Dom. Ott 17th, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Le PAGELLE di BOLOGNA-CROTONE 1-0

3 min read
Giocatore per giocatore le pagelle dei calciatori del Bfc dopo Bologna-Crotone 0-0 della 9ª giornata di serie A

Roberto Soriano, a segno contro il Napoli (Foto ImagePhotoAgency)

Le PAGELLE di UGO BENTIVOGLI

SKORUPSKI 6,5. Ogni tanto commette qualche ingenuità impensabile per un portiere della sua esperienza ma si fa il suo per tenere finalmente inviolata la sua porta con un paio di ottimi interventi.  

DE SILVESTRI 6. Qualche buona chiusura che regala certezze ad una difesa che di certezze ha dimostrato di averne ben poche, almeno sin qui. Bene, dunque, finalmente, per un Bologna che ottiene lo zero nella classifica dei gol subiti nella gara.  

DANILO 6,5. Guida la difesa del Bologna con grande maestria e finalmente la squadra – pur contro un avversario modesto – riesce a tenere inviolata la porta di Skorupski-.  

TOMIYASU 6. Non sempre preciso: sinceramente era più esplosivo come difensore laterale ma questa è stata la scelta della direzione tecnica e ci si deve adeguare anche se non appare l’idea migliore.  

HICKEY 6. Spinge e ha una grande personalità: in difesa commette ancora errori che la sua giovane età gli fanno perdonare, però in serie A, contro avversari più forti di questi sarebbero stati dolori.  

SCHOUTEN 6,5. Il centrocampo del Bologna è l’arma in più della squadra, almeno in questa partita: i due del reparto mediano – assieme a Soriano – fanno il bello e il cattivo tempo contro una squadra che patisce decisamente in questa zona.  

SVANBERG 6,5. Non era al meglio, eppure sta imparando sempre più a giocare in questa posizione che, probabilmente, è quella che sarà la sua in futuro. Dal 30’ st Dominguez 6. Finita la benzina di Svanberg è lui a dare ordine alla squadra in un’interpretazione della gara molto simile a quella del compagno.  

ORSOLINI sv. In verità inizia piuttosto bene ma 15’ sono troppo pochi per una valutazione, anche se va al tiro – debole ma l’azione è bella – e offre un’ottima palla a Soriano. Dal 18’ pt Sansone 6. Entra a freddo ma ha tutta la partita davanti per dimostrare il suo valore e non sempre risce a fare tutto quel che vuole.  

SORIANO 6,5. Segna un gol di un’importanza capitale: non battere questo Crotone, che non aveva mai vinto – pur pareggiando contro una spenta Juventus, sarebbe stato un delitto gravissimo. Per fortuna nella grande carambola arriva il suo tocco vincente.  

BARROW 6. Per picchiarlo lo picchiano il più possibile ma non riesce ma ad accendersi come aveva fatto nella seconda parte della stagione scorsa: un vero peccato perché ha le doti, fisiche e tecniche, per fare benissimo. La sufficienza arriva solo per la vittoria della squadra. Dal 41’ st Vignato sv. Entra in un momento fondamentale, anche se mancano pochi minuti ma la partita è ancora in estremo equilibrio.  

PALACIO 6,5. Il solito grande animatore dell’attacco bolognese e mette lo zampino nel gol del vantaggio rossoblù (per parte emiliana) un giocatore fondamentale per questa squadra, soprattutto nel prossimo futuro senza Orsolini e Skov Olsen. Resta, comunque, il bisogno del Bologna di una vera e propria punta centrale.  

ALLENATORE MIHAJLOVIC 6. Non è un Bologna in gran forma ma del resto quando si è obbligati a fare punti per forza non è mai facile. Finalmente interrompe la drammatica serie di gol subiti e non eguaglia la peggior squadra di tutti i tempi. Un sospiro di sollievo.  

ARBITRO SERRA 6. Qualche sbavatura e qualche ammonizione in meno ai giocatori del Crotone che non badano a spese quando si tratta di usare la clava. Però, tutto sommato, non fa danni.  

Crotone: Cordaz 6,5; Magallan 5 (18’ st Golemic 5,5), Marrone 6 (1’ st Cuomo 5,5), Luperto 6; Pereira 5,5, Molina 5, Petriccione 5, Vulic 5 (18’ st Dragus 5), Reca 5,5 (35’ st Crociata sv); Messias 5,5, Simy 5,5. All. Stroppa 5,5