Ven. Nov 22nd, 2019

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Bologna a caccia di gol e punti

4 min read
Le ultime notizie e le probabili formazioni di Sassuolo-Bologna di domani sera al Mapei Stadium

Nicola Sansone (foto pagina Facebook Bologna)

Friday Night per il Bologna, atteso dall’impegno di Reggio Emilia contro il Sassuolo in una sfida valida per la 12ª giornata di Serie A. Poi ci sarà spazio per l’ultima tornata del 2019 per quanto riguarda le Nazionali, con l’Italia capace di strappare il biglietto per Euro2020 con diverse giornate d’anticipo. Il Bologna ha richiesto e ottenuto dalla Lega Serie A la possibilità di scendere in campo con il lutto al braccio per ricordare il giornalista e tifoso rossoblu Gianfranco Civolani, scomparso pochi giorni fa all’età di 83 anni.

Le sfide in successione contro i neroverdi e il Parma, al rientro dalla sosta, rappresentano buone opportunità per raccogliere punti importanti per una classifica che non è sicuramente preoccupante ma che deve mantenere più che vigili, soprattutto alla luce del trittico Napoli-Milan-Atalanta nei primi 15 giorni di dicembre. L’ultima gara è stata l’ennesima prestazione di spessore contro una squadra decisamente superiore come l’Inter, non accompagnata però da punti a causa di una decisione arbitrale, nella circostanza del rigore assegnato a Lautaro Martinez, a dir poco generosa, pur con il concorso di colpa di un Orsolini che non sarebbe dovuto intervenire sul rivale. Sorprende la classifica del Sassuolo, anche se i neroverdi hanno la sfida di Brescia da recuperare, rinviata a causa della morte dello storico patron Squinzi: 4 punti nelle ultime 6 uscite per la formazione di De Zerbi, come sempre caratterizzato da un calcio croce e delizia. Finalizzatrice e spettacolare davanti ma di contro protagonista in negativo con diverse disattenzioni difensive.

Una sfida giovane in Serie A, come dimostrano chiaramente i pochi precedenti al Mapei Stadium: l’unico successo dei padroni di casa, il primo storico nella massima serie, risale al 2-1 della stagione 2013-14 firmato Berardi-Floro Flores e Diamanti, mentre l’unico pareggio è arrivato nella scorsa stagione, con il 2-2 ad opera delle coppie Marlon-Boateng e Palacio-Mbaye. Tra il 2016 e il 2018 solo successi ospiti: 0-2 nella stagione 2015-16 e doppio successo di misura nelle stagioni 2016-17 e 2017-18.

Capitolo formazioni: davanti a Skorupski scelte obbligate sull’esterno, con Mbaye e Krejci costretti agli straordinari per via delle condizioni del noto lungodegente Tomiyasu e di Dijks, con l’olandese out da un mese e mezzo e ancora per i prossimi 15-20 giorni. Solito ballottaggio al centro del reparto difensivo: Danilo sicuro di una maglia da titolare, al suo fianco dovrebbe essere preferito ancora una volta Bani, con Denswil destinato alla panchina. 
Scalda i motori Medel, subentrato contro l’Inter dopo diverse settimane d’assenza: il centrocampista cileno è pronto a riprendersi una maglia da titolare al fianco dell’inamovibile Poli, verso la panchina Schouten e Dzemaili. Emergenza in avanti: nell’elenco dei convocati, oltre a quella nota di Destro, spiccano le assenze di Soriano e Santander per infortunio, questi ultimi entrambi out per le rispettive contusioni rimediate nella sfida contro il Cagliari. Scelte quasi obbligate dunque anche in attacco: Palacio agirà da prima punta, supportato alle spalle da Orsolini, Svanberg e dal grande ex Sansone. Il giovane centrocampista svedese agirà dunque da trequartista, avanzando il proprio raggio d’azione rispetto alla posizione più arretrata in cui è stato impiegato nelle ultime uscite di campionato: Skov Olsen potrebbe fungere da vice-Palacio a gara in corso, tra i convocati anche Juwara e Cangiano, riferimenti offensivi della Primavera.

Vera e propria moria anche in casa Sassuolo, con 7 giocatori indisponibili tra infortuni, squalifiche e impegni con le nazionali: la difesa scesa in campo a Lecce dovrebbe essere confermata per 3/4, con il solo innesto di Peluso al posto di Marlon, la cui indisponibilità va ad aggiungersi a quelle di Ferrari, Chiriches e Rogerio, tutti potenziali titolari dei neroverdi.
De Zerbi ritrova in mezzo al campo Magnanelli, pronto a schierarsi vertice basso in un centrocampo completato da Duncan e Locatelli. Out lo squalificato Obiang, presente a sorpresa nella lista dei convocati Traore, pronto a raggiungere i propri compagni di nazionale subito dopo la gara.  
Il tecnico bresciano recupera Caputo in avanti: il centravanti pugliese è pronto a riprendersi una maglia da titolare al centro dell’attacco, supportato ai lati da Defrel e Berardi, mentre Boga, nonostante l’ottimo momento di forma, potrebbe essere relegato inizialmente in panchina.Ecco le probabili formazioni delle due squadre.


SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Toljan, Peluso, Romagna, Kyriakopoulos; Duncan, Magnanelli, Locatelli; Berardi, Caputo, Defrel. All. De Zerbi.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Bani, Krejci; Poli, Medel; Orsolini, Svanberg, Sansone; Palacio. All. Mihajlovic.

Arbitro: Marco Piccinini di Forlì. Assistenti: Mauro Galetto (Rovigo) e Enrico Caliari (Legnago). IV Uomo: Francesco Fourneau (Can B, Roma1). Var: Gianluca Rocchi (Firenze). Avar: Dario Cecconi (Empoli).