Sab. Ott 24th, 2020

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Bologna Fc: suonata d’autore alla Scala del Calcio

4 min read
Le ultime notizie e le probabili formazioni di Inter-Bologna di oggi pomeriggio allo Stadio Meazza di Milano

Jerdy Schouten sarà ancora titolare contro l'Inter (foto pagina Facebook Bfc)

Al via la seconda delle otto giornate di Serie A previste nel mese di luglio: Inter e Bologna saranno di scena oggi alle 17,15 in uno Stadio Meazza ovviamente deserto, ragion per cui sarà possibile seguire la gara unicamente sull’emittente satellitare Dazn.

I padroni di casa hanno ipotecato l’accesso alla prossima Champions League e sono ancora in corsa per la vittoria in Europa League, competizione nella quale i nerazzurri affronteranno gli spagnoli del Getafe. La seconda coppa europea per importanza resta l’unico trofeo da poter mettere in bacheca per la truppa di Conte, non ancora estromessa dalla lotta scudetto ma al momento a 11 punti dalla Juventus capolista, ed eliminata dal Napoli in semifinale di Coppa Italia.

Un bel Bologna, piacevole e in grado di sviluppare trame di gioco importanti, non è andato oltre il pareggio interno contro il Cagliari: potenzialmente un’occasione persa per coloro che coltivano sogni europei, anche e soprattutto alla luce dei risultati maturati delle squadre che precedono immediatamente i rossoblù in classifica, con il 7° posto distante 7 punti, dopo la vittoria del Milan all’Olimpico. L’Europa è all’orizzonte e con 27 punti da assegnare tutto è ancora da scrivere: partendo dai prossimi 7 giorni il Bologna, dopo la trasferta meneghina, avrà due scontri diretti contro Sassuolo e Parma prima del rush finale. Circostanze da sfruttare per raccogliere quanti più punti possibili, anche perché il calendario del Milan (sesto ma potenzialmente dietro al Napoli che ha una gara in meno) dei prossimi 180 minuti non è certamente dei migliori: dopo aver battuto la Lazio, ora affronta Juventus (senza però Dybala e De Ligt) e Napoli in rapida successione.

Sono 72 i precedenti nella Scala del Calcio: 40 i successi interisti, 21 pareggi e 11 i successi per gli emiliani. La più recente vittoria nerazzurra risale al 2-1 della stagione 2017-18, decisivo nella circostanza l’unico gol realizzato da Karamoh con la maglia milanese. Nel 2016/17 l’ultimo pareggio, con Destro e Perisic marcatori, mentre la rete firmata da Santander nel febbraio 2019 diede la possibilità a Sinisa Mihajlovic di bagnare positivamente il proprio ritorno sulla panchina felsinea.

Capitolo formazioni: partendo dal Bologna, il tecnico serbo non dovrebbe apportare troppi cambiamenti rispetto all’undici sceso in campo dall’inizio contro il Cagliari, anche perché non si registrano recuperi dall’infermeria. Ancora una volta out Ibrahima Mbaye, Federico Santander, Andreas Skov Olsen, e Andrea Poli, nessuno dei quattro ha recuperato dai rispettivi problemi muscolari.
Nessun cambio previsto in difesa, con l’unica novità che potrebbe essere rappresentata da un turno di riposo concesso a Dijks e conseguente spazio per Krejci: verso la conferma il restante terzetto difensivo formato da Tomiyasu, Danilo e Bani a protezione di Skorupski.
Non dovrebbe variare nemmeno la linea mediana: Medel-Schouten ancora una volta la coppia titolare in mezzo, con il giovane centrocampista olandese che dovrebbe vincere la concorrenza di Dominguez e Svanberg. Chi invece potrebbe tirare il fiato in avanti è Rodrigo Palacio: dall’alto delle sue 38 primavere va ovviamente gestito, per cui si dovrebbe rivedere Barrow dall’inizio come riferimento centrale e Sansone sulla fascia sinistra dopo l’iniziale panchina contro il Cagliari, con Orsolini e Soriano a completare il reparto offensivo.

Qualche cambio in più previsto per Antonio Conte, ma non in difesa: Skriniar sconterà contro il Bologna l’ultima delle 3 giornate di squalifica, il tecnico pugliese dunque prosegue con D’Ambrosio-De Vrji-Bastoni davanti ad Handanovic.  Out Moses per un infortunio muscolare, al suo posto sulla destra ci sarà Candreva: sull’altra fascia Biraghi potrebbe concedere riposo ad Ashley Young, mentre nel cuore del centrocampo al fianco di Barella si dovrebbe rivedere il croato Brozovic, assente per infortunio sin dalla ripresa della Serie A.
Significativi i cambi in attacco: l’ex Tottenham Eriksen dovrebbe riprendere posto sulla trequarti in vece di Borja Valero. Vero e proprio ballottaggio in avanti al fianco di Lukaku, di rientro dopo l’iniziale panchina contro il Brescia: Lautaro Martinez dovrebbe andare a formare nuovamente il pericoloso tandem con l’attaccante belga, questo nonostante un Alexis Sanchez in crescita e sicuramente della contesa in corso d’opera.

 Ecco le probabili formazioni della gara.

INTER (3-4-1-2): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Bastoni; Candreva, Barella, Brozovic, Biraghi; Eriksen; Lukaku, L. Martinez. All. Conte.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Bani, Dijks; Medel, Schouten; Orsolini, Soriano, Sansone; Barrow. All. Mihajlovic. 

Arbitro: Luca Pairetto di Nichelino. Assistenti: Valentino Fiorito (Salerno) e Pasquale De Meo (Foggia). IV Uomo: Davide Ghersini (Genova). Var: Aleandro Di Paolo (Var Pro, Avezzano). Avar: Sergio Ranghetti (Chiari).