Mar. Ott 26th, 2021

Tempi Supplementari

Lo sport a Bologna, soprattutto

Bologna Fc: pesanti punti in palio

3 min read
Le ultimissime notizie e le probabili formazioni di Crotone-Bologna in programma domani pomeriggio allo Scida di Crotone

Rodrigo Palacio torna titolare a Roma (Pagina Facebook Ac Milan)

Ultimo turno di Serie A prima delle soste per le Nazionali: per quanto concerne gli Azzurri di Roberto Mancini in programma le tre sfide contro Irlanda Del Nord, Bulgaria e Lituania, valide per le qualificazioni ai prossimi Mondiali che si terranno in Qatar nei mesi di novembre e dicembre 2022. Tornando all’interno dei nostri confini, il Bologna farà visita al Crotone nel secondo anticipo del 28º turno: calcio d’inizio fissato per le ore 15, copertura televisiva ad opera di Sky.

Il successo contro la Sampdoria ha messo in mostra un Bologna in grado di soffrire, compattarsi, sacrificarsi e colpire gli avversari con giocate certamente non casuali ma figlie della propria qualità: a beneficiarne una classifica che vede nuovamente i rossoblù a ridosso della stessa formazione ligure e dell’Udinese, decima e ultima tra formazioni della parte sinistra della graduatoria. Un occhio anche alle retrovie: sono nove i punti di vantaggio sul Cagliari terzultimo superato in settimana dal Torino, che tra l’altro. deve ancora a recuperare la sfida contro la Lazio. 

Una delle ultimissime chiamate in ottica salvezza per il Crotone, rivitalizzato dalla cura Cosmi: la formazione calabrese è viva e l’ha dimostrato superando il Torino e cedendo alla Lazio di misura solo nel quarto d’ora finale. Una sfida dunque da prendere con le molle: formazione coraggiosa e propositiva quando si spinge in avanti, ma con il tasto dolente di un assetto difensivo ballerino. 

I precedenti nella massima serie e allo Stadio Scida si contano ovviamente sulle dita di una mano: nel 2016-17 ad imporsi fu il Bologna di misura grazie alla rete di Dzemaili, mentre nella stagione immediatamente successiva a spuntarla furono i padroni di casa grazie a Simy, attaccante nigeriano che rappresenta il miglior marcatore della storia del Crotone.

L’imbarazzo della scelta per Sinisa Mihajlovic, una rarità in questa stagione: gli unici indisponibili rispondono al nome di Santander e Faragò, entrambi attesi in gruppo intorno alla fine del mese e in campo negli ultimi due per giocarsi le proprie chance in rossoblu.
Squadra che vince non si cambia: ecco dunque che davanti a Skorupski dovrebbe essere riproposto il quartetto difensivo visto in campo contro i blucerchiati, nella fattispecie con Danilo e Soumaoro centrali di reparto, nonchè Tomiyasu e Dijks esterni, quest’ultimo unico in ballottaggio ma avanti sul giovane Hickey. Non dovrebbe cambiare nemmeno il tandem di centrocampo: Svanberg, semplicemente l’uomo in più del Bologna in questo momento, quasi certamente sarà affiancato da Schouten, in vantaggio nel ballottaggio con Dominguez. Ancora verso la panchina Orsolini e Sansone: sulle corsie spazio a Skov Olsen e Barrow, Soriano agirà sulla trequarti e Palacio nelle vesti di punta.

Qualche problema in più per Cosmi: contro il Bologna mancheranno Luperto, Cigarini, Reca e Ounas.
Tra i pali spazio al sempreverde Cordaz, la difesa a tre dovrebbe essere composta da Magallan, Golemic e Cuomo. La linea mediana dovrebbe vedere Molina e Pedro Pereira come esterni, con Venali e Petriccione nel cuore del centrocampo. Da valutare la posizione di Messias: nel corso della stagione ha giocato anche da interno ma, complice la posta in palio, Cosmi potrebbe optare per schierarlo da trequartista a supporto della coppia formata da Simy e Di Carmine.

Ecco le probabili formazioni e il gruppo arbitrale.

CROTONE (3-4-1-2): Cordaz; Magallan, Golemic, Cuomo; Molina, Benali, Petriccione, Pereira; Messias; Di Carmine, Simy. All. Cosmi.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Soumaoro, Dijks; Svanberg, Schouten; Skov Olsen, Soriano, Barrow; Palacio. All. Mihajlovic.

Arbitro: Francesco Fourneau di Roma1. Assistenti: Matteo Bottegoni (Terni) e Orlando Pagnotta (Nocera Inferiore). IV Uomo: Ivano Pezzuto (Lecce). Var: Piero Giacomelli (Trieste). Avar: Pasquale De Meo (Foggia).