Mar. Ott 26th, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Il Bfc diventa bulgaro

3 min read
Il profilo dell'ultimo acquisto del Bologna fc, prima della chiusura del mercato di riparazione: Valentin Antov.

Il difensore Valentin Antov è l'ultimo acquisto del Bologna sul mercato di riparazione

Colpo a sorpresa per il reparto difensivo del Bologna: nelle ultimissime ore di mercato i rossoblù hanno infatti prelevato il ventenne – è nato a novembre 2000 – difensore bulgaro Valentin Antov dal Cska Sofia, formazione di cui era capitano in pianta stabile già dall’età di 19 anni.

L’operazione si è chiusa sulla base di un prestito con obbligo di riscatto: 500.000 euro per il trasferimento temporaneo e 3 milioni di euro circa per il riscatto da esercitare al raggiungimento della salvezza. Il difensore arriva al termine di una giornata in cui il principale indiziato per rinforzare il reparto arretrato sembrava essere Daniele Rugani, poi volato a Cagliari: un’operazione che la formazione sarda, nonostante i costi certamente non contenuti, ha concluso con la formula del prestito secco.

Il profilo di Antov rappresenta un colpo in prospettiva di caratura internazionale: su di lui gli occhi, tra le altre, di formazioni di Serie A e Premier League del calibro di Roma (affrontata quest’anno due volte nella fase a gironi di Europa League) Arsenal e Manchester United. Antov nasce come centrocampista, ma molto presto, nel corso della sua giovane carriera, scala a difensore centrale: giocatore di piede destro e dotato di un fisico possente come dimostrato dai suoi 185 cm per 75 chili, il commentatore di Sky Lele Adani ha commentato in maniera entusiasta il suo acquisto, sottolineandone la velocità, la cattiveria e la capacità di saper giocare di reparto, oltre all’abilità in marcatura e nell’uno contro uno. A tutto ciò bisogna aggiungere le buone doti in fase d’impostazione, caratteristica fondamentale per i difensori moderni: ovviamente Antov proviene da un campionato non di primo livello – in cui, comunque, grinta e determinazione non mancano – ragion per cui dovrà calarsi e adattarsi ad un contesto tattico decisamente più complesso come quello italiano. 

Compiuta la trafila delle giovanili nel Cska, in cui ha militato sin dal 2008, l’esordio di Antov con la prima squadra arriva ad appena 14 anni, 9 mesi e 10 giorni nel corso di una sfida di coppa nazionale. La partita, contro il Sofia 2010, viene disputata nell’agosto 2015, ed è valida per la coppa nazionale. Nella stessa gara, oltre a diventare il più giovane esordiente di sempre con il Cska Sofia, diventa anche il più giovane ad aver indossato la fascia di capitano della squadra dopo aver preso la fascia negli ultimi 25 minuti della contesa.
Il debutto in campionato avviene nell’aprile 2018 in una partita contro il Vereya, mentre quello internazionale arriva nel luglio 2018, in una sfida valida per le qualificazioni di Europa League disputata contro i lettoni del Riga.
Non solo club: Antov ha infatti già assaggiato la maglia della nazionale maggiore bulgara in una sfida valida per le qualificazioni a Euro2020, subentrando nel marzo 2019 contro il Kosovo. Con la maglia della Bulgaria, dopo aver percorso la trafila delle varie selezioni nazionali (34 partite in totale), al momento conta 3 presenze.
Nel complesso Antov può vantare 76 gare disputate in tutte le competizioni nazionali e internazionali di club (55 in campionato, 17 in Europa League e 4 in Coppa di Bulgaria) con 3 reti e 2 assist e un totale di 5.686 minuti effettivamente giocati: una media di 75 minuti a gara, segno di un utilizzo davvero costante nonostante la sua giovane età. Nel corso dell’attuale stagione sono 16 le gare giocate in campionato, con 2 gol in campionato messi a segno, e 10 quelle in Europa League tra qualificazioni e fase a gironi in cui, come ricordato in precedenza, ha affrontato per due volte la Roma.