Sab. Set 26th, 2020

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Bologna fc in cerca di riscatto

4 min read
Le ultime notizie e le probabili formazioni di Bologna-Udinese di domani pomeriggio allo Stadio Dall'Ara di Bologna

Sinisa Mihajlovic è tornato a guidare il Bologna anche in panchina (foto pagina Facebook Bfc).

Ennesimo e sempre più consueto anticipo del sabato per il Bologna, nuovamente impegnato tra le mura amiche: la rivale della 25ª giornata è l’Udinese, con calcio d’inizio fissato per le ore 15 e copertura televisiva ad opera di Sky.

La netta sconfitta rimediata contro il Genoa ha interrotto una striscia di quattro risultati utili consecutivi con 10 punti raccolti dopo il ko di Torino. Ma non è facile sfoderare prestazioni e raccogliere risultati in un periodo in cui Mihajlovic fatica a mettere assieme più di quindici-sedici giocatori di movimento in allenamento e in gara, con un computo totale di assenti – tra squalifiche e infortuni – salito a nove alla vigilia della sfida contro l’Udinese. L’Europa resta virtualmente a portata di mano, ma l’impressione è che non possa essere questa l’annata giusta per un traguardo del genere: in fondo, in mezzo a mille vicissitudini, il Bologna ha una classifica che ben pochi avrebbero pensato a inizio stagione.
L’Udinese arriva al Dall’Ara alla ricerca di importanti punti salvezza: il rendimento nelle ultime settimane di Genoa e Lecce ha ridotto il margine dei friulani dalla zona calda a soli quattro punti. Alla guida dei bianconeri Luca Gotti, vice di Donadoni nell’avventura bolognese: la formazione ospite è per certi versi simile al Genoa affrontato la scorsa settimana, una squadra fisicamente strutturata e compatta in campo, ma deficitaria per quanto concerne lo score offensivo.

Da registrare 34 precedenti, a Bologna, tra le due compagini nella massima serie. In vantaggio i padroni di casa con 18 vittorie, l’ultima delle quali il 2-1 della scorsa stagione in rimonta dell’allora formazione guidata da Inzaghi. Il più recente dei 10 successi bianconeri risale al 2-1 del dicembre 2017, mentre il segno X, uscito appena 6 volte, manca dall’1-1 del novembre 2012.

Per quanto riguarda le formazioni, c’è stata una vera e propria ecatombe in casa Bologna: nove indisponibili per la sfida contro l’Udinese, ai sei già indisponibili contro il Genoa si sono successivamente uniti Denswil e Schouten, entrambi espulsi contro il Grifone. E nelle ultime ore anche Svanberg, vittima di una lesione al semitendinoso della coscia sinistra, che lo terrà fuori per 20-30 giorni.
Dunque le scelte di Mihajlovic, almeno nei nomi, sono scontate: gli unici dubbi potrebbe essere la collocazione in campo di alcuni interpreti, non tanto il loro nome. Con una formazione praticamente obbligata, Mihajlovic sarà costretto ad attingere alla Primavera per portare qualche elemento in panchina: spazio a Skorupski tra i pali, l’unica novità in difesa rispetto all’ultima formazione è nella presenza di Mbaye sulla sinistra al posto di Denswil, ovviamente confermati Tomiyasu, Bani e Danilo. 
Seconda maglia da titolare per Dominguez in Serie A: la prima era arrivata contro l’Hellas Verona al fianco di Schouten, questa volta invece presiederà la zona mediana del campo con Andrea Poli.
Più che mai scontato l’attacco: per cambiare il meno possibile posizioni in campo e compiti, Skov Olsen potrebbe essere utilizzato da sottopunta mantenendo invariato il resto dell’assetto, composto da Orsolini sull’out offensivo di destra, Barrow sul lato sinistro e Palacio come punta centrale.

Solito 3-5-2 per l’Udinese, con Gotti intenzionato a confermare in blocco l’undici titolare dello 0-0 interno contro il Verona: davanti a Musso, una delle note liete della stagione friulana, spazio al trio difensivo composto da Becao, Ekong e Nuytinck, con l’ex De Maio verso il forfait. Unico possibile ballottaggio quello in mediana tra Mandragora e Jajalo, anche se il già azzurrino Under21 parte in vantaggio rispetto al centrocampista croato. Fofana e De Paul a completare gli interni, Larsen e Sema gli esterni deputati a spingere e a mettere in mezzo palloni per il tandem offensivo composto da Lasagna e Okaka. Ecco le probabili formazioni e i giudici di gara.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Bani, Danilo, Mbaye; Dominguez, Poli; Orsolini, Skov Olsen, Barrow; Palacio. All. Mihajlovic.
UDINESE (3-5-2): Musso; Becao, Ekong, Nuytinck; Larsen, Fofana, Mandragora, De Paul, Sema; Lasagna, Okaka. All. Gotti.
Arbitro: Fabrizio Pasqua di Tivoli. Assistenti: Dario Cecconi (Empoli) e Orlando Pagnotta (Can B, Nocera Inferiore). IV Uomo: Manuel Volpi (Can B, Arezzo). Var: Aleandro Di Paolo (Var Pro, Avezzano). Avar: Filippo Meli (Parma).