Dom. Ott 17th, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Le PAGELLE di SAMPDORIA-BOLOGNA 1-2

3 min read
Giocatore per giocatore le pagelle dei calciatori del Bfc dopo Sampdoria-Bologna 1-2 dell'8ª giornata di serie A

Riccardo Orsolini dovrebbe tornare a giocare titolare (Foto Bologna fc)

Le PAGELLE di RICCARDO RIMONDI

SKORUPSKI 5,5. Non proprio esente da colpe in occasione del vantaggio doriano: fortunatamente non è mai realmente chiamato in causa nel prosieguo della gara, se non su una conclusione di Candreva ad inizio ripresa.

DE SILVESTRI 6. Prestazione ordinata in entrambe le fasi, Damsgaard non punge quasi mai: una sua disattenzione, con il Bologna già in vantaggio, rischia però di consegnare il 2-2 alla Sampdoria.

DANILO 6,5. Prova importante del difensore brasiliano che di fatto disinnesca Quagliarella, il pericolo numero uno della Sampdoria.

TOMIYASU 6. Si perde Thorsby sugli sviluppi del corner che porta all’1-0, ma si riprende alla grande con una prestazione solida e attenta.

HICKEY 6,5. Soffre inizialmente Candreva, ma nel corso della gara gli prende le misure e prova pure a farsi vedere in avanti con diverse ed interessanti sortite offensive.

SCHOUTEN 6,5. Timido all’inizio, ma nel corso della gara ritrova quella sicurezza e quella personalità che rendono semplici giocate apparentemente complicate. Dal 35′ st Medel 6. Quando c’è da lottare si può sempre fare affidamento sul centrocampista cileno, nuovamente a disposizione.

SVANBERG 6,5. Sempre piú a suo agio in un ruolo che richiede quantità e qualità: lotta in mezzo al campo e si spinge costantemente in avanti a supporto della manovra offensiva. Dal 35′ st Dominguez 6. Un prodigioso intervento su Ramirez ed un finale di quantità.

ORSOLINI 7. Il pomeriggio parte con una traversa colpita ma si conclude con il cross del pareggio e soprattutto con l’incornata del 2-1. Dal 41′ st VIGNATO sv.

SORIANO 6. Pur nel suo pomeriggio non migliore riesce a mettere in porta ottimamente Palacio, fermato solamente da Audero.

BARROW 6,5. Dai suoi piedi il cross che tanto ricorda la giocata Insigne-Callejon di sarriana memoria: Orsolini risponde presente e firma il punto del 2-1. Dal 41′ st SANSONE sv.

PALACIO 6,5. Ad una prestazione del genere, fatta di classe e di sacrificio, manca solo il gol: Audero ed il palo gli negano una gioia personale che sarebbe stata meritata.

ALLENATORE MIHAJLOVI 6,5. Il Bologna riesce a risollevare le sorti di una gara il cui vantaggio immediato di Thorsby sembrava il preludio ad una domenica poco piacevole: con fortuna ma anche tanto merito ribalta la contesa, reggendo senza troppi affanni nel momento di massima pressione della Sampdoria, sfiorando anche il 3-1 nel finale di gara e senza concedere ai padroni di casa concrete possibilità per agguantare il 2-2. Tre punti d’oro per la classifica e per il morale.

ARBITRO MARINELLI 6. Un metro che varia nel corso della gara, inizialmente fiscale e poi maggiormente permissivo: nel finale di gara espelle Ranieri, colpevole di essersi lamentato per presunte perdite di tempo da parte del Bologna nel corso delle sostituzioni.

SAMPDORIA: Audero 6; Bereszynski 5,5, Yoshida 6, Colley 5, Regini 4,5 (26′ st Jankto 5,5); Candreva 6, Thorsby 6,5, Silva 6 (20′ st Ramirez 5), Ekdal 5,5, Damsgaard 5,5; Quagliarella 5. All. Ranieri 5,5.