Lun. Mag 17th, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Le PAGELLE di INTER-BOLOGNA 3-1

3 min read
Giocatore per giocatore le pagelle dei calciatori del Bfc dopo Inter-Bologna 3-1 della 10ª giornata di serie A

Emanuel Vignato dovrebbe giocare anche contro il parma (foto www.bolognafc.it)

Le PAGELLE di UGO BENTIVOGLI

SKORUPSKI 7. Salva il Bologna da un cappotto che sarebbe stato assai pesante: sul terzo gol sfiora la palla ma il terreno bagnato la fa scivolare verso l’angolino basso alla velocità della luce.

MEDEL 5. Doveva dare qualità nelle ripartenze e sicurezza nelle chiusure. Qualcosa si vede ma è davvero troppo poco per un giocatore che in questo ruolo, in nazionale, fa – o comunque ha fatto – sfracelli. Dal 18’ st Khailoti 6. Debutto in serie A comunque da ricordare e la sufficienza è di stima, visto quanto ha ballato nel finale la retroguardia bolognese.

DANILO 5. Fatica anche lui in una difesa esposta alle intemperie e non coperta adeguatamente dalle penetrazioni centrali. Qualcosa non ha evidentemente funzionato.

TOMIYASU 5. L’arbitro Valeri fa sicuramente la sua parte ma in occasione del gol di Lukaku si fa spostare dalla punta ma neppure lui è un peso piuma.

DE SILVESTRI 5,5. Per provare a spingere ci prova in un ruolo che comunque conosce ma la squadra non si trova nel primo tempo ed è davvero troppo timida per sfruttarle le galoppate. 

SCHOUTEN 5,5. Ci prova, inutile dirlo: lui il suo lo fa sempre o almeno ci prova. Qualche buona giocata, qualche ottima idea ma è sovrastato dal centrocampo muscolare nerazzurro.

SVANBERG 5. Sparisce, travolto dalla mediana interista, certamente più forte e in superiorità numerica. Non è questa la gara in cui brillare ma la fatica è tanta. Dal 18’ st Dominguez 5,5. La qualità si vede ma il centrocampo rossoblù soffre davvero moltissimo contro una squadra, l’Inter, che in casa sua ha sempre faticato.

HICKEY 5,5. Una personalità che comunque si nota anche alla Scala del Calcio: certo i milanesi sono avversari assai temibili ma comunque è uno dei meno peggio. Dal 18’ st Vignato 6,5. Un gol realizzato con una gran botta dal limite dell’area piccola, un altro bel tiro che impegna Handanovic. È sicuramente lui il miglior rossoblù di giornata.

SORIANO 6. Non brilla sicuramente ma se c’è qualcuno che si può salvare in una giornata davvero opaca del Bologna è Soriano che qualche giocata la fa ed entra nell’azione del gol felsineo.

BARROW 4. Imbarazzante: l’unica cosa degna di nota è dare l’avvio all’azione del gol bolognese con un cross tagliato. Per il resto si dimentica molto, troppo spesso, il pallone. Dal 34’ st Rabbi sv. Un voto di stima, visto che ha contribuito alla vivacità finale del Bologna.

PALACIO 6. La sufficienza Palacio la merita sempre perché comunque si batte sempre con forza e qualità. Il giocatore che tutti vorrebbero (magari con qualche anno in meno). Dal 18’ st Vergani sv. Qualcosa fa: ma ovviamente quando arriva il cambio, arriva anche la certezza che Mihajlovic si è arreso.

ALLENATORE MIHAJLOVIC 5. Cambia modulo ma il Bologna del primo tempo, contro una squadra stanca e concentrata sulla Champions, è francamente imbarazzante. Non c’è determinazione, non c’è logica: farebbe meglio a preoccuparsi di questo invece dei delatori all’interno della squadra.

ARBITRO VALERI 5. Non convince la decisione del fischietto romano sul gol di Lukaku che ha sbloccato la partita: la spinta della punta belga a Tomiyasu sembra piuttosto evidente ma l’arbitro convalida ugualmente.

Inter: Handanovic 6; Skriniar 6, De Vrij 6, Bastoni 6 (38’ st D’Ambrosio sv); Hakimi 7,5 (26’ st Darmian 6), Vidal 6,5 (26’ st Barella 6,5), Brozovic 7, Gagliardini 6,5, Perisic 6,5; Lukaku 7 (26’ st Martinez 6), Sanchez 6,5. All. Conte 7.