Lun. Mag 17th, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Le PAGELLE di FIORENTINA-BOLOGNA 0-0

3 min read
Giocatore per giocatore le pagelle dei calciatori del Bfc dopo Fiorentina-Bologna 0-0 della 15ª giornata di serie A

Rodrigo Palacio torna titolare a Roma (Pagina Facebook Ac Milan)

DA COSTA 6. Tutto sommato una gara tranquilla, con qualche patema ma senza l’obbligo di fare miracoli. In ogni caso è sempre molto bravo a guidare la difesa e a gestire le uscite alte.

DE SILVESTRI 6. Fatica sempre un po’ più del lecito contro avversari che vanno piuttosto veloci. In ogni caso porta a casa il risultato ed esce dal campo sullo 0-0 per una botta ricevuta. Dal 1’ st Paz 6. Fa il suo per il tempo in cui viene impiegato: costringe anche Prandelli a far uscire Vlahovic, annullato completamente.

DANILO 6. Vlahovic e Ribery sono avversari piuttosto temibili ma il centrale rossoblù prova a tenerli a freno come può.

TOMIYASU 6. Resta il pensiero fisso: non è al centro che può essere il suo futuro da giocatore, almeno in Italia, dove con la tattica viene considerata fondamentale ma comunque fa sempre il suo. 

DIJKS 6. Se lui è in forma e sta bene, il Bologna è un’altra squadra, con un esterno che ha tutte le qualità per dominare la sua fascia, ovvero copertura (magari un po’ inferiore) e una grande spinta.

DOMINGUEZ 6,5. È un giocatore su cui vale la pena di lavorare: ha tutte le qualità per fare bene in Italia e per diventare uno dei giocatori guida del Bologna del futuro. Poco lucido in occasione dell’ammonizione: vicino alla bandierina della Fiorentina non aveva molto senso strattonare Castrovilli con la sua squadra già posizionata. Dal 43’ st Svanberg sv. Ormai la gara è finita ma dà una mano per arrivare alla fine tenendo la rete inviolata.

SCHOUTEN 6,5. Il centrocampo del Bologna è giovane ma una comunque ottime qualità e Schouten lavora di qualità e quantità: anche lui è un giocatore su cui lavorare per il futuro. Dal 42’ st Poli sv. Entra per dare esperienza ad un centrocampo che ha iniziato a soffrire.

ORSOLINI 6,5. Ritrovare Orsolini e ritrovare brillantezza è tutt’uno per il Bologna: il marchigiano è un giocatore fondamentale per il gioco dei rossoblù, capace di far ripartire la squadra con la giusta qualità e la giusta forza. Segna anche il gol che avrebbe sbloccato il risultato ma, purtroppo, è in netto fuorigioco. Dal 30’ st Skov Olsen 5,5. Il suo ingresso non aiuta la squadra che inizia a subire e a soffrire.

SORIANO 6. Non è una giornata da segnare sul calendario, ma pur non brillando il suo lo fa, in una gara nella quale comunque nessun rossoblù si è estraniato dal gioco.

BARROW 6. Un paio di buone iniziative e qualche conclusione che si è fatta apprezzare: con la sua tecnica e il suo fisico dovrebbe essere dominante ma a volte ci riesce, a volte no.

PALACIO 6,5. La sua qualità resta intatta, malgrado l’età: il tempo sembra non averlo scalfito, certo avrebbe bisogno di un aiuto al centro dell’attacco che lo faccia respirare. Dal 30’ st Vignato 5,5. Entra in campo e il Bologna non riesce più a portare la squadra al limite dell’area toscana.

ALLENATORE MIHAJLOVIC 6, Il Bologna è sceso in campo col piglio giusto: forse la squadra non ha giocato la partita della vita, ma non si è mai fatta sorprendere da un avversario che veniva dalla vittoria della vita per 3-0 in casa dell’odiata Juventus. Però i cambi, forse necessari in vista anche della prossima gara, rendono la squadra più debole.

ARBITRO ORSATO 6,5. Tutto sommato una gara tranquilla che non richiede grande impegno per uno dei migliori arbitri italiani (e non solo).

Fiorentina: Dragowski 6,5; Milenkovic 6,5, Ge. Pezzella 6,5, Igor 6; Caceres 6,5 (27’ st Lirola 6,5), Castrovilli 6, Amrabat 6, B. Valero 6,5 (33’ st Bonaventura 6), Venuti 6; Vlahovic 5 (27’ st Kouame 6), Ribery 6. All. Prandelli 6,5.