Lun. Mag 17th, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Bologna Fc: niente passi falsi!

4 min read
Le ultimissime notizie e le probabili formazioni di Bologna-Roma di domani allo Stadio Dall'Ara di Bologna

Sinisa Mihajlovic, tecnico del Bologna (Foto Bologna Fc 1909)

Il tour de force di questo anomalo campionato giunge al proprio culmine: il Bologna si appresta ad affrontare la prima delle 4 sfide in 10 giorni, con 2 turni infrasettimanali in programma, ospitando la Roma domani pomeriggio con calcio d’inizio alle 15 e diretta televisiva su Sky. Una vera e propria corsa contro il tempo per la Serie A, chiamata a recuperare diverse settimane sulla tabella di marcia in vista degli Europei 2020, in programma a partire dal prossimo giugno.

Il Bologna arriva alla sfida dopo la sconfitta di Milano contro l’Inter: l’esito della gara tutto sommato non sorprende, mentre meraviglia aver visto allo Stadio Meazza una squadra snaturata nel modulo, nei propri principi di gioco e nel coraggio. Ecco perché contro la Roma sarà importante ritrovare la propria vera identità: lo schieramento e il gioco speculativo non fanno per questa squadra.
Buon inizio di stagione per la Roma, arenatasi nelle ultime 2 settimane contro Napoli e Sassuolo ma pur sempre in corsa per i propri obiettivi: in campionato si ritrova esattamente a ridosso della zona Champions League, mentre in Europa League ha comodamente centrato l’obiettivo del passaggio del turno da prima del girone con 90 minuti d’anticipo. Ciò ha permesso al tecnico portoghese di schierare tantissimi giovani e seconde linee nell’ormai ininfluente trasferta di Sofia.
Sono 72 i precedenti sotto le Due Torri nella massima serie: 31 i successi del Bologna, l’ultimo maturato 2 anni fa con il 2-0 che rappresentò il primo successo dell’era Inzaghi in campionato. Sono 21 i pareggi, con il botta e risposta Pulgar-Dzeko del marzo 2018, mentre il più recente successo ospite risale al 2-1 maturato in extremis nel settembre 2019, con il Bologna sbilanciatissimo e Dzeko libero di insaccare comodamente alle spalle di Skorupski.

Proprio il portiere polacco, ex di turno tra l’altro, non sarà della contesa: l’infortunio alla mano rimediato in allenamento nel corso della settimana lo terrà fuori per 30-40 giorni, poichè difficilmente sarà possibile rivederlo in campo prima della seconda settimana di gennaio. Nelle ultime ore alla lista infortunati si sono aggiunti pure Schouten e Skov Olsen, vittime di affaticamenti ai flessori: nemmeno Dijks, Denswil, Santander, Sansone e Orsolini saranno della gara.
Il ballottaggio tra i pali è tra il dodicesimo vero e proprio, Angelo Da Costa, e il terzo portiere Federico Ravaglia, prodotto della Primavera con due esperienze maturare nei professionisti tra SudTirol e Gubbio: favorito l’esperto portiere brasiliano, ma le quotazioni del giovane bolognese di nascita nelle ultime ore sembrano in rialzo .
La difesa dovrebbe ritornare a 4 dopo l’esperimento – sinceramente fallito – della retroguardia a 3: Tomiyasu e Danilo (in diffida) saranno supportati ai lati da Hickey e De Silvestri. Coppia centrale di centrocampo formata da Svanberg e Dominguez: Poli e Medel dalla panchina, con quest’ultimo da utilizzare come jolly da poter inserire all’occorrenza laddove se ne presentasse il bisogno.
Davanti il trio Vignato-Soriano-Barrow agirà alle spalle di Palacio: pronti a dar manforte in corso d’opera i giovani Rabbi e Vergani.

La formazione giallorossa dipende molto dai recuperi di alcuni giocatori acciaccati, su tutti Lorenzo Pellegrini e Veretout: il primo dovrebbe rilevare Pedro sulla trequarti, affiancando Mkhitaryan a supporto di Dzeko. Lo spagnolo mancherà poiché espulso per doppia ammonizione contro il Sassuolo, all’interno di una gara fortemente condizionata dall’arbitraggio di Maresca. Il centrocampista francese dovrebbe invece affiancare la sorpresa Villar in mezzo al campo, con Karsdorp e Spinazzola a completare la linea a 4: la retroguardia sarà composta dal trio Ibanez-Smalling-Kumbulla, pronto a proteggere uno tra Mirante e Pau Lopez. L’ex di turno in casa giallorossa ha subito un trauma contusivo alla mano e resta fortemente in dubbio, ragion per cui lo spagnolo si potrebbe vedere dall’inizio al Dall’Ara.

Ecco le probabili formazioni e il gruppo arbitrale.

BOLOGNA (4-2-3-1): Da Costa; De Silvestri, Danilo, Tomiyasu, Hickey; Svanberg, Dominguez; Vignato, Soriano, Barrow; Palacio. All. Mihajlovic.

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Ibanez, Smalling, Kumbulla; Karsdorp, Villar, Veretout, Spinazzola; Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko. All. Fonseca.

Arbitro: Gianpaolo Calvarese di Teramo. Assistenti: Giacomo Paganessi (Bergamo) e Davide Imperiale (Genova). IV Uomo: Antonio Di Martino (Teramo). Var: Daniele Chiffi (Padova). Avar: Alessio Tolfo (Pordenone).