Sab. Set 26th, 2020

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

L’ex Pioli sulla strada del Bologna fc

3 min read
Le ultime notizie e le probabili formazioni di Bologna-Milan di domani allo Stadio Dall'Ara

Jerdy Schouten sarà ancora titolare contro l'Inter (foto pagina Facebook Bfc)

Terzo impegno in una settimana per il Bologna, reduce dal colpo di Napoli e dalla pesante sconfitta di Udine in Coppa Italia. I rossoblù tornano tra le mura amiche e ospiteranno il Milan nella sfida che chiuderà la 15ª giornata di Serie A, con calcio d’inizio fissato per le 20,45 di domani sera e diretta televisiva di Sky.
I numerosi infortuni, in aggiunta alle energie spese in quel di Napoli, hanno costretto Mihajlovic e il suo staff a un assetto e a una formazione assolutamente sperimentale in terra friulana: ma, come sottolineato in precedenza, le rotazioni limitate dagli infortuni hanno visto come naturale conseguenza il massiccio impiego di seconde (se non terze) linee e di due Primavera dall’inizio.

L’avversario di turno è una squadra in ripresa, i cui effetti del cambio di allenatore iniziano ad intravedersi: certamente sarà difficile per i rossoneri pensare di arrivare tra le prime 4, ma la formazione allenata dall’ex Pioli, reduce da un meritato e convincente successo – seppur nel finale e di misura – a Parma, proverà quantomeno ad inserirsi nel discorso Europa League nel corso di questa stagione.

Al Dall’Ara andrà in scena una classica del nostro campionato: negli 81 precedenti disputati nella massima serie e sotto le Due Torri il Bologna si è imposto per 32 volte, ma il successo manca dalla stagione 2001-‘02, con un 2-0 che lanciò il Bologna in solitaria al 4° posto, poi sfumato in extremis a Brescia. Sono 21 i pareggi, con lo scialbo 0-0 della scorsa stagione quale ultimo precedente, mentre l’1-2 della stagione 2017-‘18 corrisponde al 28° successo rossonero nel capoluogo emiliano.

Gli undici del Bologna non dovrebbero discostarsi troppo da quelli scesi in campo al San Paolo: viaggia verso la conferma l’intero quartetto difensivo davanti a Skorupski, con Denswil che dovrebbe essere preferito a Mbaye e riproposto a sinistra complici le condizioni fisiche non perfette di Krejci, sostituito ad Udine per un colpo rimediato a seguito di un contrasto con Barak. A proposito di fascia sinistra: Dijks ne avrà ancora per circa 3 mesi, nelle ultime ore sono emersi i nomi di Dimarco dell’Inter e Barreca del Genoa, ma di proprietà del Monaco, come possibili profili del mercato invernale.
Squalificato Medel dopo l’ammonizione rimediata a Napoli, gara a cui aveva partecipato in diffida, si apre il ballottaggio per sostituirlo: un giocatore più bloccato come Schouten o uno più di gamba come Svanberg? La rifinitura odierna scioglierà ogni dubbio, al momento pare avanti il giovane olandese, anche perché lo svedese potrebbe essere preservato come arma a gara in corso. Non a caso, in luogo di un Soriano ancora infortunato, dovrebbe essere riproposto Dzemaili come giocatore di raccordo tra i reparti: ai suoi lati Skov Olsen e Sansone, verso la panchina Orsolini, il giovane azzurro paga un momento di forma non esaltante, fatto fisiologico per qualsiasi calciatore professionista.Torna Palacio nel ruolo di centravanti, pronti eventualmente a dar manforte Destro e Santander nel corso della gara: finalmente il Bologna ritrova respiro davanti, anche se gli ultimi due profili non hanno certamente i 90 minuti nelle gambe.

Stefano Pioli non dovrebbe apportare troppe modifiche al Milan: i principali ballottaggi sono a centrocampo, reparto in cui Kessie e Bonaventura dovrebbero essere preferiti, almeno dall’inizio, a Krunic e Paqueta. L’altro importante interrogativo è in avanti: dopo gli sfracelli della scorsa stagione, Piatek sta vivendo una sterilità offensiva inaspettata. Ecco dunque che potrebbe arrivare una chance per Rafael Leao, prelevato in estate dai francesi del Lille. Ecco le probabili formazioni.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Bani, Danilo, Denswil; Poli,Schouten; Skov Olsen, Dzemaili, Sansone; Palacio. All. Mihajlovic.

MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, T. Hernandez; Kessie, Bennacer, Bonaventura; Suso, Leao, Calhanoglu. All. Pioli.

Arbitro: Daniele Chiffi di Padova. Assistenti: Daniele Bindoni (Venezia) e Lorenzo Manganelli (Valdarno). IV Uomo: Marco Piccinini (Forlì). Var: Marco Guida (Torre Annunziata). Avar: Rodolfo Di Vuolo (Castellammare di Stabia).