Lun. Set 28th, 2020

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Al Dall’Ara arriva uno degli avversari più in forma: il Napoli

4 min read
Le ultime notizie e le probabili formazioni di Bologna-Napoli di domani sera allo Stadio Dall'Ara di Bologna

Musa Barrow ha segnato il gol del pari contro il Napoli (foto pagina Facebook Bologna fc)

Un tremendo trittico è alle porte per il Bologna: inizia domani al Dall’Ara contro il Napoli e proseguirà con le trasferte di Milano (sponda rossonera) e Bergamo. Calcio d’inizio della sfida valevole per la 33ª giornata fissato per le 19,30, con la diretta televisiva ad opera di Dazn.

L’inspiegabile black-out degli ultimi 90 secondi del recupero di Parma è costato il meritato bottino pieno in terra ducale: fortunatamente il Bologna non si gioca obiettivi concreti, certamente per poter crescere e aspirare a entrare realmente in corsa per l’Europa queste amnesie vanno assolutamente eliminate. Il 10º posto a 6 turni dal termine con la possibilità di migliorare lo score finale di punti e il proprio posizionamento conclusivo, in una stagione in cui il proprio allenatore per 4 mesi si è ritrovato in ospedale a combattere una tremenda malattia, rappresenta comunque un importante segnale di crescita rispetto a 12 mesi fa. 
L’avversario di turno, almeno tra i confini italiani, ha virtualmente terminato la propria stagione a metà giugno vincendo la Coppa Italia e garantendosi l’accesso alla fase a gironi della prossima Europa League: troppo distante il treno Champions League, eppure gli azzurri partenopei sono coloro che, assieme a Milan e Atalanta, sono ripartiti al meglio dalla ripresa del campionato. Merito di un Gattuso che tiene sul pezzo la propria squadra, anche perché ad agosto il Napoli sarà impegnato nel ritorno degli ottavi di Champions League contro il Barcellona. In una gara terminata 1-1 all’andata al San Paolo e dall’esito per nulla scontato, visto il momento non brillantissimo dei catalani.

Sono 60 i precedenti tra le due compagini al Dall’Ara, nella massima serie: il bilancio sorride al Bologna con 31 vittorie, 13 pareggi e appena 16 sconfitte. Chiusura con onore nello scorso torneo, quando un Bologna seriamente a rischio retrocessione nel mese di gennaio si prese, alla fine di maggio, i 3 punti e il 10º posto finale superando per 3-2 gli allora uomini di Ancelotti. Di contro, da sottolineare il tremendo 7-1 rimediato nella stagione 2016-17: una serata da incubo che sembrava non terminare mai. L’ultimo pareggio invece è da ricondurre al 2-2 del gennaio 2014, con la rete firmata da Rolando Bianchi negli ultimissimi minuti di gara.

Capitolo formazioni: Sinisa Mihajlovic ritrova Denswil dopo la squalifica e riabbraccia Poli e Santander, seppur solo per la panchina, ma deve far fronte alle assenze di Bani (stagione finita per lui a causa di una lesione del gemello mediale sinistro) e Schouten, out per i prossimi 10 giorni. 
Con il Napoli due i cambi in difesa: Mbaye rileva Tomiyasu, uscito davvero stremato dalla sfida di Parma, e Denswil che torna ad affiancare Danilo – e probabilmente lo farà sino a fine campionato – al centro del reparto. Ancora spazio per Dijks, pronto alla sesta gara in 20 giorni: dopo aver saltato 9 mesi: l’esterno olandese è avanti su Krejci per una maglia da titolare sulla sinistra.
L’emergenza in mezzo non consente soste alla coppia Medel-Dominguez, quest’ultimo in vantaggio su Svanberg: l’assenza di Schouten e un Poli di rientro proprio domani non concedono troppe alternative alla scelta.
Qualche cambiamento previsto anche nel reparto avanzato: Soriano e Barrow sono sicuri di una maglia da titolare, rispetto a Parma dovrebbero invece variare le restanti 2 caselle. Scossa infatti l’ora di Skov Olsen sull’out di destra offensivo, con il danese pronto a concedere riposo allo stakhanovista Orsolini: il solito ballottaggio Palacio-Sansone vede questa volta avvantaggiato l’attaccante argentino.

Le ampie rotazioni garantiscono, in casa Napoli, possibilità di cambiare continuamente: tra i pali chance per Meret, sinora oscurato da un Ospina migliore per quanto riguarda la costruzione della manovra da dietro. Sono due i cambi previsti in difesa ed in mezzo al campo: Hysaj e Manolas dovrebbero rilevare Mario Rui e Maksimovic nella retroguardia a quattro, mentre in mediana da registrare la conferma del solo Zielinski e gli ingressi di Demme ed Elmas per Lobotka e Fabian Ruiz. Il turnover non dovrebbe risparmiare nemmeno il tridente offensivo: panchina iniziale per Mertens poiché sarà Milik ad agire da punta centrale, supportato ai lati da Callejon e Insigne.

Ecco le probabili formazioni e il gruppo della direzione arbitrale.

BOLOGNA (4-2-3.1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Denswil, Dijks; Medel, Dominguez; Skov Olsen, Soriano, Barrow; Palacio. All. Mihajlovic. 

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Koulibaly, Manolas, Hysaj; Elmas, Demme, Zielinski; Callejon, Milik, Insigne. All. Gattuso.

Arbitro: Marco Piccinini di Forlì. Assistenti: Alberto Tegoni (Milano) e Mauro Vivenzi (Brescia). IV Uomo: Antonio Rapuano (Can B, Rimini). Var: Gianpaolo Calvarese (Teramo). Avar: Lorenzo Manganelli (Valdarno).