendo in crisi la retroguardia bolognese. Però non ha colpe sui gol.

BANI 6. Soffre tremendamente Lautaro Martinez, rapido e guizzante ma salva sulla botta a colpo sicuro di Lukaku dopo la svista clamorosa di Skorupski.

KREJCI 6. Il 3-5-2 di Conte lo invoglia a buttarsi nello spazio che si crea alle spalle di Lazaro ma tatticamente l’Inter si sa muovere e trova spesso il corridoio alle sue spalle.

POLI 7. La diga a centrocampo funziona al meglio, e impedisce all’Inter, di fare il suo gioco con tranquillità; un apporto di quantità e qualità incredibile. Dal 27’ st Medel 5,5. Il suo ingresso non porta fortuna al Bologna.

SVANBERG 6,5. Un tiro che mette i brividi ad Handanovic: comunque tanta qualità al servizio del Bologna. È indubbiamente un valore aggiunto per questa squadra.

ORSOLINI 5,5. Aiuta la squadra in fase di copertura e ha anche un paio di buone opportunità per far scattare il suo sinistro che, però, non fa male al solito, attentissimo, Handanovic. Poi nel finale causa il rigore che vale la vittoria dell’Inter, un rigore un po’ troppo generoso.

SORIANO 7. In pressione costante su Brozovic per impedirgli di orchestrare con tranquillità il gioco dell’Inter: una pressione che costringe spesso il regista interista all’errore, poi corona la sua giornata con un gol molto importante. Dal 31’ st Dzemaili 6. Entra con il Bologna in affanno sulla pressione continua, anche se non proprio 

SANSONE 6. L’Inter è la sua vittima preferita ma fa davvero fatica a trovare lo spazio giusto per far male ai rivali che in difesa giganteggiano. Dal 39’ st Santander sv. Non si vede più di tanto contro i colossi interisti.

PALACIO 6. Palacio è sempre Palacio e le qualità di uno dei tanti ex della gara non si discutono, ma il trio Skriniar, De Vrij e Bastoni gli lascia davvero poco spazio. 

ALLENATORE MIHAJLOVIC 6,5. Non è in panchina ma il suo spirito non lascia mai la squadra: voleva un Bologna coraggioso e l’ha avuto. Gli errori ci sono e ci saranno sempre ma la squadra ha giocato a viso aperto contro la prima candidata al titolo in questo torneo di serie A.

ARBITRO LA PENNA 5. All’inizio due decisioni sbagliate tolgono altrettanti angoli al Bologna ma almeno giudica bene annullando le due reti di Lautaro Martinez e Lukaku. Il rigore che decide la partita è quanto meno dubbio: Lautaro Martinez sicuramente si butta, forse sfiorato da Orsolini.

INTER: Handanovic 6,5; Skriniar 6,5, De Vrij 6, Bastoni 5,5; Lazaro 6,5 (39’ st Politano sv), Gagliardini 5 (27’ st Vecino 5,5), Brozovic 5,5, Barella 6, Biraghi 5 (29’ st Candreva 6,5); Lukaku 7,5, L. Martinez 6. All. Conte 6.