Lun. Mag 17th, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Le PAGELLE di BOLOGNA-MILAN 1-2

3 min read
Giocatore per giocatore le pagelle dei calciatori del Bfc dopo Bologna-Milan 1-2 della 20ª giornata di serie A

Rebic tra Schouten e Soumaoro (Foto Schicchi)

SKORUPSKI 7,5. Più di così non può fare: vola su Ibrahimovic due volte e para anche il rigore calciato dallo svedese, ma sulla ribattuta del penalty non può davvero fare nulla.

TOMIYASU 6. La fascia destra del Bologna è messa a ferro e fuoco dalla coppia Hernandez-Rebic e non è facile, ma tutto sommato il nipponico, riportato a destra, se la cava piuttosto bene.

SOUMAORO 5. Si fa bruciare da Ibrahimovic di testa, nell’azione che precede il rigore, ma è un peccato che gli si può perdonare, perché Skorupski rimedia. Imperdonabile, invece, il clamoroso fallo di mano che porta al secondo rigore, chiudendo – di fatto – la partita.

DANILO LARANGEIRA  6. La fatica è tanta contro un attacco terribile come quello milanista, oltre i cinquanta gol in stagione: tuttavia se la cava al meglio possibile.

DIJKS 5,5. È colpevole in occasione del rigore, non tanto per la trattenuta, quanto per essersi fatto mettere in mezzo da Leao che lo aggira con un movimento che gli sfugge. Dal 33’ st Palacio 6. Partecipa all’assalto finale alla ricerca di un clamoroso pareggio che non riesce.

DOMINGUEZ 6. Non gioca male, ma ha la grande colpa di aver fallito un’occasione incredibile: solo davanti a Donnarumma – e senza avversari particolarmente vicini a preoccuparlo – si fa parare il tiro a colpo sicuro dal portiere della Nazionale. Dal 22’ st Svanberg 6,5. Un po’ di ordine aggiuntivo non guasta, anche se quando entra la partita sembra virtualmente conclusa, poi riaperta dal gol di Poli.

SCHOUTEN 5. Giocare contro il centrocampo del Milan non è mai facile, sbaglia stop che non dovrebbe e il gioco del Bologna non scorre fluido come potrebbe e come è nelle sue corde. Dal 33’ st Poli 6,5. Torna in campo, ma se sta bene è sempre il babbo di tutti e anche il gol dell’ex lo dimostra assolutamente.

ORSOLINI 5,5. Non è una giornata straordinaria, ma gli avversari sono molto impegnativi: lui ci prova non sempre con risultati positivi. È chiaro che il Bologna ha bisogno del miglior Orsolini per uscire dall’impasse di quest’ultimo periodo. Dal 22’ st Skov Olsen 5. Un po’ presuntuoso in alcune circostanze, dovrebbe mettersi maggiormente e completamente al servizio della squadra. Nel finale, col Bologna pronto ad azzannare il Milan sbaglia un clamoroso passaggio di testa in copertura che consente ai rossoneri di rifiatare

SORIANO 6,5. Un colpo di testa che sembra vincente, sventato in angolo da uno straordinario Donnarumma: resta comunque uno dei giocatori più importanti di questa squadra.

SANSONE 5,5. Vive dei buoni momenti, anche se cala inevitabilmente alla distanza visto che non gioca regolarmente ormai da molto tempo. Dal 22’ st Vignato 6. Mette un po’ di vivacità in un momento in cui la partita si è un po’ assopita, naturalmente a tutto svantaggio del Bologna.

BARROW 5. Può e deve fare molto, molto di più: la gestione della palla non è proprio il suo forte ma una squadra come il Bologna ne ha bisogno come il pane.

ALLENATORE MIHAJLOVIC 6,5. Il Bologna sembra ben messo in campo e cade soltanto sotto i colpi di due clamorosi – ma purtroppo inevitabili – rigori. La squadra risponde bene anche se qualche errore di troppo lo commette.

ARBITRO DOVERI 6. I due rigori ci sono entrambi e l’arbitro fa il suo: forse a volte è irritante ma questo è Doveri, comunque sempre vicino all’azione.

Milan: Donnarumma 7,5; Calabria 6,5, Tomori 6, Romagnoli 6, T. Hernandez 6,5; Kessie 6,5, Tonali 5,5 (16’ st Bennacer 6); Saelemaekers 6, Leao 7 (28’ st Mandzukic sv), Rebic 6,5 (16’ st Krunic 6); Ibrahimovic 5,5. All. Pioli 6,5.