Mer. Feb 26th, 2020

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Pre BOLOGNA-HELLAS VERONA, De Leo e Tanjga: «Il Verona è una squadra aggressiva»

2 min read
Le parole di Emilio De Leo e Miroslav Tanjga per presentare la partita di domani Bologna-Hellas Verona allo Stadio Dall'Ara

Emilio De Leo (foto www.sportpress.it)

Conferenza stampa prima di Bologna-Hellas Verona, in programma domani pomeriggio allo Stadio Dall’Ara. Parlano i due assistenti di Sinisa Mihajlovic, Emilio De Leo e Miroslav Tanjga.

Tanjga spiega: «Sappiamo che ci aspetta una partita molto difficile ma conosciamo le nostre qualità. Il Verona è una squadra aggressiva, corre tanto e allora dovremo essere bravi ad affrontarla. Cercheremo in ogni modo di vincere e migliorare ancora la classifica».

Emilio De Leo racconta la vigilia di questa gara. «Mihajlovic? Ancora non sappiamo di preciso se ci sarà, ma con la voglia che ha, sarà difficile tenerlo lontano dal campo del Dall’Ara. I nuovi? Ogni giocatore deve avere la capacità di inserirsi in un gruppo che ha le idee chiare sul modo di lavorare. Credo che i vecchi stiano aiutando i nuovi arrivati ad inserirsi. L’Impressione è di aver trovato giocatori con qualità tecniche e umane, molto motivati: all’interno di una squadra che lavora tanto è importante avere atleti così. Dominguez? Può giocare da mediano ma anche più avanti. Ha le caratteristiche per poter fare entrambe le fasi. Se riesce a darci un certo equilibrio e qualità nella manovra ci può aiutare».

Emilio De Leo si addentra, poi, nell’analisi dell’avversario di domani, il Verona: «Dobbiamo guadagnare più punti possibile. Ma non è giusto parlare di esame di maturità tutte le domeniche. Poi il Verona è una squadra in fiducia, con un’identità precisa e anche noi dobbiamo fare quel salto ulteriore. Juric è allievo di Gasperini quindi similitudini con l’Atalanta se ne possono trovare: I veneti sta riuscendo a produrre moltissimo e tutti noi, primo tra tutti Mihajlovic, vogliamo fare i complimenti a Juric. È una squadra molto solida, che subisce pochi gol e allora noi dobbiamo essere più solidi e determinati oltre che più cinici davanti alla porta».