Mar. Set 22nd, 2020

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Derby insidioso per il Bfc contro la Spal

4 min read
Le ultime notizie e le probabili formazioni di Spal-Bologna di domani pomeriggio allo Stadio Mazza di Ferrara
Palacio

Rodrigo Palacio è tornato titolare a Bergamo (foto pagina Facebook Bologna fc)

Derby emiliano di scena al Mazza domani pomeriggio, secondo anticipo di una 21ª giornata aperta questa sera da Brescia-Milan: Spal e Bologna saranno di scena alle 15, con diretta televisiva ad opera di Sky.

Il pareggio maturato contro l’Hellas Verona lascia rammarichi e suscita sospiri di sollievo allo stesso tempo: nella prima frazione il Bologna non ha concretizzato a dovere le diverse occasioni, l’inferiorità numerica nella seconda parte della ripresa avrebbe invece potuto costare il punto finale, utile a muovere una classifica di fatto invariata nella sua parte centrale. Intanto mancano meno di dieci giorni al termine del mercato: concluse le operazioni Barrow e Vignato (che però resta al Chievo sino a giugno), la società si muoverà in entrata unicamente a fronte di aggiunte che possano essere realmente utili per il futuro e non per soluzioni-tampone. 

I padroni di casa si avvicinano alla sfida galvanizzati dal colpo ottenuto a Bergamo, addirittura in rimonta, contro l’Atalanta. Seppur sempre nelle zone calde della graduatoria gli estensi hanno abbandonato l’ultimo posto e accorciato sulla 17ª posizione, ultima utile per mantenere la categoria, attualmente occupata dal Lecce. La Spal è arrivata al difensore del Toro, Bonifazi – che già giocava un anno fa a Ferrara – mentre Iago Falque deve ancora dare una risposta alla corte del patron Colombarini, che avrebbe voluto a disposizione entrambi per il derby col Bfc. 

Da registrare 18 precedenti tra le due formazioni in serie A. Nelle sfide disputate a Ferrara abbiamo 5 successi per i padroni di casa, il più recente è ovviamente quello di due stagioni or sono, con gol decisivo di Grassi a inizio ripresa e clamoroso errore di Destro nel finale di gara. Sono 5 anche i pareggi, segno X esito della gara dello scorso campionato, disputata anch’essa nel mese di gennaio: avanti con Palacio, gli allora uomini di Filippo Inzaghi si fecero raggiungere nella ripresa da Kurtic, che è appena passato al Parma. L’ultimo degli 8 successi ospiti risale invece a 52 anni fa: nella stessa stagione la Spal retrocesse, facendo ritorno in Serie A praticamente 50 anni dopo.

Vera e propria emergenza difensiva per il Bologna, di fatto a Ferrara con 5 difensori: agli infortuni cronici di Krejci e Dijks bisogna infatti sommare la squalifica per doppia ammonizione di Bani e i mancati recuperi dai rispettivi infortuni muscolari di Denswil e Medel, preservati per la gara interna contro il Brescia di sabato prossimo, per la quale dovrebbero essere entrambi a disposizione.

Una penuria di uomini che consegnerà una maglia da titolare a Paz, la prima in stagione in Serie A: al suo fianco Danilo a comporre il reparto centrale, confermati Tomiyasu e Mbaye sugli esterni, l’unica riserva del reparto arretrato è il giovane Corbo. Tra i pali ovviamente Skorupski, fondamentale in più circostanze nel secondo tempo contro il Verona. In mezzo al campo Schouten viaggia verso la terza maglia da titolare di fila: Mihajlovic dovrà valutare se inserire al suo fianco Poli, centrocampista più utile in fase di non possesso e in quella di interdizione, oppure se confermare ancora una volta Dominguez, anche per sfruttare gli spazi che la Spal concede centralmente. Al momento sembra avvantaggiato il centrocampista veneto, ma il ballottaggio è vivo e i dubbi verranno sciolti solo nelle ultime ore precedenti la gara. Diversi cambi anche in attacco: out Sansone, in diffida e ammonito contro l’Hellas Verona, il posto del giocatore italotedesco dovrebbe essere rilevato da Barrow più che da Skov Olsen. Cambia anche il riferimento offensivo: dopo aver goduto del turno di riposo contro gli scaligeri rientra in formazione il sempreverde Palacio a scapito di Santander, mentre Orsolini e Soriano saranno le uniche conferme offensive rispetto a domenica scorsa.

L’unico dubbio per Semplici risponde al nome di Dabo, fermato negli ultimissimi giorni da una sindrome influenzale: qualora l’ex centrocampista della Fiorentina non dovesse farcela, il suo posto verrebbe rilevato da Murgia. Il tandem offensivo sarà composto da Petagna e dall’ex Di Francesco: Valoti e Dabo le due mezzali con Missiroli reinventato vertice basso, tutti e tre coadiuvati ai lati dal brasiliano Strefezza e da Reca. Semplici riproporrà il tridente difensivo formato da Cionek-Vicari-Igor, confermato dopo aver retto l’urto atalantino nel primo tempo del posticipo della 20ª giornata. Ecco le probabili formazioni.

SPAL (3-5-1-1): Berisha; Cionek, Vicari, Igor; Strefezza, Valoti, Missiroli, Dabo, Reca; Di Francesco; Petagna. All. Semplici.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Paz, Tomiyasu; Schouten, Poli; Orsolini, Soriano, Barrow, Palacio. All. Mihajlovic.

Arbitro: Michael Fabbri di Ravenna Assistenti: Alessandro Costanzo (Orvieto) e Filippo Valeriani (Ravenna). IV Uomo: Luca Pairetto (Nichelino). Var: Davide Massa (Imperia). Avar: Mauro Vivenzi (Brescia).