Gio. Dic 3rd, 2020

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Rinviata la manifestazione We Love Football

2 min read
Marco Antonio De Marchi, organizzatore di We Love Football, stante la situazione del Coronavirus, è stato costretto a rinviare la manifestazione a data da destinarsi
Palmeiras e Brescia sul gradino più alto del podio a We Love Football

Palmeiras e Brescia, vincitori dell'edizione 2019 di We Love Football (foto Press Office We Love Football).

Si poteva purtroppo prevedere che nel marasma delle cancellazioni e dei rinvii, anche una manifestazione di calcio giovanile, sarebbe stata costretta ad alzare bandiera bianca causa Covid-19. Così, con la morte nel cuore, Marco Antonio De Marchi ha annunciato che l’edizione 2020 di We Love Football, considerata oramai una delle più importanti rassegne di calcio per un Under15, sarà rimandata a data da destinarsi, per l’intensificarsi del contagio da coronavirus. «In qualità di Presidente dell’Associazione di Promozione Sociale Amici di We Love Football – scrive in un comunicato l’ex difensore del Bologna – nonché ideatore del medesimo Torneo Internazionale di calcio maschile e femminile, vi comunico, seppur con immenso rammarico e in totale sintonia con il Presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, che la manifestazione organizzata a Bologna dall’8 al 13 aprile sarà rinviata a data da destinarsi. A fronte di questo momento delicatissimo, tutte le manifestazioni e gli eventi culturali e sportivi sono stati annullati per il bene di tutta la comunità. È stata una scelta veramente sofferta ma dettata soprattutto dal buonsenso. Dopo aver analizzato attentamente tutte le criticità riguardo a questo momento complicato che ha paralizzato il mondo intero, ho ritenuto indispensabile fermare temporaneamente l’organizzazione che da mesi sta lavorando per rendere l’esperienza di tutti voi, come sempre, indimenticabile».
Putroppo a meno di un mese dall’evento non ci sono assolutamente le condizioni per poter giocare nel periodo pasquale. «Ho ritenuto che non ci fossero alternative – conclude De Marchi – visto che per noi la cosa più importante è e rimane da sempre la tutela delle persone coinvolte a maggior ragione se si tratta di minorenni.
Il Presidente Bonaccini, in stretta collaborazione con il Governo Italiano, sta lavorando ininterrottamente per arginare nel migliore dei modi il fenomeno coronavirus, facendo un lavoro straordinario del quale siamo davvero molto orgogliosi e mi terrà aggiornato in tempo reale su quelle che saranno le misure cautelari da ottemperare nel prossimo futuro. Tutti uniti e compatti, e soprattutto seguendo le precauzioni del caso, sono sicuro che al più presto potremo finalmente tornare alla vita normale. Al più presto, insieme a tutta la mia squadra, avrò modo di lavorare e pianificare il prossimo futuro tenendo conto della grande famiglia che siamo diventati in questi bellissimi 5 anni».