Gio. Dic 3rd, 2020

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Le PAGELLE di BOLOGNA-ATALANTA 2-1

3 min read
Giocatore per giocatore le pagelle dei calciatori del Bfc dopo Bologna-Atalanta della 16ª giornata di serie A

Rodrigo Palacio.

Le PAGELLE di UGO BENTIVOGLI

SKORUPSKI 7. Alcune belle uscite ma è soprattutto nel finale che si supera respingendo – come può – una velenosissima punizione di Malinovskyj deviata anche ad un passo da lui.

TOMIYASU 6,5. Soffre, com’è normale che sia contro un avversario tostissimo come l’Atalanta: la Dea sarà anche un po’ stanca ma ci prova sempre e comunque e lui offre la palla per il gol del 2-0 a Poli che segna, di fatto, la prima sconfitta esterna dell’Atalanta in campionato.

BANI 6. Qualche buon anticipo e una gara di pura opposizione: Muriel è comunque un brutto cliente anche se un po’ stanco e il colombiano fa sempre della velocità una delle sue armi più temibili.

DANILO 6. Organizza la difesa ed esce palla al piede appena può: certo la sofferenza non manca e contro il miglior attacco del campionato sicuramente non può mancare. Salva con un balzo sulla riga una conclusione a colpo sicuro di Barrow, ma nel finale rimedia due cartellini gialli in pochi minuti che valgono un rosso purtroppo pesantissimo, sia per questa gara, sia per la prossima.

DENSWIL 6. Si fa bruciare in un paio di circostanza, per fortuna senza conseguenze drammatiche: per assurdo, essendo lui un marcatore puro, soffre maggiormente in difesa mentre se la cava abbastanza bene – tutto sommato – in proiezione offensiva.

MEDEL 6. La diga centrale funziona anche se l’Atalanta grazia in almeno tre circostanze il Bologna: nella ripresa si fa bruciare da Malinovskyj che non riesce a seguire al momento dello scatto. Dal 17’ st Svanberg 6,5. Sostituisce il compagno che non ha più energie e corsa, almeno quanta ne serve per contrastare l’Atalanta.

POLI 7. Non molte proiezioni offensive ma una costante copertura che aiuta una difesa messa sotto scacco dai lombardi lanciati alla ricerca del pari. Poi nel secondo tempo lo stacco di testa che regala il 2-0 ai rossoblù e molta più tranquillità.

ORSOLINI 6,5. Un palo che si trasforma in gol, tanta corsa e buona qualità: certo in alcuni casi potrebbe fare più male all’avversario ma pare decisamente in ripresa. Dal 45’ st Mbaye sv. Si deve ripristinare la difesa a quattro per l’espulso Danilo.

DZEMAILI 6,5. In alcune circostanze avrebbe potuto fare decisamente meglio, magari sfruttando gli spazi che il Bologna si è trovato a disposizione. Ma gioca comunque una gara concreta.

SANSONE 6,5. Costringe Gollini ad una parata difficile e, comunque, prova ad essere una spina costante conficcata nella difesa neroazzurra, a volte ci riesce a volte no.

PALACIO 7,5. Una classe davvero infinita: segna, arrivando più lesto di tutti sulla palla che ha colpito il palo alla destra di Gollini, dopo il gran tiro di Orsolini. Sfiora il raddoppio nel finale, costringendo l’estremo difensore bergamasco ad un gran volo per mettere la palla in angolo. Dal 34’ st Santander 6. Entra al posto del migliore in campo per dare centimetri e forza fisica ad un Bologna che deve conservare il risultato.

ALLENATORE MIHAJLOVIC 7. La squadra gioca come deve: certo qualche errore c’è e l’Atalanta in un paio di circostanze grazia il Bologna. Ma la partita è stata preparata benissimo.

ARBITRO MASSA 5,5. Non proprio una direzione pulita, in una giornata nella quale ci sono davvero troppe proteste per una partita senza casi particolari.

ATALANTA: Gollini 7; Toloi 5,5, Palomino 6, Djimsiti 5; Castagne 5 (18’ st Hateboer 5), De Roon 5,5, Freuler 5 (9’ st Barrow 6,5), Gosens 5,5; Malinovskyi 6,5; Pasalic 5, Muriel 5 (38’ st Colley sv). All. Gasperini 6.