Dom. Dic 15th, 2019

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Bologna Fc: vincere, senza alternative

3 min read
Le ultime notizie e le probabili formazioni di Bologna-Parma di domani allo Stadio Dall'Ara
Palacio

Rodrigo Palacio ha segnato per la prima volta al Dall'Ara con la maglia del Bologna (foto pagina Facebook Bologna fc)

Torna in campo la Serie A dopo la terza sosta dedicata alle Nazionali, utile tra le altre cose a decretare 20 delle 24 squadre che prenderanno parte ad Euro2020: i restanti 4 posti verranno assegnati tramite appositi playoff. Il Bologna sarà di scena al Dall’Ara nel 13º turno del massimo campionato: la sfida contro il Parma alle 12,30 inaugurerà la domenica calcistica, diretta televisiva prevista su Dazn.

L’obiettivo primario dei ragazzi di Mihajlovic sarà quello di riscattare la brutta prova di Sassuolo, con annessa sconfitta: il mese che si prospetta non è certamente dei migliori, alla sfida con i ducali seguiranno quelle con Napoli, Milan e Atalanta, con Lecce quale ultima tappa del 2019 rossoblù. Calendario alla mano, dunque, un’occasione da non farsi sfuggire per incamerare quei 3 punti che mancano da quasi un mese, dal fondamentale 2-1 interno contro la Sampdoria. 
Il Parma, come nella scorsa stagione, giungerà al Dall’Ara dopo un inizio di stagione importante: 17 punti in classifica, 5 in più dei padroni di casa, bottino che colloca i gialloblù proprio a ridosso delle zone europee. L’ossatura della squadra è rimasta la stessa dello scorso anno, con le aggiunte di diversi elementi che hanno permesso di allungare le rotazioni di D’Aversa.

Sfida ovviamente recente in Serie A, come dimostrato dai 16 confronti sotto le Due Torri: il settimo successo dei padroni di casa, quello ottenuto per 4-1 a maggio, permise di scavalcare in classifica proprio i ducali e di garantirsi un importante finale di stagione, coronato addirittura con la parte sinistra della classifica. Sono 5 i pareggi tra le due compagini, l’ultimo dei quali maturato con lo 0-0 della stagione 2013-14, mentre per risalire al più recente dei 4 successi ospiti bisogna tornare al 2-1 della stagione 2012-13, con l’ex Sansone a segno.

Vera e propria moria per il Bologna, tra infortuni e squalifiche: Mihajlovic e lo staff tecnico dovranno far fronte all’assenza di ben 6 uomini. Partendo dalla difesa, reparto a cui mancheranno gli squalificati Bani e Danilo, oltre al lungodegente Dijks: Tomiyasu torna e si schiererà al centro con Denswil dopo aver iniziato l’annata sulla fascia destra, mentre Mbaye e Krejci occuperanno ovviamente le fasce. Medel dovrebbe dunque essere impiegato a centrocampo e non arretrato al centro della difesa: al suo fianco serrato ballottaggio tra Dzemaili e Poli, nelle ultime ore il centrocampista elvetico sembra aver superato quello veneto.
Scelte quasi obbligate dalla trequarti in su: contro il Parma mancheranno certamente Soriano e Santander e molto probabilmente non sarà nemmeno in panchina Destro, ragion per cui alle spalle di Palacio verrà impiegato il tridente formato da Orsolini, Svanberg e Sansone. Dalla panchina i giovanissimi Skov Olsen e Juwara.

Se Atene piange di certo Sparta non ride: D’Aversa dovrà far fronte a numerose assenze in attacco, quelle certe di Cornelius, Inglese e Karamoh, ridotte al lumicino le possibilità di vedere in campo Gervinho. Tutto questo senza dimenticare il centrocampista Grassi, tornato in gruppo solo ieri ed al massimo in panchina. L’emergenza impone a D’Aversa un assetto inusuale, diverso dal solito 4-3-3: il tecnico italotedesco potrebbe optare per la difesa a 3, con Iacoponi, Bruno Alves e Dermaku davanti a Sepe.
La mediana a 5 dovrebbe essere composta da Darmian sulla destra e Gagliolo a sinistra, con Kucka, Scozzarella e Barillà interni di centrocampo: davanti agiranno Kulusevski e Sprocati, di fatto gli unici riferimenti offensivi a disposizione di mister D’Aversa.

Ecco le probabili formazioni e i giudici di gara.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Tomiyasu, Denswil, Krejci; Medel, Dzemaili; Orsolini, Svanberg, Sansone; Palacio. All. Mihajlovic.

PARMA (3-5-2): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Dermaku; Darmian, Kucka, Scozzarella, Barillà, Gagliolo; Sprocati, Kulusevski. All. D’Aversa.

Arbitro: Rosario Abisso di Palermo. Assistenti: Alberto Tegoni (Milano) e Sergio Ranghetti (Chiari). IV Uomo: Davide Ghersini (Can B, Genova). Var: Fabrizio Pasqua (Tivoli). Avar: Fabiano Preti (Mantova).