Mer. Dic 2nd, 2020

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Bologna fc: obbligo far punti

4 min read
Le ultimissime notizie e le probabili formazioni di Sampdoria-Bologna di domani pomeriggio allo Stadio Luigi Ferraris di Genova.

Sinisa Mihajlovic e il suo Bologna giocano di nuovo in casa (foto pagina Facebook Bfc).

Ultima pausa nazionali del 2020 alle spalle: l’Italia chiude positivamente un biennio culminato con la qualificazione alle Final Four di Nations League che si terranno proprio nel nostro paese, con Milano e Torino candidate a organizzare la manifestazione continentale, e un posto in prima fascia nel sorteggio dei gironi di qualificazione verso Qatar 2022.
Spazio dunque all’ottava giornata di Serie A: il Bologna sarà di scena a Genova al cospetto della Sampdoria, con calcio d’inizio previsto per le ore 15 e diretta televisiva ad opera di Sky.

Al via un intenso finale di 2020 per la truppa di Mihajlovic, chiamata a disputare ben otto partite – Coppa Italia compresa – tra il 22 novembre e il 23 dicembre. Le tabelle nel calcio lasciano il tempo che trovano, tuttavia è inevitabile vedere in Sampdoria e Crotone due avversarie con cui cercare di tramutare le prestazioni in punti. A maggior ragione considerando Inter, Roma e Atalanta, tre delle cinque avversarie del mese di dicembre: il Bologna dimostra sempre di giocarsela con tutti grazie al proprio atteggiamento e al proprio coraggio, ma ovviamente parliamo di tre formazioni di caratura superiore. E soprattutto, il Bologna deve fare punti vista la classifica che inizia a farsi preoccupante: va poi stoppata la serie negativa di gol consecutivi che ha portato i rossoblù a due gare dalla peggior serie (42) di tutti i tempi – nei maggiori campionati europei – di partite consecutive con reti subite. Peggio hanno fatto soltanto gli spagnoli del Tarragona (41) e, soprattutto, i francesi del Bordeaux che detengono il poco invidiabile record di 42 sfide senza clean sheet.

Buon inizio di stagione per la Sampdoria: seppur sconfitta a Cagliari nell’ultimo turno, in precedenza la formazione blucerchiata si è tolta il lusso di superare Atalanta e Lazio, due successi utili a consegnarle una tranquilla posizione di metà classifica. L’obiettivo dei liguri dovrebbe grossomodo essere lo stesso del Bologna: una salvezza tranquilla, guidati da Ranieri in panchina e da una rosa comunque rafforzata rispetto allo scorso anno.

I precedenti nella massima serie in Liguria non sorridono particolarmente agli ospiti: il 2-1 dell’ultimo confronto ha comunque consentito di spezzare un digiuno di successi che durava da ben 22 anni. L’ultimo dei 12 segni X risale all’anno della retrocessione pre-Saputo, con Diamanti in extremis abile a rispondere a Gabbiadini, mentre il 4-1 della stagione 2018-19 ha regalato ai padroni di casa la 23ª vittoria negli scontri diretti in terra ligure.

Per quel che riguarda le formazioni, in casa Bologna prosegue il recupero degli infortunati: Hickey sembra aver speranze di tornare a disposizione di Mihajlovic sin dal primo minuto a Genova, cosi come Schouten. Per Medel, Sansone, Poli e Mbaye si va al massimo verso la panchina a Marassi, mentre per Dijks e Skov Olsen saranno necessari almeno 10-15 giorni prima di rivedere il campo. Il calendario fittissimo nei prossimi giorni sconsiglia scelte avventate, con il rischio di incorrere in ricadute e ulteriori stop: ecco dunque che a Genova ancora una volta le rotazioni saranno comunque ristrette.
Le novità di formazione, rispetto alla sconfitta interna contro il Napoli, dovrebbero dunque riguardare la retroguardia e potenzialmente la linea mediana: sulla sinistra Hickey va verso una maglia da titolare al posto di Denswil, con lo scozzese pronto a completare la linea difensiva composta da De Silvestri, Danilo e Tomiyasu a protezione di Skorupski. L’altra potenziale novità riguarda la mediana: qualora Schouten non dovesse farcela, spazio alla coppia inedita formata da Svanberg e Dominguez. Scelte ovviamente scontate in avanti: il trio formato da Orsolini, Soriano e Barrow agirà alle spalle di Palacio.

Qualche assenza in casa Sampdoria: la gara con il Cagliari ha privato Ranieri di Augello, espulso sul finire del primo tempo, e Tonelli, in diffida e ammonito in occasione del rigore poi trasformato da Joao Pedro. Out anche Keita Balde, con l’ex Monaco sinora quasi mai a disposizione del tecnico romano, per un motivo o per l’altro. Davanti ad Audero si rivedono dunque Colley e Regini (verso la panchina Ferrari, uno dei tanti ex in casa Samp) in luogo dei due squalificati sopracitati, con Bereszynskyi e Yoshida a completare il reparto. In mezzo al campo spazio alla coppia formata dall’ex Ekdal e Thorsby, supportati ai lati da Candreva e Jankto.
Praticamente obbligata la coppia offensiva: Gaston Ramirez agirà a supporto di Quagliarella, dalla panchina il rientrante Gabbiadini.
Ecco le probabili formazioni e il gruppo arbitrale.

SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Regini; Candreva, Ekdal, Thorsby, Jankto; Ramirez, Quagliarella. All. Ranieri.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Tomiyasu, Danilo, Hickey; Svanberg, Schouten; Orsolini, Soriano, Barrow; Palacio. All. Mihajlovic.

Arbitro: Livio Marinelli di tivoli. Assistenti: Luigi Rossi (Rovigo) e Andrea Zingarelli (Siena). IV Uomo: Francesco Fourneau (Roma1). Var: Davide Massa (Imperia). Avar: Stefano Alassio (Imperia).