Lun. Ago 10th, 2020

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Le PAGELLE di PARMA-BOLOGNA 2-2

3 min read
Giocatore per giocatore le pagelle dei calciatori del Bfc dopo Parma-Bologna 2-2 della 32ª giornata di serie A

Danilo ha segnato contro il Parma (Foto Schicchi)

SKORUPSKI 6. Ordinaria amministrazione per quasi tutta la partita, si supera anche con una paratona su Grassi, poi nel finale viene battuto due volte e sul secondo gol qualche colpa è anche sua.

TOMIYASU 5. Una partita praticamente perfetta buttata alle ortiche nel finale con un erroraccio che regala il pari al Parma: si dimentica completamente di Inglese che insacca da due passi.

DANILO 6. Alla prima occasione della gara prende il tempo a tutti e insacca con una gran girata di testa su calcio d’angolo. Anche da questo si nota come, malgrado gli anni, sia uno dei giocatori fondamentali di questo Bologna.

BANI 6. I dribbling davanti alla propria area sarebbero da evitare, ma a, parte qualche imprecisione, a livello difensivo il suo apporto è importante. Poi si fa male e non sembra una cosa da poco. Dal 44’ pt Mbaye 6. È di fatto al rientro dopo la pausa forzata, ma è bravo a non cercare di strafare e difendere la posizione e il risultato maturato. Nel finale, prima dei due gol ducali, opera un gran salvataggio sulla linea che sembrava valere i tre punti.

DIJKS 6. Bel duello nel secondo tempo contro il talentino Kulusevski: l’olandese, però, lo limita fisicamente e attacca anche con un certo costrutto. Il miglior Dijks è un giocatore imprescindibile.

MEDEL 6,5. È una partita strana per i centrocampisti: diventa praticamente una gara di puro contenimento dopo un quarto d’ora di gara, con il doppio vantaggio rossoblù. E in questo Medel è un vero mago. Poi inspiegabilmente esce e tutto cambia all’improvviso. Dal 47’ st Ruffo Luci sv. Debutto in serie A nel giorno del compleanno per il giovanissimo bolognese: ma non è certo un ingresso fortunato, visto che il Bologna non vince una partita già vinta e tutto accade con lui in campo.

DOMINGUEZ 6,5. Vale lo stesso discorso fatto per il compagno di reparto: fa vedere comunque di cosa è capace anche nella battaglia. Può davvero diventare un giocatore molto importante per il Bologna di oggi e domani. Dal 31’ st Svanberg 5. Perde metri come tutto il Bologna: per fortuna il discorso salvezza è già chiuso da tempo ma sono stati veramente due punti buttati al vento.

ORSOLINI 6. Tecnica e volontà ce le mette tutte ma non è nel suo momento più brillante: non riesce mai ad andare al tiro in maniera pulita e, quindi, a far male a Sepe. Aiuta però come può a conservare il vantaggio. Dal 31’ st Skov Olsen 5. Un ingresso anonimo da parte di un giocatore di grande qualità, che però non mette in mostra in questa fase del campionato.

SORIANO 6,5. Un gran gol che sembrava regalare al Bologna il successo, poi il disastroso finale nel quale, però, non ha troppe colpe.

SANSONE 5,5. Non fa mai male alla difesa del Parma ma almeno si sacrifica per conservare il risultato finchè rimane in campo. Dal 31’ st Palacio 5,5. Il Parma è una delle sue vittime preferite ma lui non fa la differenza neppure da fresco e dire che Dijcks gli offre una grande occasione su un piatto d’argento.

BARROW 5. Decisamente colpevole sul gol del Parma che riapre una gara ormai completamente chiusa: spizzare sul primo palo è lavoro per attaccanti, non per difensori.

ALLENATORE MIHAJLOVIC 5. L’approccio è ben diverso rispetto a quello della gara col Sassuolo ma nel finale, con cambi poco indovinati – soprattutto l’uscita di Medel – getta al vento una vittoria che aveva già preso la via di Bologna.

ARBITRO MARIANI 6. Qualche cartellino in più ai ducali non sarebbe stato sprecato: lascia molto correre ma senza far danni.

PARMA: Sepe 5,5; Laurini 6,5 (38’ st Pezzella sv), Iacoponi 6, B. Alves 5,5 (1’ st Karamoh 5,5), Gagliolo 6; Darmian 6,5, Hernani 5,5, Scozzarella 5 (1’ st Kulusevski 6), Kurtic 6; Kucka 5 (15’ st Karamoh 5,5); Sprocati 5 (15’ st Inglese 6,5). All. D’Aversa 6.