Gio. Ago 13th, 2020

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Bologna Fc: assalto al Grande Torino

4 min read
Le ultime notizie e le probabili formazioni di Torino-Bologna di domani allo Stadio Olimpico-Grande Torino

Takehiro Tomiyasu ha segnato il primo gol in serie A (foto www.bolognafc.it)

La Serie A è giunta al proprio giro di boa: il Bologna sarà ospite del Torino nel 19º e ultimo turno del girone d’andata, con calcio d’inizio fissato per le 15 di domani e diretta televisiva ad opera di Sky.
Il pareggio rimediato in extremis con la Fiorentina ha consentito ai rossoblù di allungare a tre la striscia positiva di risultati e, più in generale, di portare a 10 i punti raccolti da inizio dicembre. Un ruolino di marcia che ha consentito al Bologna di issarsi a metà classifica, un ipotetico successo a Torino garantirebbe inoltre il record di punti, nella massima serie e al termine del girone d’andata, da quando la Serie A si disputa a 20 squadre. Attualmente il punteggio migliore è detenuto dal Bologna 2010-‘11 (quello guidato di Malesani) capace di raccogliere 25 punti sul campo, seppur la classifica segnasse 24 a causa della penalizzazione comminata per il pagamento in ritardo dell’Irpef.
Il Torino vive una stagione altalenante: eliminato ai playoff di Europa League dal Wolwerhampton, la formazione granata sta vivendo una stagione di metà classifica senza infamia e senza lode, anche se nello scorso turno ha violato per 2-0 il campo della Roma ed in settimana si è guadagnato, seppur ai calci di rigore e contro il Genoa, l’accesso ai quarti di Coppa Italia.
Da registrare 61 precedenti tra le due formazioni nella massima serie: in 31 circostanze si sono imposti i padroni di casa, l’ultima delle quali per 3-0 nel giorno dell’Epifania di 2 anni fa, con – corsi e ricorsi storici – Mazzarri al debutto sulla panchina granata al posto dell’esonerato Mihajlovic. Il più recente dei 20 pareggi risale al 2009: in un vero e proprio scontro salvezza il Bologna usci indenne dall’Olimpico grazie al rigore trasformato da Di Vaio nel finale. I successi sotto la Mole sono appena 10: lo scorso marzo il Bologna si impose per 3-2 al cospetto di una squadra allora in piena corsa europea, una delle tante vittorie di una cavalcata che negli ultimi 3 mesi di campionato ha portato in dote alla classifica del Bologna ben 26 punti.
Capitolo formazioni: i padroni di casa ritrovano Bremer, con il difensore che ha scontato la squalifica contro la Roma, ma perdono Ansaldi a causa di un problema al polpaccio. L’argentino sarà indisponibile al pari di Baselli, Edera e dell’ex Lyanco: poche possibilità, dunque, di fare turnover per Mazzarri, anche alla luce dei 120’ giocati giovedì sera in Coppa.
Sono diversi i ballottaggi per il tecnico toscano: alla luce della buona prova offerta da Djidji a Roma, non è cosi sicuro l’avvicendamento con Bremer, di rientro dalla squalifica, nella retroguardia a tre completata dagli inamovibili Izzo e N’Koulou. Gli altri due dubbi riguardano la zona mediana del campo: Ola Aina è in vantaggio su Laxalt per un posto da titolare sull’out di sinistra, mentre Lukic dovrebbe avere la meglio per una maglia al fianco di Rincon. Consueto assetto offensivo per il Torino: Verdi e Berenguer agiranno alle spalle di Belotti.
Diversi giocatori ancora in infermeria: il Bologna dovrà fare a meno del lungodegente Dijks, di Krejci e nelle ultime ore si sono fermati anche Gary Medel, out per circa tre settimane, e Stefano Denswil, entrambi per problemi di natura muscolare. Spazio dunque a Mbaye sull’out di sinistra in una retroguardia contatissima e completata da Tomiyasu, Danilo e Bani.
A centrocampo il Bologna ritrova Dzemaili, colpito da una sindrome influenzale nella settimana del derby dell’Appennino, e potrà contare anche su Dominguez, il cui iter burocratico è stato finalmente completato: allo stadio Olimpico-Grande Torino dunque uno dei due dovrebbe scendere in campo per sostituire Medel, con lo svizzero avanti nei confronti di Schouten e dello stesso centrocampista argentino. Nessun dubbio in avanti: il tridente Orsolini-Soriano-Sansone si muoverà a supporto di Palacio, pronti a dar manforte a gara in corso Santander e Skov Olsen. Ecco le probabili formazioni.

TORINO (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, N’Koulou, Bremer; De Silvestri, Lukic, Meitè, Ola Aina; Verdi, Berenguer; Belotti. All. Mazzarri.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Bani, Mbaye; Poli, Dzemaili; Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio. All. Mihajlovic.

Arbitro: Marco Piccinini di Forlì. Assistenti: Emanuele Prenna (Molfetta) e Luca Mondin (Treviso). IV Uomo: Valerio Marini (Roma1). Var: Luca Banti (Var Pro, Livorno). Avar: Pasquale De Meo (Foggia).